Caprottella

Foto prodotto Caprottella è una ricotta ottenuta dalla lavorazione di latte di capra da agricoltura biologica.
La lavorazione riprende le tecniche tradizionali del mondo contadino: non prevede l'utilizzo né di conservanti, né di stabilizzanti, ma di solo buon latte fresco e di un pizzico di sale che favorisce la coagulazione.
Il siero derivato dalla cagliata del formaggio, viene riscaldato a fuoco lento dopo avere aggiunto il latte freschissimo, appena munto, affinché la nostra ricotta conservi la ricchezza nutritiva del latte. Quando comincia a bollire, la ricotta affiora a piccoli grumi, e viene raccolta e sistemata dentro le tipiche "vascedde", contenitori forati ove rimane a colare il siero residuo.
Suggerimenti
Caprottella al naturale è una ricotta caprina dal sapore insuperabile che si presta ad interpretare da protagonista ruoli differenti.
E' un antipasto genuino, arricchita con un filo di olio extravergine d'oliva e un pizzico di pepe nero macinato al momento.
Per chi è attento ai valori nutrizionali degli alimenti e alle calorie, Caprottella costituisce un saporito e leggero condimento per primi piatti, o un secondo piatto semplice e nutriente insieme a insalate o verdura lessa di stagione.
Quanto ai dolci, basta pensare a cannoli e bigné di cui la ricotta è l'ingrediente essenziale e fondamentale. In alcuni comuni della provincia, in occasione della festività di S.Martino (11 novembre) si usa preparare 'u muffulittu'. Il muffoletto è una pagnottella di grano duro che il fornaio impasta aggiungendo semi di finocchio selvatico. La pagnotta viene imbottita con ricotta fresca schiacciata su cui si fa colare del miele fuso.
In estate è consigliabile trasportare il prodotto in una borsa termica.

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?