29.05.2014 | Eventi Inserisci una news

Monica Larner “madrina” del Barolo 2010

Invia un commento

La giornalista sarà l’ospite d’onore il 1 giugno all’Enoteca Regionale del Barolo per la presentazione della nuova annata del “re” dei vini piemontesi. Dal 1 al 7 giugno grande banco d’assaggio dedicato al Barolo 2010

"Un'Annata alla Vostra Attenzione", il tradizionale evento organizzato dei rinnovati locali del Castello Falletti di Barolo, sede dell'Enoteca Regionale del Barolo, presenterà domenica 1° giugno agli operatori del settore e al grande pubblico l'annata 2010 del Barolo dei produttori aderenti.

Testimonial d'eccezione dell'annata sarà Monica Larner, "italian Reviewer" scelta l'anno scorso da Rober Parker per la rivista The Wine Advocate, una delle più note ed influenti al mondo in fatto di vino, per le sue indubbie qualità di giornalista, che le hanno permesso di vincere per due volte il "Best Young Journalist of the Year", uno dei massimi onori assegnato ogni anno al Vinitaly, e per ben tre volte il "Best International Journalist" Silver Grape Leaf, assegnato da parte del prestigioso Comitato Grandi Cru d'Italia .

 

Nel corso della giornata verrà presentata e degustata la "Selezione Ufficiale dell'Enoteca", vale a dire la partita numerata di bottiglie e magnum che verrà "sigillata" con tappo anonimo, "vestita" da un'etichetta artistica realizzata dall'artista torinese Ezio Gribaudo ed utilizzata come bottiglia istituzionale nelle prossime manifestazioni dell'Enoteca. Arduo il compito del Comitato Tecnico di valutare la ventina di campioni di Barolo 2010 per individuare quello più rappresentativo dell'annata.

 

"Come sempre il lavoro dei nostri tecnici ed esperti degustatori è stato prezioso." – ha commentato Federico Scarzello, Presidente dell'Enoteca Regionale del Barolo - "Vorrei ringraziare Giovanni Bressano, Gianluca Colombo, Armando Cordero, Luca Faccenda, Giancarlo Germano, Lorenzo Tablino e Gianluca Viberti perché con la consueta competenza hanno svolto un ottimo lavoro data la straordinaria qualità dei vini. Si è trattato della prima sessione dopo il rinnovo del Consiglio di Amministrazione del novembre scorso e per l'occasione abbiamo inserito alcune nuove professionalità che hanno interagito molto positivamente e hanno contribuito a confermare il ruolo centrale della Commissione Tecnica non solo nella scelta della Selezione Ufficiale, ma anche nelle degustazioni di ammissione e di controllo della qualità che sono alla base di ogni Enoteca Regionale."


Il programma della manifestazione prevede per domenica 1 giugno, alle ore 11, la presentazione del Barolo 2010 presso il "Tempio dell'Enoturista" all'interno del Castello Falletti di Barolo, con la dedica del millesimo a Monica Larner , seguita dalla descrizione delle caratteristiche di questa annata da parte dell'enologo Armando Cordero, insignito Gran Maestro dell'Ordine Dinastico del Barolo per la sua incomparabile conoscenza di questo vino e del suo territorio.

"Si è trattato di un'annata abbastanza complessa e impegnativa per i viticoltori, in particolare per quanto concerne la sanità delle uve, che li ha costretti a intervenire in maniera precisa e tempestiva dal punto di vista agronomico, per evitare il pericolo di attacchi di crittogame. A un inverno rigido e particolarmente prolungato, con abbondanti nevicate che hanno garantito importanti riserve idriche nel terreno, è seguita una primavera nella norma ma da un inizio dell'estate con abbondanti precipitazioni e qualche circoscritta grandinata di lieve entità. Per tutta l'ultima decade di agosto ed il mese di settembre si è registrato un aumento delle temperature giornaliere con ottima escursione termica tra il giorno e la notte, fenomeno che ha contribuito in maniera fondamentale alle caratteristiche dell'uva, specialmente dal punto di vista dei contenuti polifenolici. Il Nebbiolo ha quindi potuto godere appieno del mese di settembre, dove il bel tempo ha compensato il leggero ritardo nella maturazione dovuto al periodo piovoso tra luglio ed agosto, e ha permesso l'accumulo di zuccheri controbilanciato da un graduale calo del quadro acido, fino ad arrivare alla vendemmia con valori ottimali. La maturazione delle componenti fenoliche, essenziali per garantire il corpo e l'attitudine all'invecchiamento, è infine risultato ottimo".


Il pomeriggio e l'intera settimana seguente (dal 2 al 7 giugno con esclusione del mercoledì) saranno dedicata alla degustazione della nuova produzione, che quest'anno sarà ospitata nei locali dell'Enoteca Regionale del Barolo, recentemente rinnovati con un nuovo ed accogliente allestimento che prevede tra l'altro un innovativo sistema Enomatic di "wine tasting", tramite carta prepagata, con una gamma di ben 32 bottiglie differenti in degustazione di varie annate suddivisi per zona di produzione e caratteristiche organolettiche: una novità veramente ghiotta e interessante a disposizione degli enoturisti!

 

Per informazioni ulteriori e dettagli consultare il sito www.enotecadelbarolo.it o le pagine dedicate su Facebook e Twitter.

 

Luciano Pavesio

Silvana Albanese


Tag: Barolo, enoteca, 2010, regionale, castello, falletti, Scarzello, Enomatic, Larner


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?