29.05.2007 | Vino e dintorni

Concorso Selezione del Sindaco: risultati e considerazioni

Di ritorno da Monreale-Palermo, dove ho partecipato al Concorso Enologico Selezione del Sindaco, devo fare alcune considerazioni di carattere generale. La prima è il luogo in cui si è svolta l'intera manifestazione: il complesso monumentale Guglielmo II, proprio attiguo alla magnifica cattedrale di Monreale, che consiglio, a chi non la avesse ancora visitata, di farlo alla prima venuta in Sicilia.

Dice un vecchio proverbio siciliano: "chi visita Monreale senza avere visto la cattedrale, parte che è uomo e ritorna che è un maiale". Il secondo aspetto piu' importante, dal punto di vista prettamente degustativo dei vini, è che su un totale di circa 150 vini degustati in 3 mattinate, ben 16 vini sono andati oltre i 90/100, mentre 48 hanno ottenuto da 85 a 89/100, sempre secondo il mio giudizio, espresso con scheda O.I.V., molte volte confortato dal giudizio degli altri esaminatori ed in qualche caso anche in disaccordo.

A quattro vini ho assegnato 94/100 e nello specifico:
1 fiano di avellino 2006
1 toscana rosso 2004
2 sangiovese di romagna riserva 2004.

Ad un solo vino ho attribuito 93/100: monreale merlot 2003.

A tre vini punti 92/100:
Valle di aosta donnas superiore 2003,
Maremma toscana merlot 2004,
Colli euganei moscato fiori di arancio spumante 2006.

Ben sei vini hanno totalizzato 91/100:
Toscana rosso 2003,
Ben tre colli di conegliano bianco 2005,
Malvasia passita colli piacentini 2005 (che a tutti i presenti ha fatto pensare ad un passito di pantelleria),
Un monreale merlot 2004.

Infine due vini hanno totalizzato punti 90/100:
Malvasia passita colli piacentini,
Trentino rosso 2003.

I vini in concorso sono stati 770 ed valori per ottenere le medaglie erano:
82/100 argento
88/100 oro

sempre nel limite del 30% dei vini in concorso.

Nel giro di pochi giorni vi darò ampio resoconto dettagliato dei vini migliori che sono riuscito ad individuare, tramite le graduatorie ufficiali del concorso, pubblicate sul sito ufficiale. (il link apre un file Excel)

Una riflessione incoraggiante per i nostri produttori é che ben il 30% dei vini da me esaminati, erano in zona premio e considerando che la scheda usata é la stessa dei concorsi internazionali, questo mi conforta sul livello medio qualitativo dei nostri prodotti nazionali. Un auspicio incoraggiante per la nostra vitivinicoltura, nel momento un pò critico in cui la concorrenza internazionale (leggasi Spagna, Portogallo e Cile) stà avanzando in maniera quanto mai aggressiva.

Prosit cari amici lettori con i magnifici vini in concorso alla Selezione del Sindaco.

Roberto Gatti
sommelier degustatore
Codigoro (Ferrara)
Email: [email protected]
Winetaste.it - [email protected]
Tutti gli articoli di questa rubrica su:
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?