20.03.2002 | Itinerari del Gusto

Il turismo del vino è già in movimento...

Noi per primi, abbiamo lasciato monitor e tastiere per metterci in macchina ed inaugurare la nuova stagione... Manifestazione a Montefusco (AV) dove il Movimento Turismo del Vino ha organizzato: "Vino, Paesaggio e Monumenti" degustazione dei vini rossi campani.



Il Carcere Borbonico del castello di Montefusco,  con arcate poggianti su grossi pilastri e pareti in parte scavate nella roccia, è stato il suggestivo  scenario prescelto per l'evento.

Erano presenti più di 20 Aziende campane che hanno offerto assaggi en primeur di vini che certamente avranno meritato risalto al prossimo Vinitaly. Tra le molte aziende vitivinicole, Terredora che con i suoi 120 ettari di vigna in proprietà, è oggi in Campania tra le più importanti ed estese aziende vitivinicole; abbiamo incontrato Daniela Mastroberardino, raffinata ed orgogliosa testimone di vini come il Taurasi DOCG "Fatica Contadina" invecchiato per 18 mesi in Barriques di rovere francese di primo e secondo passaggio, successivamente 12 mesi in botti di hl 35 di rovere di slavonia.

Dal cuore del territorio del Taurasi anche la magnifica produzione delle Cantine Antonio Caggiano, i cui vini compaiono pluripremiati nelle migliori guide italiane, e quella della prestigiosa Antica Hirpinia i cui terreni hanno reso possibile, oramai da millenni, una coltivazione di vitigni autoctoni quali l’aglianico, il greco, il fiano, la coda di volpe. Dalla Provincia di Avellino anche l'Azienda Agricola Di Meo e l'Azienda Vadiaperti

A supporto delle degustazioni, difficile sottrarsi agli assaggi del Caciocavallo silano D.O.P e della Scamorza tipica di Montella che hanno deliziato il palato delle centinaia di eno-visitatori.

Le altre aziende presenti all'evento provenivano da tutto il territorio campano: la Fattoria Torregaia e l'Azienda Agricola Mustilli rispettivamente da Dugenta e Sant'Agata dei Goti della provincia di Benevento. Da Benevento e precisamente da Castelvenere anche un'altra azienda pluripremiata: Antica Masseria Venditti

Le Cantine Federiciane, Le Cantine Grotta del Sole della famiglia Martusciello da Napoli; Le Cantine di Pietratorcia da Ischia; Val Calore, De Conciliis dalla provincia di Salerno; Villa Matilde, Cantine Caputo, Castello Ducale, Fattoria Prattico dalla provincia di Caserta.

Intervistato da "Il Mattino" Corrado D’Ambra, Presidente regionale del Movimento Turismo del Vino: «Cresce la domanda di enoturismo. Per centinaia di persone è stata l’occasione di conoscere i vini, la splendida struttura del Carcere Borbonico e di scoprire l’arte del tombolo. Ripeteremo ovunque troveremo enti locali sensibili a questo discorso».

Dieci...cento...mille di queste manifestazioni :)
VINit team



px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?