16.08.2010 | Vino e dintorni Inserisci una news

Al Meeting di Rimini Trentodoc e Formaggi di malga

Invia un commento

Dal 22 al 28 agosto quest'anno al festival dedicato all'amicizia fra i popoli sarĂ  presente anche il Trentino con le sue eccellenze enogastronomiche Trentodoc ed i Formaggi di malga

Grazie a quasi 800mila presenze registrate nelle edizioni passate, il Meeting di Rimini è il festival di incontri, mostre, musica e spettacolo più frequentato del mondo. Si tratta di una realtà, unica nel suo genere, che da ormai 31 anni si propone di creare occasioni di incontro e di dialogo tra fedi diverse.

Al centro della manifestazione il confronto fra persone, in un'atmosfera di scambio e di reciproca conoscenza. Ed è proprio in quest'ottica che la Trentino S.p.A. ha deciso di proporre presso il Ristorante Trentino due incontri di degustazione condotti dal noto giornalista Paolo Massobrio, nelle giornate del 25 e 26 agosto alle ore 16.

Il 25 agosto il protagonista sarà il "Trentodoc Millesimi d'Eccellenza", un approfondimento di sei diverse etichette, mentre il giorno successivo le bollicine di montagna daranno vita al connubio "Freschi Sapori di Malga - Nostrano di Primiero, Puzzone di Moena e Vezzena di Folgaria e Lavarone – in abbinamento alle bollicine Trentodoc".

Per tutta la durata dell'evento, inoltre, il ristorante proporrà Trentodoc.

Quando si parla di Trentodoc, si parla di un metodo classico esclusivo. Si può dire che sia l'unico in Italia a nascere in montagna, perché proviene da vigneti posti in altitudine, in una terra che presenta una straordinaria varietà climatica. In pochi chilometri quadrati si passa dal clima subcontinentale della Valle dell'Adige a quello mediterraneo della Valle dei Laghi e del Garda. Solo in queste particolari condizioni possono maturare Chardonnay e Pinot Nero ideali come uva base spumante, grazie a forti escursioni termiche e alla particolare natura del terreno che permettono di esprimere dopo la rifermentazione in bottiglia tutte quelle caratteristiche esclusive, quali sapidità, acidità e profumi, che sono la qualità di un metodo classico capace di fare la differenza.

Dei formaggi d'alpeggio trentini possiamo dire che spesso sono molto diversi tra loro, ma uniti da un unico comune denominatore: la malga, dove il latte appena munto viene lavorato con intelligenza e trasformato in prodotti caseari di pregio.

 

Luciano Pavesio


Tag: Rimini, trentino, TrentoDOC, Meeting, Valle dei Laghi, Puzzone, Vezzena


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?