27.09.2011 | Eventi Inserisci una news

SUCCESSO PER LA SERATA FINALE DEL PROGETTO OPERAZIONE AVALANCHE

Invia un commento

GEMELLAGGIO CON I LUOGHI SIMBOLO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE IN CAMPANIA. SI PUNTA ADESSO AL MUSEO DELLA MEMORIA

Al termine di due settimane di appuntamenti ed di emozioni, con un grandissimo successo di pubblico, si è concluso il fitto programma delle celebrazioni in ricordo dell'"Operazione Avalanche".

Il 9 settembre del 1943, 1.000 navi con quasi 200.000 militari inglesi ed americani sbarcavano sulle coste della Piana del Sele per l'Operazione "Avalanche", la più grande manovra militare che il Mediterraneo avrebbe mai conosciuto, ma anche la più grande operazione di sbarco sino a quel momento mai effettuata nella storia militare, superata soltanto, di lì a pochi mesi, dallo sbarco in Normandia.

In ricordo dei giorni di sangue e di lotta, di aspri combattimenti e gesta eroiche di cui la Piana del sele fu il teatro, si è svolta una domenica ricca di emozioni nel ricordo degli eventi bellici del 1943.

Nella mattinata di ieri la commemorazioni presso il Cimitero Militare di Montecorvino Pugliano con la Santa Messa a suffragio dei caduti. Nel pomeriggio ad Eboli con i giochi senza frontiere presso il PalaSele con la partecipazione di centinaia di ragazzi. Nella serata di ieri invece presso il complesso monumentale di Sant'Antonio, alla presenza di tantissime autorità e cittadini, si è svolta la premiazione delle opere scultoriche raffiguranti i corpi di sbarco inglesi ed americani, organizzato da "Officina 31".

Il primo premio è stato assegnato da una giuria di professionisti, all'opera "Lo Sbarco" di Vincenzo Maione, realizzata con resina, metalli ed inerti. Il secondo posto invece alla creazione denominata "I Nostri Eroi" di Francesco Saverio Ferrara che ha utilizzato pezzi di ferro e gesso pigmentato .

Dopo le due premiazioni si è svolto il gemellaggio con Miturno (LT), Mignano Montelungo (CE), Caiazzo e Scafati, quali luoghi simbolo della Seconda Guerra Mondiale in Campania.

Il sindaco di Eboli, Martino Melchionda, in qualità di comune capofila, ha sottolineato che dopo la serata di ieri che è stata: "un successo di pubblico e di consensi, come tutte le due settimane di eventi, adesso sin da oggi siamo al lavoro per la costituzione del Comitato Promotore per la 2° edizione nel 2012" inoltre il sindaco insieme all'assessore alle attività produttive Pierino Infante, hanno messo in evidenza un aspetto molto importante: "Adesso puntiamo alla creazione del museo della memoria. E' stata allestita una sala multimediale ed una mostra permanente che sta già riscuotendo grandi successi di pubblico a Sant'Antonio, e da Eboli, con gli altri comuni puntiamo alla realizzazione del museo. L'obiettivo è giungere al settantesimo anniversario nel 2013 creando una manifestazione internazionale per dare nuova linfa al turismo della memoria che annovera circa 5 milioni di visitatori nei luoghi dello sbarco, ma anche abbinare enogastronomia e cultura".

Infine chiusura dell'evento con lo spettacolo teatrale "I Colori del Folk" a cura del Forum Universale delle Culture" e degustazione di prodotti tipici.

Il ricco programma di eventi è stato organizzato dal Comune di Eboli in qualità di capofila in collaborazione con i Comuni di Altavilla Silentina, Battipaglia, Campagna, Capaccio Paestum, Serre ed Agropoli grazie al cofinanziamento della Regione Campania che ha riconosciuto la forte valenza del progetto premiato nell'ambito delle misure PO FESR sul Turismo e Beni Culturali.

www.salernoavalanche1943.it [email protected]


Invia un commento:

px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?