26.04.2011 | Itinerari del Gusto Inserisci una news

La Toscana, Regione all'avanguardia nella ricettività del turismo enogastronomico

Invia un commento

IL PREMIO “ BEST OF WINE TOURISM ” 2011- IL TOUR E LE MIGLIORI STRUTTURE RICETTIVE PREMIATE

Già lo scorso anno ho scritto di questo premio, organizzato in Italia dalla provincia di Firenze, che raggruppa le nove capitali mondiali del vino aderenti alla rete internazionale Great Wine Capitals:

http://www.greatwinecapitals.com/

 

ossia Firenze, Bordeaux, Bilbao, Christchurch, Città del Capo, Mainz, Mendoza, Porto e San Francisco-Napa Valley.

L'organizzazione italiana è svolta da Promo-Firenze nella persona della gentile e preparata dott.ssa Chiara Davide, unitamente alla collaborazione della CC.II.AA. di Firenze, nella persona della brava dott.ssa Laura Alberighi.

Da parte mia posso riconfermare quanto già avevo scritto lo scorso anno, in riferimento alle strutture premiate della provincia di Firenze e Siena, che tramite il veicolo " vino " sono riuscite a coniugare la bellezza dei luoghi con una recettività ad alti livelli, con un'offerta enogastronomica come poche oggi si possono trovare in Italia.

La Toscana può essere oggi ( ma anche da molto tempo prima ) considerata all'avanguardia nel settore del turismo enogastronomico, nel settore ricettivo e dell'ospitalità, per questi motivi :

la grande esperienza maturata negli anni in questo settore ;

la bellezza dei luoghi, come pochi altri in Italia e nel Mondo;

l'alta qualità dei vini e prodotti agroalimentari offerti ;

i monumenti , la storia e l'arte che si respirano in ogni angolo della regione;

la cordialità e simpatia innata delle sue genti .

Quindi ogni anno una apposita commissione esamina e valuta le strutture, legate al vino, che offrono ricettività enogastronomica e/o turistica, poi tra quelle che superano certi parametri e punteggi piu' elevati, vengono scelte le 7 risultate migliori nella loro categoria. All' interno di questa classifica sarà poi una commissione internazionale ad assegnare o meno il premio internazionale ad una o piu' aziende di ogni singola nazione.

Per l'edizione 2011 le aziende premiate sono state :

Architettura, parchi e giardini

Premio della giuria internazionale: Villa Vignamaggio

www.vignamaggio.com

[email protected]

Per la residenza d'epoca di origini quattrocentesche, elencata tra le dimore storiche italiane, legata alla memoria di Monna Lisa Gherardini e circondata da uno splendido giardino all'italiana. L'edificio ha linee semplici che risultano dall'armonizzazione tra le torre originaria, la villa signorile cinquecentesca e un fabbricato adibito alle attività produttive, e l'insieme forma un piccolo scrigno rinascimentale. La produzione vinicola risale addirittura al 1404 e le antiche cantine sono aperte per le visite. Nel 1992 ospitò il set del film "Molto rumore per nulla" di Kenneth Branagh, tratto dal romanzo di Shakespeare.

Da parte mia posso attestare il comfort di questa struttura, sia nella parte dell'accoglienza degli appartamenti meravigliosamente ristrutturati, mantenendo le linee architettoniche originali, sia nel ristorante annesso.

Suites ed appartamenti in villa e nelle coloniche annesse, piscine, campo da tennis, parco giochi per bambini e palestra attrezzata, sala biliardo e ping-pong, cure estetiche e massaggi, passeggiate naturalistiche.

Colazione servita tutti i giorni, cene occasionali durante la settimana. Su richiesta si organizzano pranzi e degustazioni accompagnate da visite guidate alle cantine.

La cantina di nuova costruzione , con gli oltre 40 ha di vigneti, da origine al oltre 200.000 bottiglie

Il panorama che si gode da questo angolo di paradiso in terra è veramente stupendo e da solo vale il viaggio fin qui.

