13.01.2006 | Itinerari del Gusto

Alla scoperta del Molise

E’ con grande piacere che lo spazio dell’Enovago va ad arricchirsi di un nuovo contributo dell’enovago Pierfrancesco che dopo averci raccontato le delizie della Slovenia ci parla di un fantastico, a quanto pare, viaggio in Molise tra neve e vino in compagnia della sua compagna, l’enovaga Raffaella. Grazie Pierfrancesco, incantaci con il Molise.

Più volte sono stato nel bellissimo Molise, ed ogni volta è sempre stata una sorpresa. Sempre accompagnato da una strepitosa guida “del posto”, Raffaella mia compagna.

Già i nomi dei paesi fanno sembrare il viaggio un percorso fiabesco: Cantalupo nel Sannio, Capracotta, Campobasso, Campochiaro, Campolieto, Campodipietra, Campomarino, Castelpetroso, Collotorto, Fossalto, Gambatesa, Guardiaregia, Lupara, Montefalcone, Montelongo, Montenero di Bisaccia, Pietrabbondante, Pietracupa, Portocannone, Triveneto, Tufara.

Vicino Campobasso:
Ci sono paesi arroccati, lontani dal tempo. E’ il caso di Sant’Angelo Limosano. Il nostro “richiamo” è dovuto dalla presenza dell’ enoteca “Perbacco”. Si trova proprio in centro al paese, dopo una magnifica rampa a più tornanti che fino a qualche mese fa si poteva fare in auto ma adesso è solo pedonale… forse è meglio così.

Quando si arriva in questo paesino ci si sente subito “fuori dal tempo”. Quasi da film di fantascienza. Ed eccolo lì, Perbacco! Magnifico nei dettagli, nell’arredamento indonesiano che si sposa in maniera perfetta con il vino e la piccola cucina offerta dal gestore. E se dopo aver mangiato (ed ovviamente bevuto, ad esempio un bel Cabernet Suavignon con la sua etichetta Perbacco) non vi sentite di mettervi in macchina ci sono 4 bellissime stanze da sogno. www.xbacco.net e vedrete che meraviglia!

Ripalimosani
è alle porte di Campobasso, venendo da Termoli sulla sinistra. Se ci passate di sera la vedrete illuminata ed è uno spettacolo mozzafiato, quasi un presepe “naturale”.

Sulla Tintilia si è già scritto qualcosa (vedi articolo su vinit dell’amico Roberto Gatti) ma questo vino (e vitigno) è ancora poco conosciuto, forse anche perché prodotto in piccole quantità e da un limitato numero di aziende. Una di queste è Collesereno, che lo produce in una bottiglia simile alla Champagnotta o alla Borgognese.

L’etichetta è piccolissima e riporta pochi dati, c’è un cartellino aggiunto e legato con uno spago. La Tintilia rientra nella DOC Molise, almeno per ora. E’ un vino rosso, secco, dal grappolo molto piccolo e con una piccola resa. L’azienda si trova prima di Ripalimosani, venendo da Termoli.

L’azienda produce anche un interessante Cabernet Suavignon, uno Chardonnay stupendo ed altri come il Trebbiano e la Falanghina.

Forse pochi sanno che in questa regione si va per Tartufi. E ce ne sono parecchi come ci sono anche parecchi cavatori, così si chiamano coloro che vanno alla ricerca del prezioso tartufo. Un cavatore che è diventato un produttore artigianale di preparati a base di tartufo è Bacol, con sede a Campodipietra, vicino a Campobasso. Produce preparati a base di tartufo come fettine, salse, olio aromatizzato, tartufi sotto acqua e sale, ecc… Per chi fosse interessato ecco il recapito del signor Sebastiano 328/3417783.

Arrivando a Campobasso si incontrano numerosi tratturi, “passaggi” per le greggi che andavano (e vanno) dall’Abruzzo fino in Puglia. Si possono ammirare qua e là, stando attenti ai cartelli che li segnalano. Sono impressionanti autostrade animali. Infatti il segno che lasciano assomiglia proprio ad un’autostrada di roccia mista ad erba.


Verso Isernia:
Per le statali del Molise si incontrano un sacco di buone opportunità enogastronomiche per fermarsi. Ad esempio per gustare l’ottimo torrone prodotto e venduto da Dolce Molise sulla strada statale SS-17 al km 204.300. Si trovano anche altre specialità com i confetti di tutti i colori. I prezzi sono bassissimi in rapporto all’ottima qualità: approfittatene. Anche la cordialità è di casa, come in tutto il Molise.

Roccamandolfi è uno dei tanti paesini incantati, al fondo di una valle. Lasciarsi incantare dalla pace e dalla vita quotidiana del luogo.

Il bellissimo costume delle donne molto caratteristico del paese viene tramandato di generazione in generazione e si utilizza in occasione delle feste. C’è una fonte d’acqua di montagna a cui vengono ad attingere anche gli abitanti dei paesi vicini.

Gli scavi archeologici di Sepino e di Frosolone, il bellissimo museo ad Isernia vi fanno capire la storia delle fiere e bellicose popolazioni del Sannio. Ed è proprio in riferimento a queste popolazioni che nasce la IGT Terrre degli Osci che comprende vini bianchi, rossi e rosati da uve principalmente Trebbiano e Montepulciano. Ottimi vini per tutti i piatti, da quelli marinari a quelli di terra.

E poi ancora: Agnone il famoso paese delle campane, ma anche per la gastronomia che qui raccoglie tutta una serie di specialità, dalle “sagne a taccune” alle “sagne e fagioli”, dai “maccheroni alla chitarra” alla famosissima “zuppa alla santè”, dai piatti a base di carni prodotte in alta montagna come il cosciotto di agnello al ragù, le “tacche” di agnello arrosto e al forno, il capretto ciff e ciaff, le salsicce, i prosciutti, i nodi di trippa, le cazzemarre e le diffusissime soppressate.

Per concludere con i dolci come i confetti ricci, le campane alle tine di cioccolato, le zeppole alle pizzelle, i taralli al panettone. Gli altri vini del Molise: la DOC Biferno (dal nome del fiume) nelle varie tipologie, la DOC Pentro di Isernia, l’Aglianico, la Falangina ed il Sangiovese.

--
Grande Enovago Pierfrancesco, ci hai fatto proprio venire voglia di fare un salto in Molise dove bellezza e sapori non mancano di certo. Per gli enovaghi già pronti con i bagagli verso questa splendida regione l’Enovago Pierfrancesco si mette a disposizione per ulteriori notizie, consigli, riferimenti ed altro. Sarà felice di rispondere alle domande che potranno essere inviate all’indirizzo [email protected]


Link utili:
- Per i vini DOC del Molise: Lavinium
- Per avere una guida sintetica
dei comuni del Molise: Molisecittà
- I giovani del paese di Roccamandolfi sono molto “attivi” anche su Internet: Roccamandolfi oppure GFA
- Pro loco di Agnone
- Regione Molise

Alessandro Maurilli. Giornalista, toscanaccio purosangue cresciuto tra i filari del nonno dove tra una puntura di ape nel periodo della vendemmia e un acquazzone improvviso a primavera ha scoperto fin da piccolo la passione per il vino. Email: [email protected]
Tutti gli articoli di questa rubrica su:
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?