04.09.2004 | Vino e dintorni

2004, una grande vendemmia per la Lombardia

Viviana Beccalossi, Assessore Regionale all’Agricoltura, e Vittorio Ruffinazzi, Presidente As.Co.Vi.Lo. hanno incontrato la stampa a Montebello della Battaglia. Se la vendemmia torna ogni anno, la vendemmia comunque fa sempre notizia. Lo hanno dimostrato i numerosi giornalisti presenti alla Conferenza Stampa organizzata mercoledì 1° settembre all’agriturismo “La Roveda” di Montebello della Battaglia.

Tema dell’incontro, coordinato da As.Co.Vi.Lo. (Associazione Consorzi Vini di Lombardia) e Consorzio Tutela Vini Oltrepo, è stato la vendemmia 2004 in Lombardia. Oltre a Vittorio Ruffinazzi, Presidente di As.Co.Vi.Lo. e Presidente del Consorzio Tutela Vini Oltrepo, a parlarne è stata Viviana Beccalossi, Vicepresidente e Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia. Dopo uno “sguardo dal cielo” dei vigneti dell'Oltrepo, sorvolati in elicottero, e una visita alla cantina Mazzolino, Viviana Beccalossi ha raggiunto infatti Montebello.

Colline e sole splendente hanno fatto da scenario naturale all’incontro con la stampa, preparato sullo splendido terrazzo che da “La Roveda” guarda verso le vigne delle prime pendici dell’Oltrepò. Alla Conferenza Stampa hanno presenziato anche Ruggero Invernizzi, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Pavia, Piero Mossi, Presidente della Camera di Commercio di Pavia, Carlo Nola (Regione Lombardia), il Presidente e il Direttore dell’Unione Agricoltori della Provincia di Pavia, Il Presidente e il Direttore della Coldiretti di Pavia, i Presidenti delle cantine sociali di Broni, Casteggio, “La Versa” e un rappresentante della cantina sociale di Canneto.

Alla Conferenza Stampa è intervenuto anche Gianni Saporiti, Presidente di OltreEventi, che ha curato l’allestimento e la programmazione di OltreVini, 34^ vetrina del vino d’Oltrepò, in corso a Casteggio sino al 5 settembre. Non a caso l’incontro si è svolto in Oltrepo, sede di una delle massime espressioni del settore vitivinicolo lombardo: una superficie vitata pari a 13.000 ettari di terreno tutti a denominazione di origine controllata, un vero e proprio territorio vocato alla vitivinicoltura, che si inserisce in uno scenario complessivo, quello della Lombardia, regione industrializzata fra le prime d'Europa, ma predisposta all'eccellenza agricola.

Una disposizione naturale del territorio che porta a rivolgersi alla qualità dei prodotti come via di affermazione e di successo. Un ottimo segnale a questo proposito arriva infatti dalla vendemmia 2004, come affermato dall'assessore regionale e confermato dallo stesso Presidente di As.Co.Vi.Lo, in accordo con i maggiori produttori della zona. Una vendemmia positiva, favorita dall'andamento climatico (dalla minore siccità rispetto all'anno passato alla buona escursione termica degli ultimi mesi) che ha lasciato sulle viti grappoli sani, predisposti per una raccolta lunga in tempi differenziati per ogni varietà.

All'interno di questa tendenza qualitativa ben si inserisce la scelta del Consorzio Tutela Vini (terzo in Italia per superficie con denominazione, dopo l'Asti e il Chianti): una nuova piramide qualitativa che rivede e modifica il disciplinare di produzione delle DOC, puntando su quei vitigni (Croatina, Barbera, Pinot Nero, Riesling) che raggiungono nel territorio dell'Oltrepo la loro massima espressione e mirando, inoltre, al conseguimento della DOCG per Oltrepo Metodo Classico e il Oltrepo Metodo Classico Rosé. In questo scenario di talenti e eccellenza, Oltrevini, giunta alla 34ma edizione, si attesta come appuntamento immancabile che conferma l'immagine dell'ottima produzione del territorio oltrepadano: 80 cantine presenti e 200 vini in banco d'assaggio.

Ufficio Stampa: Cinzia Montagna, 335 5210256
Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
piazza Vittorio Veneto 24 - Broni (PV)
tel. 0385 250261 fax 0385.54339

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?