07.07.2012 | Vino e dintorni Inserisci una news

Puglia, Terra di Rosati

Invia un commento

DEGUSTAZIONE DI 21 VINI ROSATI 2011

Nell'ambito dell'evento denominato Apulia Wine Identity-Puglia Best Wine, al quale ho partecipato dal 12 al 15 Giugno 2012, ho avuto l'opportunità di degustare ben 21 vini di tipologia " Rosato ".

Come ormai è risaputo, i rosati pugliesi si contendono il titolo di migliori della penisola insieme all'altra regione molto vocata che è l'Abruzzo.

Ad onore del vero si trovano talune " chicche enologiche " anche in altre parti d' Italia ( leggasi Calabria, Sicilia, Sardegna ed anche Toscana, Valle d' Aosta ecc. ) ma sono casi isolati e sporadici, a farla da padrone sono proprio le due regioni citate sopra, vuoi per antica tradizione, vuoi per i vitigni maggiormente vocati.

Ricordo a titolo di cronaca che il primo rosato italiano ad essere imbottigliato è stato proprio in Puglia presso l'azienda storica Leone de Castris, che durante la guerra non avendo disponibili bottiglie appropriate, addirittura imbottigliò il primo rosato chiamato Five Roses in bottiglie di birra scartate dagli americani.

Le degustazioni vengono riportate nello stesso ordine cronologico in cui sono avvenute

Buona lettura

Roberto Gatti

 

1 ) Accademia dei Racemi

Vigna Rosa 2011- Igp rosato- da uve di Negroamaro

naso intenso di buona qualità, con note di piccoli frutti rossi; in bocca è secco, buona la Pai finale. Da classificare ( Dc ) buono 83/100

2 ) Valle dell' Asso- Galatina 2011 Doc- Da uve negroamaro-

Bel rosso cerasuolo; inzialmente si percepisce una nota di SO2 al naso che man mano svanisce, note di buon frutto rosso di piccola pezzatura; in bocca è abbastanza intenso, note sapide e minerali, persistenza di media lunghezza. Dc buono 84/100

3 ) Agricole Vallone- Vigna Flaminio 2011 Dop Brindisi

Da uve di negroamaro e montepulciano

Bel colore cerasuolo ; naso di bell'impatto olfattivo : piccoli frutti rossi, ma anche eleganti note floreali ; in bocca è intenso, buona sapidità, mineralità, leggerissima tannicità nel centro bocca, lunga la Pai finale. Dc molto buono 86/100

4 ) Torrevento- Veritas 2011- Castel del Monte – Bombino Nero Docg

bel rubino chiaro ; naso di bell'impatto olfattivo, piccoli frutti rossi ; bocca intensa e piacevole, secco, leggera tannicità nel centro bocca, sapido, buona la Pai. Dc molto buono 85/100;

5 ) Candido- Le Pozzelle 2011- Salice Salentino- Da uve di negroamaro e malvasia Nera di Lecce

Bel cerasuolo scarico; naso di media intensità e qualità; in bocca è leggermente " petillants ", molto piacevole con un leggero residuo zuccherino che lo rende accattivante, armonico con una bella beva. Dc molto buono 87/100

6 ) Tenute Rubino- Saturnino 2011- Igt Salento-Da uve negroamaro

Colore cerasuolo intenso; naso intenso con una nota predominante di fragola ; in bocca è leggermente " petillants ", intenso e sapido, una leggera tannicità nel centro bocca, Pai lunga. Dc molto buono 87/100

7 ) Cantina Due Palme- Velorosa Igp- Da uve Zinfandel

Rosato chiaro; naso inizialmente con molta SO2 che man mano tende a scomparire; bocca leggermente abboccata, leggero di corpo, Pai media. Dc buono 83/100

8 ) Tenute Mater Domini- Marangi 2011-Igt da uve di negroamaro

colore " aranciato " o buccia di cipolla; naso di media I/Q ( intensità/qualità ); in bocca entra delicato, ma poi si apre molto bene, è intenso, lungo e pieno. Dc buono/molto buono 84-85/100

9 ) Castello Monaci- Vino Kreos 2011- Igt Salento-Da uve negroamaro e malvasia nera di Lecce

bel colore invitante; naso di media I/Q; in bocca è intenso, buona beva, piacevole.

