17.05.2011 | Vino e dintorni Inserisci una news

L'Azienda Vinicola Baldarelli di Corinaldo (An)

Invia un commento

L'azienda Vinicola Baldarelli รจ una piccola azienda a conduzione familiare intestata a Baldarelli Valerio. Attualmente coltiva 5,5 Ha di vigneto tra cui 1 Ha circa di nuovo impianto. Si colloca nei pressi di un piccolo paese di origine medievale, Corinaldo in provincia di Ancona nella regione Marche.

Cliccare qui per visitare la pagina completa dell'Azienda Vinicola Baldarelli.

 

L'azienda nasce circa 11 anni fa in maniera ufficiale ma ha un passato molto più antico, tanto che è difficile datarla esattamente, ma possiamo dare una indicazione generazionale più o meno precisa.
L'attuale proprietario è il sig. Baldarelli Valerio, il promotore di questa piccola realtà e il sig. Baldarelli Gerardo, (padre del titolare) non che collaboratore dell'azienda. Ma questo è solo il presente, poiché tutto ha inizio molto prima.
Il bisnonno del sig. Gerardo era a suo tempo un agricoltore e possedeva una cantina nel comune di Montenovo, attualmente chiamato Ostra Vetere. Gia all'epoca esisteva una cantina Baldarelli, ma con il passare degli anni e le varie gestioni al quanto discutibili dei successori l'azienda scompare in maniera ufficiale.

Le generazioni seguenti restando in ambito agricolo anno proseguito il cammino fino ai giorni nostri, creando le opportunità e le basi per la nascita dell'attuale azienda come ora si presenta.

La nostra piccola azienda fonde in un equilibrio perfettamente bilanciato tradizione, esperienza e tecnologia per arrivare a creare prodotti praticamente unici nel loro genere restando sempre strettamente legati ai vincoli imposti naturalmente, vale a dire caratteristiche del territorio, dei vitigni coltivati e condizioni climatiche che caratterizzano le varie stagioni che si susseguono.

Ci prendiamo cura dei nostri prodotti fin dall'inizio.

Dalla creazione degli impianti di produzione, dal loro sviluppo,dalla coltivazione delle uve fino alla vinificazione.

Tutto questo è possibile semplicemente perché essendo una piccola azienda, utilizzando tecniche di produzione adeguate e appoggiandoci ad esperti del settore come tecnici agrari ed enologici, riusciamo ad adottare le migliori soluzioni per i vari problemi che si presentano nella produzione.

Non dimenticando mai il nostro obiettivo finale, un prodotto di qualità, genuino ad un prezzo contenuto perché il vino resti una tradizione oltre che una consuetudine nelle nostre tavole.

 

-Come nasce lo Stemma?

Qui dobbiamo tornare ancora più indietro.

In realtà lo stemma non è un lavoro di creazione grafica ma una ricostruzione grafica, semplicemente perché è l'antico stemma della casata Baldarelli esistente molti anni fa. La nostra è stata solo una ricostruzione guidata da un antico manoscritto che lo descriveva, apportando qualche piccola modifica e adattandolo alle nostre esigenze.

Le uve arrivano in azienda due volte al giorno per ridurre al minimo l'ossidazione dei mosti durante la vendemmia.

La prima lavorazione è la pigiatura, da qui inizia la differenziazione tra bianca e rossa.

Le uve rosse vanno a fermentare per 3-4 giorni, poi vengono pressate per separare i mosti dalle bucce e vanno a concludere la fermentazione in cisterna.

Quelle bianche vanno direttamente in pressatura per separare il mosto dalle bucce.

I mosti prodotti vengono messi in cisterne e poi refrigerati, restano in questo stadio di attesa per circa una giornata, per permettere la naturale decantazione di essi,vengono travasati in maniera da separare fin da subito le varie impurità presenti, permettendo cosi che i mosti vadano a fermentare privi di sostanze che potrebbero alterare o ridurre profumi e sapori dei vini a fine lavorazione.

Una volta in fermentazione la nostra attenzione si concentra sulla temperatura, mantenuta circa a 20 gradi per preservare i profumi dei mosti.

La fermentazione può prolungarsi anche per più di 20 giorni ma una volta terminata dobbiamo solo aspettare che i nostri vini maturino si affinino in maniera del tutto naturale, e quando necessario travasarli per eliminare i depositi derivanti dalla fermentazione.


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?