13.02.2019 | Itinerari del Gusto Inserisci una news

Ristoranti stellati in Emilia: non solo Bottura, anche cucina tradizionale.

Invia un commento

L'Emilia è terra di lunghe tradizioni culinarie fin da tempi lontani. Bologna è "la grassa" da sempre, come testimonia questo famoso aforisma di Ippolito Nievo del 1867: "Si mangia più a Bologna in un anno che a Venezia in due, a Roma in tre e a Genova in venti." - Confessioni di un Italiano

Il Parmigiano Reggiano, prodotto in zona e conosciuto nel medioevo come il Piacentino, già all'epoca riversava ricchezze su queste terre. La stessa Parma, oggi riconosciuta internazionalmente come Città della Gastronomia UNESCO e sede dell'EFSA, l'Authority Europea in materia di cibo, era nota come Crisopoli per quanto ricercati erano i suoi prodotti culinari in giro per il mondo conosciuto. Le più alte scuole di cucina hanno sede in questa regione, le cui specialità sono tante e variano spostandosi anche solo di una decina di chilometri. Dalla piadina romagnola fino all'anolino, è possibile scoprire sempre nuovi piatti in Emilia Romagna e la Guida Michelin, bibbia del settore, riconosce infatti tanti ristoranti stellati in Emilia Romagna.

Non solo alta cucina: le tradizioni culinarie dell'Emilia Romagna.

Se pensiamo alle Stelle Michelin, il primo a venire in mente è Bottura con la sua Osteria Francescana, da molti esperti considerato uno dei migliori, se non il migliore, ristorante al mondo. Piatti concettuali concepiti a partire da ricordi d'infanzia o da stati d'animo e creati combinando su vari livelli ingredienti tradizionali e non. La lista di attesa per un tavolo è lunga mesi e il costo di una cena rende il tutto decisamente esclusivo. Bottura è però un caso a parte, una sorta di artista concettuale che lavora con il cibo e che spesso lascia indifferente o sconcertato chi è alla ricerca di cibo buono, genuino e tradizionale. Visto che stiamo parlando di Emilia Romagna, è bene ricordare che di cibi buoni e genuini non c'è che l'imbarazzo della scelta: formaggi e salumi pregiati, tortelli e lasagne, carni e, ovviamente, l'immancabile carrello dei bolliti.

Il carrello dei bolliti.

Nonostante l'incredibile varietà di cibi tradizionali che costella l'Emilia Romagna, il carrello dei bolliti è un'esperienza trasversale che si può trovare in tutto il versante emiliano, da Bologna fino a Piacenza. Si tratta di una selezione di carni lessate a lungo, di varia natura, che viene presentata al cliente in modo che possa scegliere direttamente sul momento in prima persona ciò che preferisce. Si potrebbe lasciare i vari secondi alla carta ma la tradizione del carrello rimane per presentare le carni, dallo zampone fino al manzo, in tutta la loro bellezza. D'altronde è anche difficile proporre i bolliti su richiesta visti i lunghi tempi di cottura e la complessità di preparazione.

Ristoranti stellati in Emilia Romagna.

In tutta l'Emilia Romagna sono presenti 22 ristoranti stellati dalla Guida Michelin ma non sono tanti quelli che all'alta cucina e agli esercizi intellettuali preferiscono la bontà della tradizione culinaria. In particolare, per provare l'esperienza del carrello dei bolliti, è possibile provare la Clinica Gastronomica Arnaldo, una locanda storica in provincia di Reggio Emilia con una gestione familiare che si porta avanti di generazione in generazione e che tuttora porta avanti quelle stesse tradizioni culinarie che hanno reso grande l'Emilia Romagna. Non resta che partire alla scoperta enogastronomica di questa regione per rendersi conto che le Stelle Michelin sono solo la punta dell'iceberg di una ricchezza culinaria senza paragoni.


Tag: emilia romagna, ristorante stellato, stelle michelin


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?