10.04.2014 | Vino e dintorni Inserisci una news

Lambrusco Millenaria: Storia e passione per il territorio danno vita ad un vino firmato dalla Cantina Di Gonzaga.

Invia un commento

La Cantina di Gonzaga ha voluto celebrare con un vino, il suo legame con le sue origini e con un territorio tanto generoso, che da anni dona i suoi frutti a molti imprenditori agricoli impegnati nel produrre qualità.

 

Il nuovo Lambrusco Millenaria della Cantina di Gonzaga,realtà cooperativa della provincia di Mantova, è interamente dedicato al suo territorio di origine e in particolare alla città di Gonzaga dove si trova tutt’ora la storica sede aziendale. La fiera Millenaria si svolge da più di 500 anni, nel cuore di un territorio profondamente legato al mondo agricolo. Si tiene ogni anno ed è un appuntamento di rilevanza nazionale che richiama allevatori e agricoltori da ogni parte della penisola. La nascita della Fiera Millenaria risale al 1448, anno in cui si verificò un evento miracoloso che coinvolse Francesco II Gonzaga. Grato alla Madonna per lo scampato pericolo, il Marchese volle dedicare un giorno di festa alla Vergine individuandolo nell'8 settembre, festa della natività di Maria, celebrandola con il commercio di beni senza pagamento di gabelle e dazi attorno al convento. Da quel giorno ogni anno si tiene una delle fiere agricole più famose d’Italia.

  

Il Presidente della Cantina, Paolo Bernini afferma soddisfatto: “ Da quando sono stato nominato Presidente sto cercando di valorizzare i frutti del lavoro dei nostri viticoltori e questo prodotto, grazie alle mani sapienti dei nostri enologi e del nostro personale di cantina, ci rappresenta tutti. Spero che a Vinitaly ci sia l’occasione di farlo assaggiare e di farlo apprezzare al meglio”.

È un Lambrusco Mantovano di carattere, il vino che quest’anno viene presentato a Vinitaly.  Dal colore deciso, rubino con sfumature porpora, ha profilo olfattivo intenso con note fruttate di more, lamponi e mirtilli. Al gusto risulta avvolgente e piacevole, fresco con note tanniche presenti ma mai invadenti.  I vitigni  Lambrusco Viadanese, Lambrusco Salamino e Lambrusco Ruberti, clone autoctono della zona, di produzione e origine 100% mantovana, sono macerati a temperatura controllata per 4/5 giorni al fine di estrarre la struttura, i profumi e i colori desiderati dalla Cantina di Gonzaga. Ideale l’abbinamento con primi piatti al sugo, secondi a base di carne.

 


Tag: lambrusco, lambrusco mantovano, Gonzaga, Cantina di Gonzaga


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?