02.08.2001 | Vino e dintorni

La curiosità

I viticoltori su due ruote

«Il bisogno aguzza l'ingegno» ha commentato qualche passante vedendo come si lavora nei campi, potando con metodi semplici ma ingegnosi, passando da una vite all'altra con uno sgabello su due ruote (foto Gavagnin). Alla cantina Paladin si lavora anche così, e a ragione, visto che l'azienda di Annone Veneto, a due passi da Motta, si è appena aggiudicata l'Oscar italiano del Vino, assegnato dall'Associazione Italiana Sommeliers. Il «Vineargenti» della Bosco del Merlo della famiglia Paladin ha ottenuto il premio per la miglior etichetta dell'anno. Il prestigioso riconoscimento è stato ritirato a Roma dai fratelli Paladin nel corso di una manifestazione cui sono intervenuti i nomi più noti dell'enologia italiana. La famiglia Paladin, originaria di Motta di Livenza e con vigne ad Annone Veneto e Lison di Portogruaro, sta puntando verso ambiziosi traguardi, grazie anche all'apporto di Franco Bernabei, uno dei più affermati e capaci enologi italiani, ma anche a tecniche di lavoro.

(FONTE:TRIBUNATREVISO)

Invia un commento:

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?