31.10.2009 | Vino e dintorni Inserisci una news

Timorasso : il miglior vino bianco piemontese ?

Invia un commento

Caspita…..ogni volta che degusto un vino appartenente a questa tipologia, non finisco di stupirmi, per l’alto livello di piacevolezza, integrità olfattiva e per la similitudine con quello che, a mio avviso , ne è il padre “ putativo “ il Riesling Renano, come ho già ampiamente trattato qui : http://www.winetaste.it/ita/anteprima.php?id=5220

Oggi cari amici lettori Vi stò scrivendo di :

 

VIGNAIOLO CLAUDIO MARIOTTO in Vho

Strada per Sarezzano, 29 - 15057 Tortona (Alessandria)

Tel. e Fax 39 0131 868500 –

e-mail: [email protected]

Sito Internet : http://www.claudiomariotto.it/

 

 

Un po’ di storia

Condotta da Claudio Mariotto con l'ausilio del fratello Mauro e della mamma Piera si estende su un territorio di circa 70 ettari, di cui 15 coltivati a vigneto, nei comuni di Tortona e Sarezzano. E' nata intorno al 1920 dal bisnonno Bepi, in seguito la continuità è stata assicurata dal nonno Salvatore e dal papà Oreste. Il nostro obiettivo è sempre quello di proporre un prodotto di qualità, che sia all'altezza della nostra tradizione e del nostro impegno.

 

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Vino Timorasso “ Derthona 2007- gr. 14

Scheda tecnica

dalla fine degli anni '90 coltivo il Timorasso e ne vinifico le uve con sempre crescente passione soddisfazione. In qualità di produttore, l'aver creduto nel Timorasso si può spiegare nel fatto che questo vitigno, pur facendo parte da sempre nella cultura del mio territorio, non ha mai avuto grande diffusione in quanto nelle mie zone si dava preferenza alla Barbera e al Cortese.

 

 

Partendo da queste considerazioni e confortato dai più sulle potenzialità qualitative del Timorasso ho deciso di cambiare gli orientamenti produttivi della mia azienda puntando su una gamma altamente rappresentativa della realtà della mai collina e del territorio su cui si trovano miei vigneti. Ho pensato quindi di utilizzare il nostro vitigno autoctono per produrre un vino bianco di grande personalità che poteva essere di grande aiuto per inserirsi e collaborare con quei professionisti del gusto il cui scopo primario è la la totale ricerca delle qualità, identicità ed autenticità, per uscire così da un mercato sempre piu' inflazionato da prodotti omologati.

 

Vitigno: Timorasso 100% da antiche vigne selezionate nel comune di Vho.

 

Esposizione ed altitudine: sud-ovest, 250-300m slm.

 

Caratteristiche del terreno: calcareo-argilloso.

 

Sistema di coltivazione: Guyot (4.000 piante per ettaro).

 

Età dei vigneti: fino a 40 anni.

 

Resa per ettaro: 5.000 Kg/ettaro.

 

Vendemmia: fine-Settembre/inizio ottobre, vendemmia a mano in piccole ceste di legno.

 

Vinificazione: pressatura soffice, sfecciatura, fermentazione a temperatura controllata e affinamento sulle fecce nobili.

 

Contenuto Alcolico: ca. 13-14% Vol.

 

Colore: giallo paglierino, nitido e di media intensità, limpidissimo.

 

Profumo: intenso, lungo, continuo e persistente, floreale, fruttato con una sensazione calda e suadente in un complesso morbido ed elegante con note finali di pietra focaia.

 

Sapore: molto tipico, lievi sentori minerali che sfumano in note di camomilla, susine mature, noce e mandorla tostata nel finale.

 

Accostamenti gastronomici: ottimo a tutto pasto, per il dopo cena e da "meditazione". Si esalta nell'abbinamento a formaggi saporiti, sui crostacei non ha rivali ma sa accompagnare carni bianche, patè di carne e torte di verdura.

 

Confezioni disponibili :in scatole da 6 o 12 e Magnum.

 

 

Note di Degustazione di Winetaste

 

Bello fin dal colore questo vino, di un giallo intenso in tonalità oro; al naso ricorda i migliori Riesling Renani : note di “ polvere da sparo “, idrocarburi, di buona intensità; in bocca è denso, piacevole, i 14 gr. di alcol non si percepiscono, un sorso tira l’altro : di corpo, pieno, si apre a meraviglia nel centro bocca, dove ritornano le note percepite al naso, una buona spalla acida,  in sottofondo emerge una leggera e piacevole nota di nocciola. Grande equilibrio sensoriale, magnifico il finale di bocca, dove il suo sapore rimane per minuti interminabili.

Un vino che mi ha fatto innamorare definitivamente di questa tipologia, un grande vino bianco del Piemonte  e dell’ Italia tutta.

Da classificare ottimo/ eccellente in base alla legenda di cui sotto.

Che sia proprio il Timorasso il migliore vino bianco del Piemonte ? Ne ho sempre piu’ un forte convincimento, ultimo tassello che mi manca è la longevità di questo vino, ma ho già pronta in cantina una verticale a ritroso per circa un decennio, e la tenuta nel tempo mi confermerà o meno questo mio convincimento.

Alla nostra salute, cari amici lettori, con il magnifico Timorasso Derthona dell’azienda Claudio Mariotto, Vignaiolo in Vho.

Roberto Gatti

31-10-2009

 

 

 

0-60 

scadente o difettoso

61-70

passabile o corretto

71-75

medio e senza pretese

76-80

piacevole o franco

81-85

buono

86-90

molto buono/ ottimo

91-95

eccellente

96-100

Top Wine

 

PS ) Ho aperto un gruppo su Facebook per gli amanti di questa tipologia di vini, potete iscrivervi direttamente al link:

http://www.facebook.com/home.php?ref=home#/group.php?gid=147683474363&ref=mf

 


Tag: winetaste, timorasso, tortona, claudio mariotto, vho, derthona, roberto gatti


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?