16.05.2020 | Vino e dintorni Inserisci una news

Edi Keber, Luigi Veronelli e Borghi d'Europa

Invia un commento

Talvolta le emozioni ci prendono ancora, nel nostro lungo viaggio alla ricerca dei protagonisti (veri) dell'arte enoica. Siamo seduti al tavolo dell'azienda agricola Edi Keber, ove aveva sostato a suo tempo, Luigi Veronelli.

 

 

Kristian ci racconta la storia di una famiglia che ha fatto la storia (il bisticcio

ripetitivo è ovviamente voluto!) del Collio, con caparbietà, passione, competenza.

Potrebbero sembrare soltanto parole : credeteci, è un altro mondo !

La famiglia, pur restando sempre nello stesso territorio, ha nel corso del tempo

cambiato diverse bandiere : nonno Pepi era nato a Medana sotto l'Austria, il figlio

Pepi nacque sempre a Medana ma sotto l'Italia. Edi Keber nacque a Cormons , ma nel

rispetto delle tradizioni di famiglia sposò Silvana, di Medana anche lei, ma in Slovenia.

Oggi la continuità della famiglia è rappresentata di Kristian e Veronica, nati in Italia

e cittadini europei.

Dopo anni Edi e Kristian hanno deciso di produrre un unico vino, all'interno di un

progetto Collio, che valorizza gli autoctoni e ne sa esaltare le virtù.

I Keber fanno fermentare e affinare le diverse varietà nelle classiche vasche di cemento.

La collina di Zegla, su cui sono posti soprattutto i loro vigneti, è particolarmente vocata alla produzione del Tocai Friulano, che caratterizza la struttura del vino di casa, essendone la componente maggiore.

" La Ribolla Gialla – ci suggerisce Kristian- fornisce la giusta acidità e la Malvasia

Istriana dona il caratteristico aroma speziato".

Insomma un vino completo, un autentico Gran Cru del Collio.

Così il tempo vola fra i ricordi e le suggestioni dei racconti.

Kristian opera anche in Slovenia, a Brda, con una piccola azienda di un solo ettaro e mezzo.

La casa dei Keber offre anche degli alloggi, per immergersi nel verde dei vigneti.

Pause rilassanti che potranno essere accompagnate da colazioni a base di prodotti locali

e da una mobilità dolce, assicurata dalle biciclette o dalle vespe.

Luigi Veronelli viene ricordato dai giornalisti e dai comunicatori di Borghi d'Europa nei

luoghi del suo privilegio : camminare la terra, l'iniziativa di informazione che tocca questi

luoghi, farà certamente tappa dai Keber!


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?