20.11.2020 | Vino e dintorni Inserisci una news

Cantine Bosca: tradizione e innovazione degli spumanti piemontesi

Invia un commento

L'azienda di Canelli, proprietaria di una delle più spettacolari "Cattedrali Sotterranee", con la "Riserva del Nonno" ha recentemente ricevuto il premio speciale “Best Sparkling Wine” nel prestigioso concorso enologico “Asia Wine Trophy”

Produttori di spumante e vino a Canelli sin dal 1831, la Cantina Bosca da anni si divide tra tradizione e innovazione attraverso la costante ricerca di nuovi prodotti e nuovi mercati sotto la quotidiana spinta e gestione dei fratelli Pia, Gigi e Polina Bosca, sesta generazione alla guida di una delle più antiche case spumantiere canellesi.

 

Le "Cattedrali Sotterranee dello spumante", nominate nel 2014 Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nell'elenco dei "Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato", sono le silenziose testimoni della storia secolare di questa azienda.

Entrare in queste spettacolari cantine, significa immergere i sensi in un ambiente magico.

Navate, deambulatori, transetti si aprono in grandi crociere come ad essere realmente in una Grande Cattedrale, da cui il nome di queste costruzioni ipogee che si susseguono come un grande serpente lungo centinaia di metri con stili diversi per tutto il sottosuolo di Canelli.

 

Nel silenzio e nella quiete di questo luogo nasce la "Riserva del Nonno", il top-quality spumante metodo classico dell'azienda, recentemente insignito del premio speciale "Best Sparkling Wine" nel prestigioso concorso enologico "Asia Wine Trophy".

Il tempo è il vero segreto dell'eleganza di questo spumante, le storiche Cattedrali Sotterranee Patrimonio dell'Umanità il palcoscenico che gli dà la luce.


La rifermentazione in bottiglia inizia solo la primavera successiva alla vendemmia e si attendono minimo 30 mesi per l'affinamento in bottiglia nelle tradizionali pupitres.

Si dedicano quindi sessanta giorni al remuage, fatto rigorosamente a mano, seguito da una sboccatura "à la glace" con aggiunta di liqueur d'expédition.
La caratteristica tacca sul fondo della bottiglia è un riferimento per i cantinieri durante la fase di remuage, nella quale le bottiglie di spumante vengono ruotate per far depositare i lieviti esausti e indica il tempo trascorso in affinamento.

 

Degustando questo spumante appare vellutato, stringe a sé acidità e freschezza con un'armonia unica, lasciando profumate note di crosta di pane, sentori floreali e un gran finale di miele.

Ottimo come aperitivo, non disdice abbinamenti più importanti con piatti di pesce, carni bianche e tagliatelle allo zafferano.

 

Silvana Albanese

Luciano Pavesio

 



Tag: canelli, bosca, asia wine trophy, Riserva del Nonno, Best Sparkling Wine


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?