07.08.2019 | Eventi Inserisci una news

Calici di Stelle ad Albugnano (AT)

Invia un commento

L'associazione Albugnano 549 aderisce per il terzo anno all'iniziativa Calici di Stelle: il 10 agosto di ogni anno, la notte di San Lorenzo, nelle piazze e nelle cantine italiane gli enoappassionati sono protagonisti del brindisi piĆ¹ atteso dell'estate

L'associazione Albugnano 549 aderisce per il terzo anno all'iniziativa Calici di Stelle: il 10 agosto, la notte di San Lorenzo, nelle piazze e nelle cantine italiane gli enoappassionati sono protagonisti del brindisi più atteso dell'estate grazie a Città del Vino, l'associazione dei comuni vitivinicoli d'Italia, che ha ideato un evento che si sviluppa con numerosi appuntamenti in tutta Italia.

 

In questa notte di vino e stelle, il paese di Albugnano, conosciuto come «il Balcone del Monferrato» per la sua altitudine (549 metri di altezza) e per lo straordinario panorama che si gode dal Belvedere affacciato su boschi, vigneti e pievi medievali, ospita una degustazione enogastronomica che vedrà protagonisti, vignaioli, agriturismi e produttori della zona.

 

L'associazione Albugnano 549, che riunisce 13 produttori dell'Albugnano doc, presenterà le propria selezione di vini accompagnata dalle specialità gastronomiche preparate con prodotti tipici del territorio. Dalla sommità del Belvedere si può cogliere l'estensione delle colline del Monferrato Astigiano e scorgere in lontananza la Basilica di Superga e gran parte dell'arco alpino occidentale.

 

Il territorio di produzione dell'Albugnano doc è compreso tra i comuni di Albugnano, Castelnuovo Don Bosco, Passerano Marmorito e Pino d'Asti.

L'associazione, fortemente voluta dai vignaioli per promuovere la conoscenza del processo produttivo di questo eccellente Nebbiolo, ha sviluppato in questo primo anno, progetti per sviluppare la tutela del paesaggio e per favorire la visita delle aziende produttrici e il contatto diretto tra viticoltori e consumatori italiani e stranieri.

 

I produttori così riuniti hanno lavorato e lavoreranno per una maggiore attenzione alla cultura enoica del Alto Monferrato astigiano dove si vuole promuovere un turismo sostenibile in linea con la vocazione rurale di queste colline.

 

Tra i principali obiettivi dell'Associazione la tutela del territorio e della cultura locale con particolare attenzione alla crescita di una maggiore consapevolezza ambientale e di una produzione vitivinicola orientata alla riduzione dell'uso di prodotti chimici in vigna e di una maggiore qualità produttiva in cantina; lavorare insieme per migliorare l'attrattività del territorio e la conoscenza della cultura enoica del Basso Monferrato astigiano; valorizzare l'immagine del vino Albugnano doc presso i consumatori e gli operatori economici nazionali e internazionali; favorire lo scambio di competenze e di servizi tra associati e incrementare la condivisione di strategie di sviluppo locale a partire dalla forte vocazione agricola ed enologica di queste colline.

 

Il suolo destinato alla Doc Albugnano poggia su marne mioceniche ed è di colore chiaro e di medio impasto; le pendenze sono spesso elevate e i vigneti occupano i versanti meglio esposti.

L'area è ricca di boschi che, insieme all'altitudine dei rilievi - Albugnano si trova a 549 m di altezza sul livello del mare, da qui il nome dell'Associazione - contribuiscono a rinfrescare il clima rendendolo favorevole alle esigenze del vitigno Nebbiolo, che matura qui qualche giorno prima rispetto alle Langhe.

Qui le colline si impennano ad altitudini maggiori rispetto a tutta l'area nord-astigiana, ad oltre 400 metri, prima di digradare verso il Po e la pianura.

 

Il primo Albugnano 549, sarà presentato nel 2020 e sarà un Nebbiolo in purezza affinato in legno per un minimo di 18 mesi e in bottiglia per almeno 6 mesi.

Con una capacità produttiva presunta di 200.000 bottiglie, questo vino vorrà conquistare l'eccellenza dei grandi vini Piemontesi alla ricerca di nuovi spazi promozionali e commerciali, sia italiani che internazionali.

Alla riuscita del progetto concorrono differenti professionalità, sia in ambito comunicativo che in quello strettamente enologico: il Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato, che ne cura la tutela e proseguirà il suo impegno a favore della denominazione, mentre l'enologo Gianpiero Gerbi vigilerà sul lavoro degli associati e sul prodotto finale.

 

Sono soci di Albugnano 549:


- Tenuta Tamburnin, Castelnuovo Don Bosco

- Azienda agricola Cascina Quarino - Cantina Fasoglio snc, Aramengo

- Azienda agricola Pianfiorito, Albugnano

- Azienda agricola Roggero Bruno e Marco, Albugnano

- Azienda agricola Ca' Mariuccia, Albugnano

- Azienda agricola Alle Tre Colline, Albugnano

- Terre dei Santi, Castelnuovo Don Bosco

- Azienda agricola Mosparone, Pino d'Asti

- Azienda agricola Maurizio Calcagni, Albugnano

- Azienda agricola Mosso Mario, Moncucco Torinese

- Azienda agricola Orietta Perotto, Albugnano

- Azienda agricola Nebbia Tommaso, Albugnano

- Azienda agricola Terra e Gente, Albugnano

 

Calici di stelle 2019

degustazione enogastronomica il 10 agosto 2019 dalle ore 19 presso il Belvedere di Albugnano

Merenda sinoira e degustazione vini 18 €

Solo degustazione vini 10 €

 

Silvana Albanese

Luciano Pavesio


Tag: nebbiolo, Monferrato, calici, stelle, lorenzo, agosto, Albugnano, Belvedere


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?