Ricettività

Borgo Scopeto Relais www.borgoscopetorelais.it

Relais Borgo Scopeto • Strada Comunale n. 14 di Borgo Scopeto

• 53010 Vagliagli - Siena (SI) Italy

Tel. ( 39) 0577 320 001 - Fax ( 39) 0577 320 555

[email protected]

Per la qualità della struttura ricettiva ricavata nei locali di una fattoria, ricca di ambienti suggestivi e evocativi, sia negli interni che negli spazi aperti. Un relais dove la promozione del vino si moltiplica in diverse sfaccettature: nelle originali camere, nella lounge ricavata dalla vecchia cisterna, nel centro benessere con la vinoterapia, nel ristorante e nel punto vendita. L'ampia offerta ricettiva è arricchita dal parco, dalle piscine, dalla SPA e dalle strutture per conferenze.

Veramente meritato questo premio per la bellezza dei luoghi, l'eleganza della struttura, il confort delle stanze, il ristorante di ottimo livello, la gentilezza del personale.

Un soggiorno in questo relais, classificato a 4 stelle, ma a mio avviso in realtà è un ottimo 5 stelle, sarà indimenticabile.

Durante la cena al ristorante abbiamo potuto degustare questi vini :

Morellino 2009- La Doga-

Ottenuto da un 85% di sangiovese 15% alicante/merlot

Granato scuro; naso elegante, pulito, note intense di macchia mediterranea seppure vinificato solo in acciaio ( e questo aspetto mi ha favorevolmente colpito ) ; in bocca è morbido, con una bella bevibilità, fruttato, mediamente intenso e persistente, molto godibile.

Molto buono

Chianti Classico 2008

Rosso rubino scuro; naso pulito con note " tipiche " del sangiovese che ci ricordano la viola ; in bocca è speziato, intenso, tannini in integrazione, bella bevibilità, buona la Pai finale con una bella nota di liquirizia in retrolfazione.

Ottimo/Eccellente

Vino Borgonero 2004 Igt

Questo vini viene ottenuto da un blend di sangiovese al 60% 20% shirah 20% cabernet/sauvignon, affinato 18/24 mesi in barrique

Rosso scuro impenetrabile; naso intenso e pulito ; in bocca ha tannini già in fase di integrazione, molto caldo, concentrato, opulento, note tostate, liquirizia , lunga Pai ed equilibrato.

Un vino da conservare ancora alcuni anni in bottiglia perché raggiunga il top delle sue potenzialità.

Molto buono

Ristoranti del vino

Enotria – Firenze www.enotriawine.it

[email protected]

Tel. 39 055 354350

Via delle Porte Nuove 50

Firenze, 50144

Italia

Perché offre, all'interno della città, una panorama ampio sul mondo del vino, presentato con professionalità e competenza. Il menu quotidiano ed i vari appuntamenti proposti durante l'anno rivelano una valorizzazione di prodotti tipici locali e una particolare attenzione alla freschezza delle materie prime scelte. Gilda e Maurizio sono i proprietari e hanno scelto un nome sicuramente evocativo che significa "terra del vino". Il locale ospita inoltre la sede della Florence Wine Society, un gruppo di appassionati di vino e del buon mangiare, che promuove iniziative di degustazione e approfondimento su questi temi.

Un locale delizioso, bene arredato con gusto e senza tanti fronzoli, caldo ed accogliente. Entrando e dalle prime etichette visualizzate sui banchi in esposizione, ho capito che il titolare oltre alle etichette blasonate va alla ricerca delle emergenti. Grande la mia soddisfazione quando riconoscendomi, mi ha confermato di consultare spesso il mio sito e di estrapolare utili indicazioni per la scelta di alcuni suoi vini.

Questo il menu' chi ci è stato proposto da Maurizio in sala, insieme alla moglie Gilda in cucina :

Carpaccio di Lonzino, carciofi morelli, olio pendolino

Vino in abbinamento Chardonnay l' Erta 2008 Igt- Fattoria Vigliano

Orzotto asparagi e fonduta di pecorino Dop

Vino in abbinamento Mocine di Asciano 2008 Igt

Tartara di Chianina ( deliziosa ) , cruditeè di stagione, olio moraiolo

Vino in abbinamento Chianti Classico Monterotondo-Vaggiolata 2007 ( 85% sangiovese 10%colorino 5%malvasia nera )

Crema bianca al miele di Ailanto ( una erba selvatica )

Vino in abbinamento Moscadello di Montalcino- Capanna-

Arte e cultura

Centro per la Cultura del vino I Lecci – www.lecciculturadelvino.it

Perché propone la divulgazione della cultura del vino a vari livelli: storico e tradizionale nella parte museale, educativo con i laboratori sensoriali per i più piccoli, gustativo nell'Enoteca con ampia offerta di etichette locali, in un edificio appositamente ristrutturato dove si è realizzato un ambiente dotato di strumenti e locali particolarmente idonei allo scopo. La sala conferenze può ospitare eventi di diversa capienza.

