31.05.2012 | Itinerari del Gusto Inserisci una news

Voglio dormire...e bere bene. A Villa Petriolo, "residenza di delizia" della famiglia fiorentina degli Alessandri, si può

Invia un commento

Dormire immersi nel paesaggio materno di Leonardo Da Vinci, nutriti da genuini prodotti del Montalbano. A Villa Petriolo, azienda agricola di Silvia e Simona Maestrelli a Cerreto Guidi (Firenze), si può.

"Denti di fiori, cuffia di rugiada, erbose mani, tu, nutrice lieve, tienimi pronte le lenzuola di terra e la coperta di muschio cardato. Vado a dormire, o mia nutrice, cullami Ponimi una lucerna al capezzale una costellazione; quella che ti piace; tutte van bene; smorzala un pochino. Lasciami sola: ascolta erompere i germogli... un piede celeste ti culla dall'alto e un passero ti traccia uno spartito..."

Da "Voglio dormire" di Alfonsina Storni, potessa argentina (1892-1938).

 

A Villa Petriolo è possibile soggiornare nel fascino di una dimora storica, l'antica "residenza di delizia" della famiglia fiorentina degli Alessandri.


Storica residenza dei Conti Guidi e successivamente della nobile famiglia degli Alessandri, la Tenuta di Petriolo è testimone di questo grande passato. Ancora oggi è possibile scorgervi tracce dell' antica "residenza di delizia" di messer Alessandro, nominata in vari documenti già nel 1574. Gli Alessandri, nell'arco di quattro secoli, hanno reso Petriolo una meravigliosa proprietà, ricca di ville, giardini, orti, boschi e fornaci, come quella del podere Golpaja, dove nel Cinquecento furono cotti i mattoni della Villa Medicea di Cerreto Guidi. La storia di Petriolo, nei secoli successivi, si snoda su un duplice registro, come centro produttivo e luogo di "otium" del proprietario, fino ai giorni nostri.

Nell'austera semplicità dei fronti dell'edificio signorile di Petriolo si ritrovano i caratteri peculiari dell'architettura di villa toscana della tardo Rinascimento. Oggi, l'area produttiva della tenuta si estende su 160 ettari dei quali 14 di vigneto e 13 di uliveto. La tenuta è stata acquistata negli anni '60 dalla famiglia Maestrelli, e oggi Silvia e Simona sono decise a far diventare Villa Petriolo un luogo di aggregazione e promozione per giovani artisti, anche se naturalmente gli sforzi maggiori - a partire dalla recente ristrutturazione e dai nuovi impianti di Sangiovese del 2002 - sono stati rivolti a farla diventare un' efficiente azienda agricola vocata alla produzione di alta qualità.

 

Il soggiorno.

In totale sono a disposizione 8 posti-letto, suddivisi in 4 camere doppie indipendenti, di cui tre matrimoniali e una quarta camera con due letti singoli. Arredata in stile rustico toscano di fine Ottocento, con mobili, tappezzeria e suppellettili originali dell'epoca, ogni camera conserva il carattere genuino di un' autentica casa di campagna: "Giacinto", "Fiordaliso", "Primula" e "Pratolina" i nomi delle camere, in ricordo dei fiori di campo che da sempre rallegrano gli ambienti di Villa Petriolo.

 

La prima colazione a base di prodotti toscani viene servita sul grande tavolo di legno massiccio davanti al camino della cucina nella casa padronale, interamente a disposizione degli ospiti, oppure, nella stagione più calda, nel bel patio all'aperto.

 

A richiesta si realizzano per gli ospiti di Villa Petriolo "wine tour and tasting" variamente articolati, alla scoperta delle tradizioni agricole e dei sapori tipici del Montalbano, paesaggio materno di Leonardo Da Vinci. Per grandi e piccini.

 

I nostri vini.

I terreni di Villa Petriolo risalgono al periodo pliocenico, ossia a 5 milioni di anni fa.

Questi terreni risultano molto interessanti per la viticoltura, particolarmente adatti a produrre vini fini, sottili, molto eleganti, con una buona concentrazione zuccherina, e quindi con una buona alcolicità naturale, mai pesanti o stucchevoli. In questi suoli l'eleganza è l'aspetto che viene maggiormente premiato nella produzione dei vini. Tra i nostri prodotti, il Chianti DOCG Rosae MnemoSis, Sangiovese in purezza, che ha già donato grandi soddisfazioni nelle tornate di assaggi della Guida de L'Espresso 2009 e 2012: complessità e bevibilità i due parametri in base ai quali è stato valutato il Chianti dell'anno, segnalazione di cui andiamo molto orgogliosi, fonte di un forte, rinnovato, entusiasmo.

Una grande attenzione sia in vigna che in cantina, oltre ad un'opera continua di comunicazione - al Rosae è stato dedicata la prima edizione del Concorso letterario di Villa Petriolo, a diffusione internazionale sui temi del vino - ha portato al Chianti successi dei quali siamo davvero molto soddisfatti. Oltre al Sangiovese - che in unione al Colorino, per un 10%, ci dà il Chianti cosiddetto "base", menzionato tra i migliori Chianti per un rapporto ottimo prezzo/qualità e "vino quotidiano" per la Guida Slow Wine 2012 -, vinifichiamo in purezza il Canaiolo per L'Imbrunire, che sulla Guida 2010 ViniBuoni d'Italia, edita dal Touring, si onora della menzione "miglior canaiolo degustato in Toscana". Golpaja, IGT Rosso Toscana da Sangiovese e Merlot, e Serberto, Merlot in purezza, i nostri vini più internazionali. Entrambi i vitigni coltivati in vigneti aziendali, come prassi per l' intera produzione di Villa Petriolo. Vin Santo del Chianti DOC chiude la produzione toscana, a cui si aggiunge l'olio extravergine d'oliva IGP di Villa Petriolo. Tra i futuri progetti, realizzare tanti cru aziendali di Sangiovese quanti il territorio naturalmente permetterà: le diverse esposizioni, i suoli, le cure, consentiranno di ottenere, negli anni, diversi vini capaci di esprimere, al meglio nelle nostre intenzioni, le varie particolarità di Chianti del Montalbano. 


