03.05.2016 | Vino e dintorni Inserisci una news

Progetto QR-Code Barolo 3.0: quando la grafica prende vita

Invia un commento

All'Enoteca Regionale del Barolo (CN) si coinvolgono gli appassionati enologici piĆ¹ tecnologici varando il Progetto QR-CODE BAROLO 3.0 con l'hashtag ufficiale #interazione

All'Enoteca Regionale del Barolo, l'hashtag ufficiale per il 2016 è #interazione: con il mese di aprile si inaugura infatti il Progetto QR-CODE BAROLO 3.0, rivolto a tutto il pubblico, in particolare a quello più attento alla tecnologia, che prevede la comunicazione di contenuti dedicati attraverso appositi codici QR per ampliare e creare occasioni di approfondimento in forma di percorsi di partecipazione attiva e consultazione di materiale appositamente selezionato per incuriosire e coinvolgere sia coloro che ci visitano di persona, sia coloro che ci "frequentano" attraverso il website o i social media.

 

Cos'è un codice QR?

 Il Codice QR (dall'inglese Quick Read o Quick Response ossia Risposta Veloce) è un codice a matrice, composto da moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni leggibili tramite smartphone, tablet o qualsiasi apparecchiatura dotata della tecnologia per poterlo decodificare.

È quindi un vero e proprio strumento di comunicazione bidirezionale anche nelle sue modalità di utilizzo e fruizione non solo per chi desidera promuovere il proprio prodotto o servizio, ma anche per chi riceve ed entra in contatto con informazioni e funzionalità aggiuntive in modo rapido, economico, efficace e gratificante, trasformando in molti casi gli utenti passivi dell'informazione in elementi attivi (quando per esempio si ha la possibilità di interagire con commenti, apprezzamenti o votazioni).

 

Prima fase: "BAROLO 3.0... Taste the Difference!"

 Per sperimentare le potenzialità del sistema, che verrà implementato di volta in volta in maniera dinamica, è stata individuata un'azione pilota a cui seguirà una serie di iniziative a grappolo nel corso dell'anno: nasce così "BAROLO 3.0... Taste the Difference!", la degustazione in palmo di mano, che integra e completa "Il giro del Barolo in 32 etichette", tradizionale e ormai consolidata proposta che ogni giorno presenta in assaggio fino a 32 Barolo differenti per annata e produttore, ma soprattutto per zona di produzione e caratteristiche organolettiche.

 

A partire da venerdì 8 aprile 2016, a tutti coloro che si presenteranno al desk dell'Enoteca Regionale del Barolo per assaggiare e scoprire il Barolo attraverso il nostro "percorso sensoriale", scegliendo liberamente in base al proprio gusto e alle proprie preferenze, verrà richiesta come sempre la consegna in deposito cauzionale di un documento d'identità, ma, oltre al calice ed alla speciale winecard per la scelta dei Barolo in assaggio ed il successivo pagamento, verrà consegnato anche un folder informativo dalla grafica immediata ed intuitiva, su cui annotare le proprie considerazioni personali sui vini e trovare accanto ad alcune semplici indicazioni che consentono di muoversi con facilità nel complesso e affascinante mondo del Barolo anche specifici codici QR (uno per ciascuna etichetta in assaggio) che collegano direttamente al sito web del produttore e alla classificazione delle annate.

 

