23.10.2003 | Eventi

Il tartufo umbro illumina Roma

Una sera a Roma con il diamante della tavola. Il tartufo umbro sarà infatti protagonista di una cena-degustazione che si svolgerà lunedì 27 ottobre 2003 alle 20.30 presso l’Hotel Parco dei Principi. Organizzata dalle Comunità Montane dell’Alto Chiascio di Gubbio e dell’Alto Tevere Umbro di Città di Castello, la serata è l’occasione per condividere con la stampa romana e le Istituzioni il prezioso "re della tavola" e promuovere le due importanti mostre mercato del tartufo che si terranno a novembre a Gubbio e Città di Castello.

Si inizia il 30 ottobre, per finire il 2 novembre 2003, con la 22° edizione della Mostra Nazionale del tartufo bianco e dei prodotti agro-alimentari a Gubbio: per quattro giorni nelle medioevali vie del centro storico saranno protagonisti sia la mitica “trifola” (Tuber Magnatum Pico), il tartufo bianco considerato come il più prelibato fra tutti, che i tanti golosi prodotti agro-alimentari (prelibati formaggi, norcinerie, olio, miele e dolci tradizionali) della zona dell’eugubino-gualdese.

La Mostra è inoltre l’occasione di valorizzare le tante importanti attività artigianali del Comprensorio: ferro battuto, ricami, rilegatoria e restauro libri, produzioni in pelle e legno. Particolare attenzione verrà, inoltre, riservata alla ceramica e all’artigianato artistico che avranno come vetrina gli storici “arconi” del Palazzo dei Consoli dove si svolgerà una rassegna dedicata alle “Città della Ceramica” (Albissola, Assemini, Santa Teresa di Gallura, Gualdo Tadino e Gubbio).

Dal 7 al 9 novembre è la volta della rinascimentale Città di Castello con la 24° edizione della Mostra del tartufo bianco dell’Alto Tevere Umbro. Questa è l’ultima e più importante manifestazione dedicata al tartufo e prodotti di bosco dell’Alto Tevere, che iniziate a ottobre, si sono svolte a Citerna, Pietralunga, Monte S. Maria Tiberina e Montone. Nelle piazze del centro storico di Città di Castello si troveranno oltre al prezioso tartufo bianco, castagne, funghi, salumi, e formaggi tipici, dolci, vini.

Sono previste, inoltre, rassegne degli antichi mestieri quali il fabbro, il ceramista, l’impagliatore di sedie, lo scalpellino, il restauratore di antichi dipinti, l’incisore su rame, il cestaio che creeranno le loro opere. Il tartufo sarà anche al centro dell’attenzione della matita degli umoristi, con il concorso nazionale di Disegno Umoristico, che si cimenteranno sul tema “Il mondo è in declino…? Il Tartufo lo tira su…!”. Domenica 9 novembre, infine, è prevista la mostra mercato dei cani da tartufo e la gara di cerca del tartufo.

L’Alta Umbria che comprende l’Alto Chiascio (Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Scheggia e Bascelupo, Sigillo, Valfabbrica) e l’Alto Tevere Umbro (Citerna, Città di Castello, San Giustino, Montone, Pietralunga, Monte S. Maria Tiberina, Lisciano Niccone e Umbertide) hanno l’invidiabile caratteristica di poter contare sul proprio territorio il tartufo tutto l’anno: dopo il periodo della raccolta della trifola, dal 1° ottobre al 31 dicembre, inizia la stagione del nero dolce, poi a marzo si trova il Bianchetto, detto anche Marzuolo, poi arriva lo Scorzone e il Nero estivo. La presenza dei fiumi Chiascio e Tevere e la boscosità del territorio favoriscono la coltura del tartufo che trova da quelle parti il proprio habitat d’elezione in quanto l’ambiente è incontaminato.

La serata del 27 ottobre si svolgerà nelle splendide sale dell’Hotel Parco dei Principi, nelle quali saranno esposte “in vetrina” tutti i prodotti artigianali dei 7 comuni dei comprensori dell’Alto Chiascio e degli 8 dell’Alto Tevere Umbro. Dopo la visita delle bellezze artistiche locali seguirà la cena curata da due chef, Pierluigi Manfroni del ristorante Il Bersaglio di Città di Castello e Claudio Ramacci della Taverna del Lupo di Gubbio, noti per la loro capacità di creare piatti sofisticati con i prodotti tipici locali e il tartufo fresco bianco e nero.

Ufficio Stampa
Elisabetta Berrè

Cell: 338.5258926
e-mail: [email protected]

px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?