24.02.2013 | Eventi Inserisci una news

Report 17° Edizione Berliner Wine Trophy 2013

Invia un commento

L'unico Concorso al Mondo in cui vengono contingentati i campioni in concorso

Ho partecipato per la seconda volta a questo concorso internazionale, che quest'anno ha bloccato le iscrizioni a 3.700 campioni, unico caso al Mondo, per consentire all'organizzazione ed ai 130 giudici internazionali una migliore conduzione delle sessioni di degustazione.

A seguito delle modifiche alle direttive dell'OIV, che sono entrate in vigore a partire dal 1° gennaio 2010, i vini presentati al Berliner Wein Trophy saranno suddivisi in sottogruppi e premiati ai sensi delle direttive OIV. Ciò garantirà una valutazione equa di tutti i campioni presentati.

Se nel passato i vini dolci hanno sempre ottenuto un numero di medaglie superiore rispetto a tutti gli altri vini, in futuro ciascuna singola categoria sarà valutata separatamente. Ciò significa che in ciascuno dei gruppi costituiti in precedenza saranno premiati i prodotti migliori, e dunque sarà premiata una percentuale corrispondente al numero di vini presentati in ciascun gruppo.

Tuttavia, i premi saranno conferiti soltanto a quei campioni che avranno ottenuto il punteggio richiesto. Nello specifico si tratta di:

Argento almeno 82 punti

Oro almeno 85 punti

Grande Oro almeno 92 punti

Vini bianchi - 4 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 4,1 g/l e 12 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 12,1 g/l e 45 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 45 g/l

Vini bianchi da coltivazione biologica - 4 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 4,1 g/l e 12 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 12,1 g/l e 45 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 45 g/l

Vini rosé - 4 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 4,1 g/l e 12 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 12,1 g/l e 45 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 45 g/l

Vini rosé da coltivazione biologica- 4 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 4,1 g/l e 12 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri compreso tra 12,1 g/l e 45 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 45 g/l

Vini rossi- 2 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 4 g/l

Vini rossi da coltivazione biologica- 2 sottogruppi –

Vini con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini con un contenuto di zuccheri di oltre 4 g/l

Vini frizante- 2 sottogruppi –

Vini frizante con un contenuto di zuccheri di massimo 4 g/l

Vini frizante con un contenuto di zuccheri di oltre 4 g/l

Vini spumante - 4 sottogruppi –

Vini spumante con un contenuto di zuccheri di massimo 12 g/l

Vini spumante con un contenuto di zuccheri compreso tra 12,1 g/l e 32 g/l

Vini spumante con un contenuto di zuccheri compreso tra 32,1 g/l e 50 g/l

Vini spumante con un contenuto di zuccheri di oltre 50 g/l

Vini liquorosi - 3 sottogruppi -

Vini liquorosi con un contenuto di zuccheri di massimo 6 g/l

Vini liquorosi con un contenuto di zuccheri compreso tra 6,1 g/l e 40 g/l

Vini liquorosi con un contenuto di zuccheri di oltre 40 g/l

Inoltre, al Berliner Wein Trophy verranno conferiti anche altri premi speciali. L'elenco preciso dei singoli premi speciali e le condizioni di partecipazione si trovano alla voce "Premi speciali".

 

Le sessioni di degustazione erano generalmente non piu' di 3 al giorno, le 20 commissioni giudicatrici composte da 7 membri, la giuria n.8 alla quale sono stato assegnato era cosi' composta :

n. 1 enologo tedesco

n. 2 importatori tedeschi

n. 1 importatore spagnolo

n. 1 produttore francese

n. 1 giornalista americano

n. 1 giornalista italiano

Vi riporto, in questo link : http://www.winetaste.it/ita/anteprima.php?id=7930

le immagini di alcuni fogli di degustazione che ci venivano consegnati a fine sessione, sui quali ho riportato i miei migliori punteggi assegnati ai vari vini assaggiati !

Vi invito a leggere i nomi dei vitigni unici e particolari che ancora non conoscevo, un esercizio molto intrigante, delicato e formativo quello di degustare vini di cui non si conosceva nemmeno l'esistenza, ma Vi assicuro non certamente facile.

Per questo, il lavoro del degustatore richiede tantissima passione, ma altrettanta umiltà e voglia di imparare anche dopo 25 anni !

Buona lettura

Roberto Gatti

Febbraio 2013

 


Tag: winetaste, concorsi enologici, roberto gatti, berlino, berliner wine trophy


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?