09.09.2009 | Vino e dintorni Inserisci una news

Il Profumo del Gusto nelle " Cantine del Notaio"

Invia un commento

Un ringraziamento sentito a tutti i produttori che continuano ad inviarmi vini da degustare per Vinit ed il mio blog Gli Stappati. Oggi il profumo del gusto si trova nel Vulture in questa splendida azienda di cui pubblicherò nei prossimi mesi nuove degustazioni.

Cantine del Notaio

Via Roma 159

85028 Rionero in Vulture – Potenza –

Tel. 0972 723689 Fax. 0972 725435

www.cantinedelnotaio.com

 www.glistappati

Vino spumante Metodo Classico Rosé Brut La Stipula ’06

Da uve Aglianico 100 %

Da 17 a 20 euro

 Gerardo Giuratrabocchetti è proprietario dell’azienda Cantine del Notaio fondata nel 1998 che negli ultimi ( pochissimi ) anni ha dimostrato un continuo miglioramento dei vini, proposti con etichette dai nomi che ricordano la tradizione notarile di famiglia. Situata in una delle zone più vocate in terreni di origine vulcanica la cantina è conosciuta maggiormente per la produzione di vini rossi di struttura, carattere ed equilibrio ottenuti da uve aglianico. Si è deciso quindi di presentare qualcosa di originale: un aglianico spumantizzato in rosa. Si presenta con uno splendido color corallo chiaro con riflessi grigio – violacei. Toni floreali di iris e rose, poi lieviti e frutta rossa piccola che ricordano i ribes e le marasche assieme a odori di more, gelsi, viole e scorza d’agrumi. Si muove bene su una linea acida ben distesa ai lati della bocca in continua evoluzione verso una parte erbacea; si completa sul centro bocca con una maggiore sensazione fruttata. Leggera tostatura sul finale per una chiusura di mandorle appena amarognole. Da abbinare a delle lasagne alla Cavour. Sempre per originalità si segnala il vino “ Il preliminare” ’08 un Igt Basilicata Bianco ottenuto da uve aglianico vinificate in bianco, malvasia, moscato e chardonnay dall’apertura elegante aromatica, con profumi di frutta esotica e muschio. Nitido, un frutto avvolgente e minerale. Banana, ananas, mango, rose gialle, viole, gelsomino, albicocca, pesca bianca, lievi note di geranio,  cedro candito, litchi sono solo alcuni dei sentori percepiti. In bocca la sensazione è piacevole grazie ad un passo di bocca regolare dal profilo fruttato, quasi succoso, con modulazione erbacea di felce e muschio in sottofondo. Equilibrato anche in fase di intensità e persistenza. Leggermente più espressivo ai lati che al centro bocca dove tende a chiudersi in anticipo sul finale che comunque risulta essere lungo e diviso tra sentori di frutta esotica e floreali / verdi. Il morso finale è un amarognolo sottile. Ottimo da abbinare a delle uova alla basca. Un vino che in enoteca non supera i 13 euro .

 Fabio Magnani

 


Tag: vino, wine, fabiomagnani, vulture, degustare, taste, cnatinedelnotaio, algianico, glistapati, preliminare, lastipula


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?