28.06.2003 | Vino e dintorni

Calici di vino frizzante

REGGIO. Fine settimana all'insegna delle «bollicine». All'Astoria c'è il 7º Palio dei Vini Frizzanti, un'edizione record con ben 506 campioni in rappresentanza di 127 aziende di 6 Regioni e 20 province. Il compito di selezionare i migliori è affidato a 10 commissioni composte da 5 enologi. Contemporaneamente si muove un «treno dei vini» per visitare cantine, acetaie e caseifici della provincia.

Le due iniziative sono state illustrate dal presidente della Camera di Commercio Aldo Ferrari, da presidente e direttore del Consorzio del Lambrusco Reggiano, Franco Artoni e Gianmatteo Pesenti, e da Giorgio Medici rappresentante dell'Enoteca regionale.

In pratica i promotori e animatori dell'evento clou, il Palio «Matilde di Canossa-Ghirlandina d'Oro» che in pochi anni è diventato il principale evento italiano nel campo dei vini frizzanti. Con la possibilità di diventare, in un prossimo futuro, internazionale.

L'idea di premiare con una rigorosa selezione i migliori frizzanti Doc, Igt e Docg ha trovato adesioni entusiastiche perchè i produttori ne hanno intuito non solo la valenza promozionale ma anche l'intenzione di innalzare i livelli qualitativi. A presiedere le selezioni (ogni vino sarà valutato da due delle dieci commissioni composte da 5 enologi) il presidente internazionale Giovanni Martelli.

In contemporanea, sabato e domenica, un trenino dell'Act porterà reggiani e ospiti in visita nei luoghi in cui si produce il vino frizzante oltre che aceto balsamico tradizionale e formaggio Parmigiano Reggiano. Si parte dalla stazione di piazzale Marconi. Sabato alle 14,38 con direzione Scandiano; domenica alle 9,30 per raggiungere Novellara, Guastalla e Gualtieri. Ci si prenota (0522/430844) alla sezione reggiana del Consorzio del Parmigiano Reggiano.

Fonte: Gazzetta di Reggio

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?