L'accoglienza enoturistica.

In questa particolare cornice naturale vengono organizzate visite guidate a vigneti, oliveti e frutteti, al giardino che circonda la Villa e, naturalmente, alle cantine di vinificazione e invecchiamento, oltre che alla vinsantaia. L'offerta gastronomica è varia, dalla merenda toscana sul prato, a base di pane, formaggi e salumi locali, a pranzi e cene con minestre contadine, carne alla brace, pane e pizze rustiche cotti nel forno a legna.

Ampi locali, oltre alla suggestiva aia settecentesca, potranno ospitare aperitivi, pranzi, cene-evento, cerimonie, feste di laurea, compleanni, per grandi e piccini, con intrattenimento musicale e teatrale sul tema del vino. Numerosi, e tutti curati da educatori specializzati, i laboratori ludico-didattici dedicati alla promozione della cultura agricola presso le generazioni più giovani.

 

INFO: Villa Petriolo Via di Petriolo, 7 - 50050 Cerreto Guidi (FI) [email protected][email protected]_ mob. +39 3357220021 www.villapetriolo.com tel.: +39 057155284 _ fax: +39 057155081

 

Sleeping in the place where Leonardo Da Vinci lived. At Villa Petriolo you can. At Villa Petriolo you can stay in the charm of a historic home.


Accomodation.

A total of 8 berths available, divided into 4 independent double rooms, including three doubles and a fourth bedroom with two single beds. Furnished in rustic Tuscan style of the late nineteenth century, with upholstery and original period furnishings, each room retains the genuine character of an 'authentic country house: "Hyacinth", "Cornflower", "Primrose" and "Pratolina" the names of the rooms, in memory of the wildflowers that always brighten up the rooms of Villa Petriolo.

The first breakfast of Tuscan food is served on large wooden table in front of the massive fireplace in the kitchen in the house, or, in warmer weather, the beautiful outdoor. On request we organize for the guests of Villa Petriolo "wine tour and tasting" variously articulated, to discover the agricultural traditions and flavors typical of Montalbano,maternal landscape of Leonardo Da Vinci. For adults and children. 

The Petriolo estate bears witness to its great past as it is still possible to see traces of the ancient residence of Messer Alessandro, which is mentioned in various documents dating back from as early as 1574. Over four centuries, the Alessandri family transformed Petriolo into a beautiful property, rich in villas, gardens, vegetable patches, woods and brick factories such as the one belonging to the Golpaja farm. Here in the 16th century were baked the bricks with which the Villa Medicea of Cerreto Guidi was built. In subsequent centuries the history of Petriolo developed in two ways, as a production centre and as the owner's place of leisure, up to the years between the end of the 18th and the beginning of the 19th century, when the entire estate was restructured and embellished according to the taste of the time. In the austere simplicity of the old villa there are the characteristics of late Renaissance architecture.

The production area covers a surface of 160 ha, composed of vineyards (14 ha), olive groves (13 ha), fruit trees and woods.

Purchased in the 60s by the Maestrelli family, Villa Petriolo has been for Silvia and Simona a place of artistic aggregation and promotion, but also a modern farming business capable of producing products of excellent quality. 


Our wines.

The origin of the soil is Pliocenical (about 5 million years old) and it allows to obtain wines which express the characteristics of the terroir. Here fine, elegant wines are produced, with a good sugar content and therefore with a natural alcohol content.

Chianti DOCG Rosae MnemoSis, Sangiovese 100% obtained from a single vineyard, the "Vigneto delle Rose", has been defined by Guida de L'Espresso 2009 e 2012 as Chianti of the year. Inserted in the category of the fifty outsiders, wines which reach elevated results, in their typology, for their "peculiar expressive originality", Rosae MonemoSis was presented during the prize giving ceremony of our first Literary Award, centred on Wine.

Our base Chianti Villa Petriolo is composed of 90% Sangiovese and 10% Colorino and has a very good value according to the Guida Slow Wine 2012; the Imbrunire, pure Canaiolo nero grown in the San Martino 30 years old vineyard, considered by the Guida 2010 ViniBuoni d'Italia "best Canaiolo tasted in Tuscany". Then Golpaja, IGT Rosso Toscana, 60% Sangiovese, 40% Merlot, and SerBerto, 100% Merlot, our most international wines. Vin Santo del Chianti DOC and extra virgin olive oil IGP di Villa Petriolo.


Winetourism.

In this In this very special natural setting, we organize guided visits to the vinification and ageing cellars, to the vineyards, the orchards and gardens which sorround the Villa as well as tasting of our wines and of the specialties of our area.

The ancient villa and other buildings can accommodate various events: lunch, dinner parties, ceremonies, birthday's parties, with music and theatre on the theme of Wine. Then workshops and other activieties for children dedicated to the promotion of farm culture.


Tag: toscana, villa petriolo, accomodation, wine tour and tasting


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?