Dc buono/molto buono 84/100

10 ) Schola Sarmenti- Masserei 2011- Nardò Doc- Uve negroamaro-

bel cerasuolo; naso di buona I/Q; in bocca è intenso, sapido e minerale, grande espressività territoriale, lungo il finale. Molto buono/ottimo 87/100

11 ) Consorzio Produttori Manduria- Amoroso 2011- Igp da uve Primitivo

Bel cerasuolo; naso pulito con note di piccoli frutti rossi; in bocca è abboccato con un residuo zuccherino di 12 gr/l, piacevole, abbastanza lungo. Dc buono 83/100

12 ) Rasciatano Rosè- Igt da uve di Montepulciano

cerasuolo chiaro ; naso inizialmente con molta SO2 ; in bocca è intenso, si apre a ventaglio nel centro bocca, leggermente " petillants "lungo e piacevole. Dc molto buono 86/100

13 ) Spagnoletti Zeuli- Mezzana 2011- da uve Nero di Troia e Montepulciano

Rosso cerasuolo intenso di grande impatti visivo; naso intenso di grande soddisfazione : note floreali, spezie dolci, rosa ; in bocca è intenso, molto sapido, lungo. Dc Ottimo 88/100

14 ) Polvanera- Igt da uve di primitivo, Aglianico ed Aleatico

Bel cerasuolo di ottimo impatto visivo; naso floreale di grande eleganza e finezza, con aromaticità conferita dall' aleatico ; in bocca è piacevolissimo, armonico dalla bella bevibilità, lungo. Dc Ottimo 88/100

15 ) Conti Zecca- Cantalupi- Igt da uve negroamaro/ malvasia nera

Cerasuolo chiaro; naso di buona I/Q; in bocca è secco, leggera tannicità, sapido, media I/Q. Dc buono 83-84/100

16 ) Milleuna- Ori di Taranto- Rosato 2010- Igt da uve Primitivo

colore buccia di cipolla, ramato ; in bocca è sapido, molto particolare, discreto. Dc buono 83/100

17 ) Cupertinum- Spinello dei Falconi 2011- da uve di negroamaro

cerasuolo chiaro ; naso che necessita di ossigenazione, bocca di media I/Q . Dc buono 83/100

18 ) Masseria Li Veli 2011- da uve di negroamaro

naso di buon impatto, eleganza e finezza ; bocca piacevole, leggermente " petillants ", caldo, lungo. Dc molto buono/ottimo 87/100

19 ) Fatalone- Teres 2009- Igt da uve Primitivo

rubino scarico ; naso con leggera riduzione; in bocca è piacevole, intenso e leggermente " petillants ". Dc buono/molto buono 84/100

20 ) Giuliani- Topparello- Igt Aleatico-

Grande naso aromatico con evidenti note di rosa, eccellente . Rosa scarlatta di grande I/Q ; in bocca è sapido, bella acidità, intenso, lungo il finale. Dc Ottimo 88/100

21 ) Feudi di San Marzano- Sud Negroamaro 2011

Cerasuolo intenso; grande naso, intenso ed elegante di bella espressione ; bocca intensa, sapida, lunga. Dc ottimo 88-89/100

CONCLUSIONI

Una esauriente carrellata che ha dimostrato agli oltre 60 giornalisti, provenienti da ogni angolo del pianeta, quale sia oggi il livello qualitativo dei rosati pugliesi, tutti collocati su ottimi livelli, con punte di vera e propria eccellenza.

Credo che la Puglia vitivinicola sia la Regione italiana che negli ultimi 5 anni ha compiuto i maggiori progressi in termini qualitativi con suoi vini di tipologia rossa e rosati .

Non mancano nemmeno gli ottimi i vini bianchi, ma qui la strada da percorrere è ancora abbastanza lunga, pur avendo incontrato vere e proprie eccellenze, specialmente tra le varietà autoctone riportate in auge quali :

la Verdeca, il Fiano Minutolo, la Malvasia, il Bombino, il Gravina, Ostuni, il Moscato di Trani ecc.

Roberto Gatti


Tag: winetaste, Lecce, Puglia, rosati, roberto gatti


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?