24.05.2004 | Vino e dintorni

1.500 visitatori per Bonarda Festival

La terza edizione di Bonarda Festival 2004 si è svolta all’insegna della conferma e del successo. La conferma è venuta dal numero dei visitatori: 1500 persone hanno varcato infatti la soglia della Tenuta Scarpa Colombi di Bosnasco, dove il Festival era stato organizzato domenica 23 maggio. Considerando che la scorsa edizione, articolata su due giorni, aveva registrato poco meno di 3000 presenze, il Bonarda Festival 2004 ha rinsaldato i suoi numeri e li ha rafforzati.

Un successo per il vino Bonarda, come era negli obiettivi degli organizzatori (i produttori) e degli enti che hanno sostenuto l’iniziativa (Comune di Bosnasco, Provincia di Pavia, Camera di Commercio di Pavia, Delegazione AIS Pavia, Delegazione ONAV Pavia, Pro loco di Bosnasco, Consorzio Tutela Vini Oltrepo, Banca Popolare Commercio e Industria).

Il Festival ha offerto vari momenti interessanti. Primo fra tutti, in termini di attesa da parte del pubblico, la proclamazione dei vini Bonarda risultati vincitori del premio “La miglior Bonarda”.

La giuria del premio, composta da esperti Onav e Ais e da giornalisti del settore, riunita in degustazione all’inizio di maggio, ha decretato le seguenti assegnazioni: per il Bonarda versione frizzante, il premio è andato al Bonarda 2003 dell’Azienda Picchioni di Canneto. Ex aequo per il Bonarda in versione ferma alla “Possessione del Console 2003” dell’Azienda Agricola Fratelli Agnes di Rovescala e a “Marubio 2003” dell’Azienda Agricola Scarpa Colombi. Per il Bonarda in barrique, premiato il Bonarda 2002 dell’Azienda Agricola Montenato Griffini di Bosnasco.

La giuria popolare, che ha espresso le sue preferenze nel corso della giornata, ha premiato il Bonarda “Donna 2003” della Tenuta Borgolano di Montescano. Dopo il saluto da parte del Sindaco di Bosnasco, il Festival è stato inaugurato dal convegno “Parole in libertà sulla Bonarda”. Introdotti da Siro Brondoni, giornalista Rai e profondo conoscitore del territorio dell’Oltrepo, sono intervenuti Carlo Alberto Panont, Direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepo, Alessio Parini, medico in Scienze dell’Alimentazione e Dietologo, e il giornalista Luigi Caricato.

A cura degli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario “Gallini” di Voghera, accompagnati dai loro insegnanti, è stato inoltre illustrato lo studio di microvinificazione condotto dalla scuola vogherese a partire dalla scorsa vendemmia. Ottima l’affluenza di pubblico nel corso della giornata e la partecipazione ai “momenti” di riflessione sul vino a 360 gradi.

Decine le persone che hanno assistito alla presentazione del volume “Gli effetti psicologici del vino” di Edmondo De Amicis, svolta dall’editrice di DonneEdizioni Maria Luisa Alberico, che ha curato la ristampa della preziosa e sinora pressoché ignota opera deamicisiana.

Curiosità ha suscitato l’assemblamento “in diretta” di una botte di legno, compiuta dal Mastro bottaio Marco Graziano.

Un plauso è stato rivolto da tutti i presenti anche all’azzeccato abbinamento del Bonarda con i risotti, cucinati dallo chef Marco Olivieri.

--
Ufficio Stampa:
Cinzia Montagna
335 5210256
Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
piazza Vittorio Veneto 24 - Broni (PV)
tel. 0385 250261 fax 0385.54339

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?