17.04.2012 | Itinerari del Gusto Inserisci una news

Il Biscotto di Ceglie Messapica

Invia un commento

Durante il recente tour enogastronomico effettuato in Puglia, abbiamo toccato le località di Ceglie Messapica, Convertino, Ostuni, Manduria , e Sava. La prima tappa ci ha visto ospiti di un vero forno artigianale,

ancora funzionante a legna, ottenuta dalle potature degli ulivi. Qui viene prodotto giornalmente il pane, ma anche una vera e propria specialità che è il biscotto di Ceglie.

Video dove viene spiegata la ri-nascita del biscotto 

http://youtu.be/POkYL8rFw2k

 

Questo biscotto ha la particolarità che viene prodotto senza l'uso di farina, ma solo con mandorle, miele, rosolio di limone, scorzetta di limone, marmellata di ciliegie ed uova.

LA RICETTA

( TRATTA DAL SITO : http://www.biscottodiceglie.it )

BISCOTTO DI CEGLIE MESSAPICA, RICETTA UNICA

Per la preparazione del Biscotto, si adopera il frutto del mandorlo ben stagionato al sole di agosto e settembre, successivamente sgusciato per ricavarne il seme.

Le mandorle si scottano in acqua bollente per alcuni minuti, quindi si sbucciano e si lasciano asciugare.
Circa la metà viene tradizionalmente tostata in forno, il che contribuisce a conferire al biscotto il tipico colore bruno.
Tutte le mandorle si macinano in pezzettini a grana fine non omogenea.
Una volta tritate, si impastano su un ripiano di marmo o di acciaio con zucchero, miele, scorzetta di limone grattugiata, rosolio di agrumi e tante uova quante ne occorrono perché il composto risulti abbastanza duro (circa 2 per un Kg. di mandorle).

L'impasto si lavora a mano fino ad ottenere delle strisce larghe 12-14 cm, lunghe 35-40 cm ed alte 1,5 cm; sul bordo si spalma la marmellata di ciliegie (oppure uva) che si ricopre ripiegando la striscia su se stessa.
Si continua, poi, a lavorare l'impasto arrotolandolo delicatamente in modo da inglobare al centro la marmellata.
I filoncini rimodellati vengono, quindi, tagliati in tanti quadratini di circa 5 cm, posti in una grande teglia leggermente infarinata e, infine, cotti in forno preriscaldato per 15-20 minuti, indicativamente a 160-180 °C.
E' facoltativa una lieve glassatura a base di zucchero e cacao (gileppapura).
Gileppatura: sciogliere in 100 l di acqua 1.000 gr di zucchero, riscaldare la soluzione a circa 120 °C, fino a farla "filare"; quindi si fa raffreddare e si sbatte energicamente fino a quando la glassa non diventa perfettamente bianca.

Successivamente, si scioglie la glassa a bagnomaria e si aggiunge il cacao (ca 100 gr per ogni chilo di zucchero); sciolto uniformemente il cacao è pronto il gileppo.

Si versano i Biscotti nel tegame fino ad un bagno completo, quindi si mettono ad asciugare per circa 3-5 minuti.

La stesura della presente ricetta unica è stata curata dal dott. agronomo Felice Suma con la collaborazione del dott. agronomo Pasquale Venerito e della prof.ssa Gabriella Ciccarone.

 

Video con la preparazione in diretta del biscotto

http://youtu.be/KvWHv8iHY0E

 

Il forno Allegrini produce anche ottimi taralli tipici della tradizione pugliese, che spedisce anche al domicilio dei clienti in tutta Italia, una volta provati non ve ne dimenticherete facilmente.

Forno a legna S. Michele

di Maria Franco e Giuseppe Allegrini

Via Pisanelli, 14 -

72013 Ceglie Messapica (BR) - Italy -

Tel.: 39 0831383050

Mob.: +39 338 9192801

Sito : www.fornoalegnaallegrini.it

Personalmente a questi biscotti ricchi di mandorle, marmellata ecc. abbinerei, sempre per rimanare nelle vicinanze, un primitivo Dolce Naturale Passione della Famiglia Pichierri di Sava. Un album di foto al link : 

https://plus.google.com/u/0/photos/101120090415806712857/albums/5732022486640523809

Roberto Gatti

 

 

( Foto e video Credit Walli' Fraulini  )


Tag: winetaste, Gatti Roberto, allegrini, ceglie, messapica, biscotto di ceglie, forno a legna, apulia best tourism


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?