23.01.2017 | Eventi Inserisci una news

Il Progetto Indigena nella patria del Grignolino

Invia un commento

L'iniziativa ideata dal wine-writer Ian D’Agata e dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, con la collaborazione di Collisioni Festival, continua il suo percorso alla scoperta dei vitigni autoctoni piemontesi

Il Progetto Indigena, iniziativa ideata dal wine-writer Ian D'Agata e dall'Assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte, con la collaborazione di Collisioni Festival, continua il suo percorso alla scoperta dei vitigni autoctoni piemontesi.

 

Il 24 gennaio, dalle ore 10, sarà la volta del Grignolino con un evento dedicato, a cura del Consorzio Colline del Monferrato Casalese in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato, presso il Castello di Casale Monferrato, che vedrà un seminario tenuto da esperti di vino di USA, Canada e Cina, moderato dallo stesso Ian D'Agata, direttore creativo del Progetto Vino di Collisioni.

 

A dialogare sulle prospettive del mercato del vino Grignolino nel nuovo continente e nei Paesi emergenti saranno infatti la Master Sommelier Laura De Pasquale, vice presidente di ARTisanal Fine Wines, sezione del Gruppo Southern Glazer's Wines and Spirits, il più grande importatore americano, Michaela Morris, scrittrice di vino canadese, iscritta al programma Master of Wine, e Lingzi He, giovanissima wine-writer ed educatrice cinese, collaboratrice della rivista Moderweekly, leader cinese nel settore lifestyle, anche lei studentessa Master of Wine.

 

Un momento di confronto, dunque, non solo tra professionisti, ma anche con produttori e giornalisti, che avranno la possibilità di osservare il mercato da una prospettiva diversa, di porre domande e di cercare insieme soluzioni innovative. Dopo il pranzo, la giornata proseguirà con una tavola rotonda in cui produttori ed esperti siederanno ad uno stesso tavolo e degusteranno le etichette delle cantine partecipanti. Sarà l'occasione di presentare la tradizione enoica del territorio, ricevendo suggerimenti e consigli e instaurando un dibattito con gli esperti, ma anche tra gli stessi produttori. Un momento per condividere la propria tradizione e per aprirsi a prospettive di innovazione grazie ad una visuale sui mercati internazionali ma anche a progetti di collaborazione e di crescita condivisa.

 

Prossimo appuntamento il 1° febbraio grazie al Consorzio del Roero, che ospiterà presso l'Enoteca Regionale del Roero insieme a Ian D'Agata e a due dei più grandi decani internazionali del giornalismo di vino: la firma storica di Decanter, Steven Spurrier e il caporeddatore di Figaro Vin Bernard Burtschy, per raccontare il territorio roerino e i suoi autoctoni bianchi e rossi con una tavola rotonda curata dal giornalista gastronomico Vittorio Manganelli.

 

Luciano Pavesio


Tag: consorzio, Roero, Monferrato, grignolino, Casale, D'Agata, Collisioni, Manganelli, Indigena


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?