22.04.2015 | Prodotti Tipici Inserisci una news

Liquorini di primavera: quelli di cedro e di bergamotto della Calabria, ad esempio.

Invia un commento

Deliziarsi di tanto in tanto con un liquorino ben fatto non dispiace,anzi!!

 

Le esigenze salutistiche degli ultimi anni hanno fortemente ridotto il consumo di bevande alcoliche certo, ma di tanto in tanto deliziarsi con un liquorino fatto "a modo" non guasta, specie se preparato secondo i canoni gastronomici del bel paese, utilizzando come base prodotti della nostra tradizione: è il caso, ad esempio, dei liquori di cedro e di quelli di bergamotto della Calabria, difficilmente reperibili nella grande distribuzione, attenta come al solito più ai "volumi venduti" piuttosto che alla "qualità" dell'offerta delle referenze, mentre girovagando sul web facilmente rinvenibili sulle vetrine virtuali di siti di commercio elettronico di prodotti tipici calabresi.

 

 

E' in questa regione, infatti, che si ha la migliore produzione di questi due profumatissimi agrumi. Il cedro, ad esempio, ha origini antichissime: originario delle regioni dell'Himalaya, ha trovato nella zona del cosentino (...quella tirrenica in particolare, e nello specifico "La riviera dei cedri") un habitat naturale favorevole al punto che vi è concentrata la maggiore produzione europea e ben il 98% di quella nazionale. Nell'interesse dei produttori, dei trasformatori, degli operatori commerciali e dei consumatori, e comunque a tutela del prodotto, il relativo Consorzio del Cedro di Santa Maria del Cedro agisce per la promozione, l'incremento e la valorizzazione cautelandone il relativo utilizzo, che oltre negli usi dolciari e gastronomici in genere, rileva la sua essenzialità anche nel campo salutistico, considerandone i benefici nell'azione preventiva nei riguardi dell' obesità e di alcune patologie cardiovascolari, nella funzione disinfettante....e molto altro ancora!!

 

 

Discorso pressappoco analogo può farsi anche per la produzione del bergamotto, in Calabria, derivato secondo alcuni da un incrocio fra arancio amaro e limetta acida anche se non manca chi lo considera a tutti gli effetti una specie vera e propria. Il 90 % della produzione mondiale proviene da questa regione, visto che la fragranza del prodotto di queste terre è unica ed ineguagliabile per svariati utilizzi: dolci, appunto liquori.....e soprattutto in profumeria e cosmesi, sfruttandone i relativi oli essenziali. Non da meno se ne rileva l'interessantissimo utilizzo anche nel campo farmaceutico. Considerando l'importanza assunta dal bergamotto in queste zone si è ormai da più anni strutturato il Consorzio del bergamotto di Reggio Calabria, che riunisce oggi la maggior parte dei produttori, occupandosi di promozione, tutela e valorizzazione del bergamotto di Calabria.

 

 

Se tanto mi da tanto, e visto la caratteristiche e le prerogative di questi due eccezionali frutti che trovano nel nostro meridione le migliori condizioni di coltivazione, i relativi liquorini non possono essere da meno in termini di bontà e di originalità: a contenuta gradazione alcolica, si fanno gustare serviti freddi in ogni momento della giornata, magari in alternativa al limoncello; sono inoltre ideali per dare un tocco di sapore in più a dolci, gelati e granite, riuscendo a caratterizzarli in modo davvero esclusiva.

 

 

Come al solito....se il prodotto è di buona fattura e qualità, non ci sono esigenze salutistiche che tengano: basta solo saper essere morigerati negli usi!!

 


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?