06.01.2009 | Vino e dintorni Inserisci una news

Codronchio 06: Albana docg assai equilibrata. Malvasia passita ' 04: assai squisita

Invia un commento

Monticino Rosso, azienda romagnola di Imola raramente delude con le sue produzioni di vini bianchi...

Il Codronchio ’06 è la versione “secca” di un’ albana di Romagna docg prodotta dall’azienda Fattoria Monticino rosso di Imola. Si presenta al primo sguardo con un bel colore giallo paglierino con riflessi oro-verdi e di ottima intensità cromatica. Al naso l’intensità e la persistenza sono di valore medio-alto e di notevole eleganza.
Si nota subito il fascino con un’apertura prevalentemente minerale a cui si unisce un sottofondo di frutta gialla intrecciata a note speziate e tostate. Non mancano neppure leggere tensioni ossidative in sottofondo che ne migliorano l’eleganza. Si notano sentori minerali di pietra focaia, di roccia, di graffite rinfrescate da sentori di felce, muschio, tonalità balsamiche di resina con punte mielate e note di gelsomino fuse a ricordi di rosa gialla, fiori di campo, erba medica e fieno greco; profumi di pesca e mela gialla, carruba, cannella con sfumature vanigliate e accenni di piccola frutta rossa di sottobosco, noci e mandorle fanno da corredo sulla profondità finale del vino.
Al palato mostra corpo ed un equilibrio ottimo. Entra, infatti, in un unico abbraccio coinvolgendo il palato tra sensazioni fresche e morbide ben bilanciate tra loro. Intenso e persistente con qualche piccola cedevolezza sul finale dove conserva una piacevole sensazione minerale ed un retrogusto amarognolo. Si tratta quindi di un’ottima rappresentazione dell’Albana perfetta da abbinare a piatti di pesce, carni bianche o formaggi leggeri

L’azienda Monticino rosso è molto conosciuta per la produzione dei suoi bianchi e, tra questi, c’è anche una Malvasia passita 2004 che si presenta con una eccellente colorazione oro antico e con profumi di intensità e persistenza altrettanto eccellente. Sensuale al naso e di eleganza ottima con sentori che variano dalla frutta secca alle erbe aromatiche, dai toni di idrocarburi a quelli di miele e rose macerate con sfumature balsamiche.
Dolce al palato ma non stucchevole dove mostra ottima intensità ed altrettanta piacevolezza nel rapporto acidità morbidezza che rende il passo di bocca affascinante anche se leggermente corto per la tipologia e per le sensazioni percepite al naso. Al palato, infatti, tende un po’ a perdersi in certi momenti limitando, così, una completa avvolgenza del palato stesso. Forse è questa l’unica pecca di un vino squisito che consiglio di provare vivamente. Termina con un retrogusto che ricorda la frutta passa e le bacche verdi.
Ottimo vino passito da abbinare ad una pasticceria raffinata.

di Fabio Magnani


Tag: albana, magnani, monticinorosso, malvasia


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?