I soci del centro I Lecci di Montespertoli sono 72, tra i quali troviamo produttori di vino ( 20/25 ), agriturismi, produttori di olio e strutture ricettive. Vengono organizzate visite guidate per gruppi di scolaresche e turisti per fare un istruttivo e simbolico tuffo nel passato, con visualizzazione di foto d'epoca, attrezzature agricole molto datate ed un piccolo laboratorio sensoriale, dove vengono condotti i piccoli alunni per un primo e significativo approccio all'arte sensoriale e della degustazione.

Durante un buffet ristoratore abbiamo potuto degustare questi vini della zona di Montespertoli :

Castello di Oliveto Chianti riserva 2007- gr. 13,5 –

Bel granato ; al naso è intenso, una bella nota speziata frammista a note di macchia mediterranea ; in bocca è armonico, grande souplesse, buona la spalla acida, giustamente caldo, lungo.

Uno dei migliori chianti incontrati in questo tour da classificare Eccellente ;

Castello di Montespertoli- Castello di Sonnino 2007 Riserva-

Bel granato scuro; naso intenso ed elegante di macchia mediterranea, eucalipto, rosmarino ; in bocca è intenso, molto alcolico, netta la liquirizia, amarognolo, Pai lunga. Molto buono

Esperienze innovative nel turismo del vino

Fattoria Torre a Cona Società Agricola S.r.l.

www.villatorreacona.com

[email protected]

Tel. 39 055 699000 Fax 39 055 699877 •

Per la particolare sala di degustazione, ricavata nel vecchio granaio, utilizzando un mix di nuove tecnologie e materiali di recupero, combinando antico e moderno, bellezza e funzionalità. L'insieme offre un ambiente insolito e suggestivo per promuovere l'approfondimento sul vino e sull'olio della fattoria, nella cornice della suggestiva villa settecentesca e con la cordialità e la professionalità degli addetti all'accoglienza.

Veramente originale e suggestivo questo recupero della ampia sala di vendita e degustazione dei prodotti aziendali, ricavata da un vecchio granaio, nel quale si possono ancora oggi scorgere le guide ai lati dei muri, in cui venivano infilati le assi di legno per il contenimenti dei cereali.

Abbiamo potuto fare una carrellata di alcuni vini aziendali :

Chianti 2008- da uve Sangiovese 90% 10% colorino

Vigneto giovane di 5/6 anni da origine a questo chianti, che si presenta :

di un buon rubino chiaro; naso elegante e tipico, con note di viola, di rosa ; bocca armonica, tannini bene integrati, armonico, buona spalla acida, nota piacevolmente ammandorlata nel finale di bocca.

Molto buono/ottimo

Terre di Cino 2006- Igt Toscana

Da uve sangiovese 100%

Rubino chiaro al colore, tipico del sangiovese ; al naso leggermente meno intenso del precedente, ma tipico con sentori di viola mammola ; tannini abbastanza integrati, buona nota ammandorlata/amarognola nel finale medio lungo di bocca.

Molto buono

Vin Santo Merlaia-anno 2004-

Ottenuto da uve al 50% di Trebbiano toscano 50% malvasia del chianti

Questo vino rimane per 4 anni in piccoli caratelli di rovere :

giallo paglierino con riflessi dorati ; naso intenso " in ossidazione ", molto caldo, acidità ben spiccata, ancora molto giovane. Un vino da dimenticare in cantina, oggi buono ma tra 5/10 anni molto buono.

L'album con le foto dell'evento qui :

https://picasaweb.google.com/101120090415806712857/18Apr201103#

( % seguirà 2° parte a breve )


Tag: winetaste, gatti, toscana, great wine capitals, firenze, best of wine tourism, promo firenze, CCIIAAFI, alberighi, davide


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?