"Grazie al sistema Enomatic," - spiega il presidente Federico Scarzello - "una tecnologia all'avanguardia che permette di conservare le bottiglie aperte senza comprometterne la qualità, dal 2014 siamo già in grado di offrire ogni giorno ai nostri visitatori fino a 32 etichette di Barolo contemporaneamente, lasciando loro la libertà di farsi guidare da elementi oggettivi (come ad esempio il terreno) per una scelta di emozione e di gusto. Ora la nostra offerta si arricchisce di un nuovo elemento: chi lo desidera, attraverso il proprio smartphone o tablet può facilmente connettersi al sito del produttore del Barolo che sta assaggiando ed entrare in contatto e confrontarsi anche con la sua filosofia, la sua storia, la sua cultura. Il nostro pubblico è sempre più attento e giustamente esigente, quindi dobbiamo cercare di fornire risposte adeguate. Valutando nuove strategie di comunicazione, abbiamo immediatamente pensato agli strumenti tecnologici che abbinati al telefono cellulare o simile permettono il pieno coinvolgimento del soggetto, perché questa è se-condo noi la vera frontiera della comunicazione ed insieme il punto di incontro e di interazione tra il mondo reale (offline) ed il mondo virtuale (online). In seguito è stato sufficiente analizzare le statistiche relative al nostro sito web per capire come l'interesse delle oltre 500.000 visualizzazioni registrate in pochi mesi si sia concentrato principalmente sul database dei nostri produttori e sulla classificazione delle annate, perciò ci è sembrato naturale cominciare la nostra attività di divulgazione tecnologica proprio da questi argomenti. Inoltre i lavori di ristrutturazione terminati nella primavera 2014 hanno fra l'altro consentito di dotare i locali dell'Enoteca Regionale del Barolo del servizio Wi-Fi gratuito per i nostri ospiti, quindi, a maggior ragione, tutti coloro che verranno a trovarci nei prossimi mesi avranno la possibilità di accedere ai nostri servizi 3.0."

 

Leggere i QR-code, in effetti, è davvero molto semplice: basta avere uno smartphone o un tablet dotato di fotocamera e di un'applicazione dedicata scaricabile gratuitamente.

"Una volta avviata l'applicazione, si inquadra il codice da alcuni centimetri di distanza e si attende qualche istante per essere indirizzati al link, all'immagine o alle informazioni corrispondenti. L'utilizzo dei nuovi media permette infatti di raccontare il nostro territorio e di dare voce ai nostri produttori attraverso una comunicazione completa e fruibile in qualunque momento non solo per le migliaia di turisti che ci raggiungono ogni anno, ma anche per tutti coloro che vivono sul territorio e desiderano semplicemente riscoprire o approfondire la cultura ed il mondo del Barolo".

"Il principio che ispira il nostro Progetto QR-CODE BAROLO 3.0 è quello di sfruttare al meglio le potenzialità della tecnologia, supportando con dispositivi digitali più agili e veloci il lavoro del nostro Staff, che in questo modo può avvalersi di uno strumento in più da affiancare all'imprescindibile comunicazione tradizionale, fatta anche di accoglienza e relazioni personali oltre che di preparazione tecnica e linguistica, per favorire ed incentivare un collegamento immediato e diretto con la realtà del nostro territorio attraverso la condivisione di contenuti che in questa prima fase permettono di interagire in modo nuovo e dinamico con i 200 produttori della nostra struttura e successivamente consen-tiranno tutta una serie di nuove attività legate alle manifestazioni in programma ed approfondimenti sulla materia specifica, anche in base ai suggerimenti che di volta in volta verranno sollecitati attraverso la pagina Facebook dell'Enoteca Regionale del Barolo, continuamente aggiornata e potenziata perché questo so-cial network è risultato il più conosciuto e diffuso anche tra i nostri visitatori".

 

ENOTECA REGIONALE DEL BAROLO

Orario Shopping: dal giovedì al martedì h. 10,00 – 18,30

Orario Degustazioni: da giovedì al martedì h. 10,00 – 18,00 (ritiro winecard entro le ore 17,30)

Mercoledì chiuso

Sede legale, "Boutique" e Uffici: Piazza Falletti, 1 (ingresso da via Acqua Gelata) – 12060 Barolo (CN) Telefono +39 0173 56277 E-Mail [email protected]

Facebook www.facebook.com/EnotecaRegionaledelBarolo

Twitter @Barolo_enoregInstagram @barolo_enoreg

 

Silvana Albanese

Luciano Pavesio


Tag: Barolo, enoteca, regionale, falletti, Enomatic, QR, codice, interazione


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?