14.02.2007 | Eventi

Tirano e la valtellina nel patrimonio Unesco

Impegni, prospettive e potenzialità: è molto ambizioso il progetto di ProVinea che, proprio per presentare il suo lavoro alla cittadinanza, ha organizzato per venerdì 16 febbraio alle 20.30 a Tirano (sala riunioni Banca Popolare di Sondrio, piazza Cavour 20) il convegno “Il paesaggio culturale di Tirano e la Valtellina nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO”.

I molti relatori ospiti della Fondazione valtellinese daranno ulteriore lustro a quanto finora fatto da ProVinea e a quanto soprattutto è ancora da fare.

In primo luogo, impegno non da poco, ci sarà l’opportunità di conoscere quali e quanti passi in avanti abbia fatto il cammino intrapreso da ProVinea con il partner svizzero della Ferrovia retica: l’esame finale per il conseguimento del titolo di Patrimonio dell’Umanità, previsto per luglio 2008, è sempre più vicino per questa operazione che, partita al di là del confine nel 2004, grazie all’intervento di ProVinea tra il 2005 e il 2006 ha ricevuto un impulso decisivo per quel che riguarda il fronte italiano, consentendo alla Città di Tirano ed alla Valtellina di non restare esclusi da un progetto che potrebbe cambiare il futuro della zona.

Rhb, inoltre, è anche tra i grandi marchi che patrocinano il convegno di venerdì: Commissione Europea, Ministero per i beni e le attività culturali, Cantone dei Grigioni, Provincia di Sondrio e Città di Tirano.

E di assoluto valore saranno anche i relatori: Pietro Del Simone, sindaco di Tirano, Fiorello Provera, presidente della Provincia di Sondrio, Claudio Lardi, direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e della protezione dell’ambiente del Cantone dei Grigioni, Tino Zanetti, Podestà di Poschiavo, Silvio Briccola, vicedirettore e responsabile della finanze della Ferrovia retica, Adele Cesi, Ufficio lista del Patrimonio Mondiale UNESCO presso il Ministero per i beni e le attività culturali e Sandro Faccinelli, direttore di ProVinea. Modererà i lavori Edoardo Ceriani, caporedattore del quotidiano “La Provincia di Sondrio”.

ProVinea è stata costituita nel 2003 per volontà dei produttori associati al Consorzio di Tutela dei Vini di Valtellina, con lo scopo di tutelare, senza fini di lucro, il territorio, il paesaggio e l’ambiente viticolo terrazzato della provincia di Sondrio, dove si sviluppa l’area viticola terrazzata di montagna più estesa d’Italia, e di tutelare e valorizzare le tradizioni storico-culturali, i beni culturali ed ambientali.

L’obiettivo più ambizioso di ProVinea è la candidatura della zona dei vigneti terrazzati del versante retico della Valtellina per il Patrimonio Mondiale UNESCO, iscritta nel giugno 2006 nella “tentative list” depositata presso l’UNESCO dall’Ufficio Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Inoltre ProVinea è responsabile per il tratto italiano della candidatura per il Patrimonio dell’Umanità della “Ferrovia retica nel paesaggio culturale Albula/Bernina”, presentata nel dicembre 2006 al Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO di Parigi e sostenuta congiuntamente da Svizzera e Italia, sulla quale il Comitato deciderà nel 2008.

--
Per ulteriori informazioni:
Fondazione ProVinea “Vita alla Vite di Valtellina” ONLUS
Via Lungo Mallero Diaz, 18 - 23100 Sondrio
Tel.: 0342.214426 - Fax: 0342.519435
ufficiostampa
www.provinea.it
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?