28.02.2020 | Vino e dintorni Inserisci una news

Il Vinitaly delle Città del Vino: “Noi ci saremo!”

Invia un commento

L’Associazione Nazionale conferma la presenza alla fiera di Verona, dal 19 al 22 aprile, con un grande stand istituzionale al Padiglione 8, spazio espositivo G7 Il Presidente Floriano Zambon: “Il mondo del vino deve reagire con una risposta forte all’emergenza economica provocata dalla paura irrazionale sul coronavirus. A giugno saremo anche a Castelvetro di Modena per il nostro concorso enologico internazionale, giunta alla XIX edizione”.

L'Associazione Nazionale Città del Vino conferma la sua presenza al Vinitaly, dal 19 al 22 aprile, con degustazioni, dibattiti e presentazioni delle offerte territoriali ed enoturistiche italiane. Lo stand (Padiglione 8, spazio espositivo G7) ospiterà anche alcune cantine tra quelle premiate durante la scorsa edizione del concorso enologico internazionale delle Città del Vino. I vini saranno in degustazione al banco d'assaggio dell'Enoteca delle Città del Vino per tutti e quattro i giorni di fiera. La partecipazione è volta anche a sostenere le piccole e medie aziende, il cui intervento diretto al Vinitaly comporterebbe un impegno finanziario importante, soprattutto in una fase di forte emergenza economica provocata dalla psicosi collettiva del coronavirus. In questo modo i produttori hanno invece l'opportunità di essere presenti a costi più contenuti e in un periodo delicato che rischia di far sprofondare l'economia italiana in generale e quella del settore enologico.
Lo stand Città del Vino sarà a disposizione anche dei Coordinamenti regionali dell'Associazione che presenteranno iniziative e appuntamenti culturali. Nel corso della quattro giorni veronese sarà presentato anche l'ultimo rapporto dell'Osservatorio sul turismo del vino e si aprirà la riflessione sul pesante colpo che rischia di subire l'enoturismo italiano da qui ai prossimi mesi.

 

Concorso Enologico Internazionale Città del Vino
E' ripartita nel frattempo l'organizzazione della XIX edizione del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino. Le commissioni di assaggio si riuniranno a Castelvetro di Modena presso il Castello di Levizzano, nelle terre del Lambrusco Grasparossa, dal 4 al 7 giugno. Il concorso è organizzato da Città del Vino con il patrocinio tecnico dell'O.I.V. (Organization International de la Vigne e du Vin) e l'autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole e Turismo.
Si tratta dell'unico concorso a carattere internazionale che si volge in Italia e ha l'obiettivo di valorizzare la cultura del vino, i vini di qualità e i territori di produzione; quindi un importante strumento di promozione per le cantine, soprattutto per le più piccole, e dei Comuni ad esse associati. Infatti la premiazione è doppia: alla cantina e al Comune di riferimento per ribadire concretamente il rapporto del vino con il territorio.
Il medagliere è legato al punteggio ottenuto nella degustazione alla cieca, secondo i criteri determinati dal regolamento O.I.V. Saranno premiati ex-aequo, rispettando i limiti fissati dall'O.I.V. del 30% sul totale dei campioni, tutti i vini di ogni categoria con le seguenti distinzioni generali:

 

Gran Medaglia d'Oro (Punteggio oltre 92/100) Medaglia d'Oro (Punteggio oltre 87/100) Medaglia d'Argento (Punteggio oltre 82/100) Medaglia di Bronzo (Punteggio minimo 80/100)

 

Per l'edizione 2020 sono previsti i premi speciali:

 

"FORUM DEGLI SPUMANTI" per la valorizzazione dei vini spumanti caratteristici provenienti dalle diverse regioni europee e non, e sostenere e stimolare lo sforzo delle aziende spumantistiche al continuo miglioramento dei prodotti, in collaborazione con il Comune di Valdobbiadene. "BIO DIVINO" per la valorizzazione dei vini biologici, così come previsto dal Regolamento di esecuzione (UE) n. 203/2012 della Commissione dell'8 marzo 2012, in collaborazione con l'Associazione Città del Bio;"PREMIO MONDO MERLOT "per la valorizzazione dei vini con percentuale minima di 85% di Merlot, in collaborazione con il Comune di Aldeno."GRAND PRIX ITER VITIS" per la valorizzazione dei vini Kosher, in collaborazione con Federazione internazionale "Iter Vitis – Les Chemins de la Vigne"."I VINI DEL SOGNO FELLINIANO" premio speciale riservato ai vini a base Sangiovese di Romagna e a base Rebula prodotti nella Provincia di Rimini e nella valle de Rubicone, per celebrare il centenario della nascita di Federico Fellini."GRAPPA AWARD" per valorizzare le grappe italiane, le tradizioni e la cultura dei territori.

 

La novità del concorso 2020, solo per questa edizione, consiste nel premio speciale dedicato a Federico Fellini con i vini dell'Amarcord; un omaggio al grande regista riminese in occasione del centenario dalla nascita con un riconoscimento speciale ai vini a base Sangiovese di Romagna. Al premio speciale saranno ammessi i vini delle cantine con vigneti in provincia di Rimini e nella Valle del Rubicone (Fc) e che producono, imbottigliano e commerciano Romagna Doc Sangiovese (nella versione Normale, Superiore e Riserva); Rimini Doc Sangiovese (Normale, Superiore e Riserva); Rimini Doc Rebola (Normale, Spumante e Passito); Rubicone Igp (tipologia Sangiovese).

 

Le aziende possono iscrivere online i loro vini www.cittadelvino.it/articolo.php?id=NDc0NA==
Per partecipare al Concorso Enologico Internazionale Città del Vino (e/o Grappa Award) prevista una quota di euro 80,00 + IVA per ogni campione di vino (un campione equivale a 6 bottiglie).

 


Tag: Vinitaly, concorso enologico, Associazione Nazionale Città del Vino


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?