17.02.2016 | Vino e dintorni Inserisci una news

Una risorsa in più per l'economia: L'ENOTURISMO

Invia un commento

Lo sviluppo passa anche dall’enoturismo, che unito al comparto dell’agroalimentare di eccellenza puó davvero fare la differenza per la nostra economia.

Infatti sono in aumento crescente i "WINE LOVERS", italiani e stranieri, che scelgono come meta per le loro vacanze territori enoici affascinanti come le LANGHE ed il ROERO.

Secondo i dati, "il primo semestre 2015 si è chiuso con oltre 2,5 miliardi di spesa da parte dei turisti del vino, cifre che, se ben supportate, possono crescere ulteriormente. Da questo punto di vista l'ultimo Rapporto sul Turismo del Vino puó rappresentare uno strumento valido per capire le criticità del comparto".

Dati davvero significativi, mentre da una lettura attenta dei numeri emerge anche che tra le aziende prese in esame dal Rapporto, "la maggior parte sono concentrate sulla produzione uva/vino (74%), mentre un restante 26% diversifica la propria produzione offrendo anche altri prodotti agroalimentari; il 63% offre "altri servizi": visite in cantina, ai vigneti, degustazioni, winetour, vendita diretta. Sono molte meno quelle impegnate in ricettività diretta: B&B, ristoro, alloggio agrituristico, fattorie didattiche; il 40% delle aziende tende a ridurre il proprio impatto ambientale ricorrendo all'utilizzo di fonti di energie alternative; diverse certificazioni di produzione sono presenti nel 39% del campione; finanziamenti e contribuzioni istituzionali hanno interessato il 75% degli intervistati; il 69% ha fatto ricorso a corsi di formazione per aggiornamento e perfezionamento (che in molti casi peró è un cursus obbligatorio). Più bassa la percentuale di aziende che ha investito in formazione del personale in materia di marketing e comunicazione del vino"(MOLTO MALE!).

Fa tristezza, invece, pensare che ancora grandi limiti ci sono, come "nell'accoglienza ai disabili (in vigna e in cantina), nelle cucine non attrezzate per allergie/intolleranze e nella scarsa possibilità di pernottamento in azienda".
E adesso che le cifre sono lì, alla portata di tutti, si pensa (giustamente!) ad organizzare il gioco di squadra. Lo stanno facendo ad esempio il Movimento Turismo del Vino (www.movimentoturismovino.it) e Città del Vino (www.cittadelvino.it), con la firma di "un protocollo per azioni e strategie condivise, con l'obiettivo di migliorare offerte e servizi sul territorio, accrescere le opportunità di formazione e promozione". (Fonte: www.winenews.it).

- See more at: http://www.giobajaj.it/cgi-bin/archivio/Una-risorsa-in-piu-per-leconomia-LENOTURISMO_167_ITA.asp#sthash.xzgUMzrr.dpuf


Tag: Degustazioni, Economia, vino, enoturismo, Langhe, turismo, Roero


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?