16.06.2019 | Vino e dintorni Inserisci una news

Il Consorzio Vini di Romagna e Borghi d'Europa

Invia un commento

La rete internazionale Borghi d'Europa, dopo la presentazione de 'I 10 Percorsi Internazionali' nella sede di Milano del Parlamento Europeo,ha iniziato un tour per raccontare i contenuti e le 'soste' degli itinerari. Il Percorso Internazionale 'Eurovinum,Il Paesaggio della Vite e del Vino' è stato così illustrato presso l'azienda agricola Carta Bianca, nel corso di uno stage che ha coinvolto le diverse realtà del Polo Tecnologico Vitivinicolo di Tebano (Faenza). Le terre faentine sono state inserite nel Percorso Internazionale.

 

 

Giordano Zinzani,presidente del Consorzio Vini di Romagna, ha portato il suo contributo
allo stage. "Il Consorzio è nato nel 1962 per indirizzare, regolamentare e qualificare la produzione del vino in Romagna. Riunisce produttori di uva, cantine e aziende vinicole e opera per tutelare la qualità dei vini, per garantire la gestione dell'offerta e per promuovere il prodotto e il territorio. Il 2012 – anno del suo 50° di fondazione – ha visto l'attribuzione al Consorzio Vini di Romagna del decreto'"erga omnes": nuovi strumenti e progetti potranno mettere ali alla notorietà della Romagna e alla reputazione dei suoi vini, il cui livello qualitativo le consente oggi di presentarsi a testa alta tra i territori più vocati del Belpaese."

Borghi d'Europa chiederà al Consorzio Vini di Romagna una preziosa collaborazione per
le giornate di Millanta, sulle Tracce di Luigi Veronelli ,giornate che toccheranno la Bassa Ferrarese,il Friuli Venezia Giulia e la Romagna ( fine ottobre, a Faenza).


Tag: Vini, consorzio, romagna, polo, tebano


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?