16.11.2009 | Vino e dintorni Inserisci una news

Azienda Agricola Carbone

Invia un commento

Una piccola azienda alle soglie dell'eccellenza!

Ho avuto modo di visitare l'Azienda Carbone di Melfi (PZ) durante il 43° congresso AIS che si è tentuto in Basilicata dal 30 settembre al 4 ottobre. Era sabato,giornata brutta e piovosa e dopo l'assemblea AIS nella sala del Trono del castello di Melfi mi propongono di fare una visita in una cantina di Melfi. Rimango un po' perplesso e penso che le cantine più blasonate si trovano a Rionero o a Barile, ma vengo preso dalla curiosità e accetto! Ci fermiamo nei pressi della cantina e ci viene ad aspettare Sara Carbone che insieme a suo fratello Luca gestiscono l'azienda. Capisco subito dal sorriso e dalla sua splendida accoglienza che ci vuole raccontare il suo territorio, le sue vigne, la sua cantina...il suo vino L'AGLIANICO DEL VULTURE.

Entriamo all'interno della nuova cantina risistemata da poco tempo e vengo circondato da un gioco di luci e dai colori del tufo, impressionante...bellissimo! Sara con molto entusiasmo ci spiega alcuni particolari della cantina, i simboli ritrovati nelle rocce e girando tra le botti nuove, sparse qua e là, ci ritroviamo difronte al tavolo per degustare i suoi vini. Ci soffermiano a parlare della passione per il vino e soprattutto di come valorizzare quello che può dare il territorio del Vulture, l'Aglianico, preservando il suo terroir e la massima espressione del vitigno.

 

Inziamo a degustare  un "Fiano 2008" e penso :"chissà come sarà un bianco, qui, nella terra del rosso...e che rosso!". Il colore, giallo paglierino, è invitante e portando il bicchiere al naso sento un bouquet di profumi fruttati e floreali che mi invitano ad assaggiare...fresco, delicato, una discreta struttura e una buona mineralità...non male per un bianco!

Finalmente partiamo con l'Aglianico e Sara ci dice che "Terra dei Fuochi 2007" è il loro vino base anche se dal nome non si direbbe! Si presenta con un bel colore Rubino quasi violaceo, forse a causa della sua giovinezza e del suo affinamento in acciaio e poi in bottiglia. Al naso è abbstanza intenso, spicca la frutta rossa fresca, frutta di bosco e una buona mineralità. In bocca è preciso con una buona freschezza, equilibrato con un tannino leggero e di pronta beva. Un vino semplice, ma con una buona struttura e se il base è così...la curiosità aumenta...verso i top di gamma.

Passiamo poi al "400 Some 2006" vino dedicato a Carlo d'Angiò, ci dice Sara. Questo vino viene affinato in barrique e poi in bottiglia. Il colore è di un rubino intenso e brillante, al naso spiccano immediati i sentori di frutta rossa, prugna, ribes il tutto accompagnato da una leggera speziatura che ricorda la vaniglia e il tabacco da pipa. In bocca è subito d'impatto, ma con un tannino che non infastidice, una buona struttura avvolta da una morbidezza eccellente. Il vero aglianico..come una volta!

Per finire Sara e Luca ci propongono il loro prodotto di punta lo "Stupor Mundi 2005", un vino che deriva da una vendemmia tardiva. Sara ci spiega che questo vino affina in barrique nuove per 12 mesi e poi ancora in bottiglia. Il colore è di un rosso rubino intensissimo che mi fa pensare a tanta morbidezza, ma anche a tanto legno. Resto esterefatto...al naso mostra una complessità entusiasmante partendo da sentori di frutta matura, confettura, prugna cotta il tutto accompagnato da profumi speziati persistenti che spaziano dalla vaniglia alla liquirizia, al cuoio e al tabacco; il tutto avvolto da una nota minerale e di terra. Porto il bicchiere in bocca e mi soffermo ad assaporare il suo stile vellutato, elegante, fine, ma con un bel tannino che dà struttura. Un vino persistente da abbinare a piatti importanti della cucina tradizionale lucana, come ci suggerisce Sara, ma anche per ritrovarsi tra vecchi amici...

Purtroppo il tempo a nostra disposizione è finito e dobbiamo salutare Sara e Luca, ma soprattutto la cantina e gli ottimi prodotti che trovo veramente a un filo dall'eccellenza nel mondo dell'Aglianico del Vulture!

Bravi Sara e Luca

Azienda Vinicola Carbone

Via  Vittorio Emanuele, 84

85025 Melfi (PZ)

Tel. +390972237866

www.carbonevini.it

Prodotti:

  • Stupor Mundi (Aglianico del Vulture DOC)
  • 400 Some (Aglianico del Vulture DOC)
  • Terra Dei Fuochi (Aglianico del Vulture DOC)
  • Fiano (Bianco Basilicata IGT)

Davide Marone

 

 

 


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?