12.11.2012 | Vino e dintorni Inserisci una news

Degustazione " orizzontale " di 6 Amaroni della Valpolicella

Invia un commento

( nella foto sulla sx si intravede il ristorante La Cueva , magistralmente condotto dal giovane Luca e famiglia ) Insieme ad un gruppo di amici ho organizzato presso il Ristorante La Cueva, situato a pochi metri dal complesso dell' Abbazia di Pomposa, una degustazione orizzontale di 6 amaroni di altrettante aziende valpolicellesi !

 

La Storia dell' Abbazia

( tratto da Wikipedia )

L' insula Pomposiana era in origine circondata dalle acque (del Po di Goro e di Volano e del mare). Si hanno notizie di un'abbazia benedettina, di dimensioni inferiori a quella attuale, a partire dal IX secolo, ma l'insediamento della prima comunità monastica nell'"Insula Pomposiana" risale al VI-VII secolo, fondato in epoca longobarda dai monaci di San Colombano che vi eressero una cappella.

L'abbazia che noi oggi ammiriamo venne consacrata nel 1026 (quindi edificata prima) dall'abate Guido. Allabasilica il magister Mazulo aggiunse un nartece con tre grandi arcate.

Fino al XIV secolo l'abbazia godette di proprietà, sia nei terreni circostanti (compresa una salina aComacchio), sia nel resto d'Italia, grazie alle donazioni; poi ebbe un lento declino, dovuto a fattori geografici e ambientali, quali la malaria e l'impaludamento della zona, causato anche dalla deviazione dell'alveo del Po (rotta di Ficarolo, 1152).

Ebbe una grande importanza per la conservazione e la diffusione della cultura durante il Medioevo, grazie aimonaciamanuensi che vi risiedevano. In quest'abbazia il monaco Guido d'Arezzo ideò la moderna notazione musicale e fissò il nome delle note musicali. Fra il 1040 e il 1042 vi soggiornò anche il ravennate Pier Damiani, chiamato a istruire i monaci.

Nel 1653 papa Innocenzo X soppresse il monastero, che nel 1802 venne acquistato dalla famiglia ravennate Guiccioli. Alla fine dell'XIX secolo la proprietà passò allo Stato italiano.

I MAGNIFICI 6

Questi sono i vini riportati nello stesso ordine in cui sono stati degustati :

Amarone Cà Coato 2008 Antolini

Amarone 2008 Corte Canella

Amarone 2008 I Scriani

Amarone 2007 Corte San Benedetto

Amarone 2007 Venturini Campo Masua

Amarone 2006 Nicolis


NOTE DI DEGUSTAZIONE

 

1 ) ANTOLINI CA' COATO 2008

Nell'anno 2000 Pier Paolo e Stefano acquistano in località Ca' Coato 3 ettari di terreno nel vicino comune di Negrar, la posizione è splendida ma il suolo è per lo più incolto e le poche viti superstiti sono trascurate.
Con un duro e lungo lavoro ristrutturano le vecchie "marogne" – i muri a secco – rispettando l'antica tecnica di costruzione che non prevede l'uso di cemento, poi piantano i nuovi vigneti con le varietà tipiche della zona, vale a dire Corvina, Corvinone e Rondinella
Questo Amarone è ottenuto dai soli vigneti a guyot impiantati dal 2001 al 2004 nel versante a est di San Vito di Negrar. Il terreno è argilloso-calcareo, gode dell'esposizione sud-ovest, è posto tra i 170 e i 220 m ed è privo di impianto di irrigazione. 
L'uva, accuratamente cernita a mano, viene messa a riposare in piccole cassette e pigiata in Dicembre. 
Il vino così prodotto rimane per 24 mesi in barrique, parte di primo, secondo e terzo passaggio. Le bottiglie restano poi almeno sei mesi in affinamento prima dell'immissione al consumo.

Gradazione 17° alcolici.
Bottiglia borgonotta da 750 ml.
Servire a temperatura di 20°C preferibilmente stappando la bottiglia qualche ora prima, usare bicchieri tipo ballon per facilitare l'ossigenazione.
L'Amarone si abbina a carni rosse arrostite o alla brace, cacciagione e formaggi stagionati.

Tutti gli amaroni necessitano di decantazione, almeno un paio di ore prima, proprio per permettere ai fumi dell'alcol di evaporare e non disturbare le narici durante le olfazioni :

rosso ancora in tonalità rubino, si manifesta al naso molto intenso, etereo ; alla gustativa è caldo, con note di frutta sotto spirito, ciliegie e marasca, tannini setosi ed amalgamati, buona la persistenza finale.

Ho chiesto a fine degustazione il parere dei 14 partecipanti alla serata, tra cui alcuni sommelier, cosi' si sono espressi :

7 buono

7 molto buono/ottimo

 

2 ) Amarone della Valpolicella CORTE CANELLA

Gradazione alcolica: 16 % vol

Capacita: Bordolese 750 ml

ZONA DI PRODUZIONE: I vocati terreni di Cellore conosciuti per le caratteristiche uniche che sanno dare ai vini che vengono prodotti.

UVE E VITIGNI: Corvina,Corvinone,Rondinella. Le viti sono allevate a spalliera con produzioni che non superano i 40 qli per ha.

VINIFICAZIONE: Le uve vengono raccolte in apposite cassette e vengono poste in appassimento fino alla metà di dicembre dopo di che vengono pigiate. La fermentazione sulla buccia e'lunga per ottenere il massimo del corpo. Le temperature sono naturalmente controllate. Segue una pressatura soffice dove solo il vino fiore viene trattato.

AFFINAMENTO: Prevede 30 mesi di maturazione su piccole botti di rovere tostato. Un ulteriore maturazione si avrà poi in bottiglia dove l'Amarone rimarrà per un' anno prima di essere messo in commercializzazione.

COLORE:Rosso di bella brillante intensità.

AROMI: Le fragranze dell'uva passita che ricordano un dolce profumo che inebria i sensi e rafforza gli spiriti,una dolce confettura di ribes associata a una delicata tostatura di noce .

SAPORI: Pieno,morbido,persistente. Ottima la morbidezza tannica. Un vino di contenuti e di grande pulizia associata a una struttura notevole.

LE TEMPERATURE:Si serve dopo essere stato posto in caraffa per un arieggiamento di almeno mezzora,alla temperatura di 18°.

Ricordo che questa azienda si è affacciata sulla scena dell'imbottigliamento da pochi anni, di questo millesimo sono state prodotte appena 726 bottiglie numerate :

rosso rubino in tonalità scura ; al naso note di frutta matura di estrema pulizia, molto gradevole ; in bocca è succoso, fruttato, tannini amalgamati, grande beva, un sorso tira l'altro, lunga la Pai finale.

6 buono

4 molto buono/ottimo

4 eccellente

 

3 ) Amarone 2008 I SCRIANI

Vigneti di provenienza : "Mandolari", "Tondin", "Bosco", "La Costa".

Varietà delle uve : Corvina 60%, Corvinon 25%, Rondinella 15%

Vendemmia: raccolta manuale (terza decade di settembre selezione dei migliori grappoli esposti al sole).

Vinificazione: dopo un periodo di surmaturazione naturale in fruttaio che varia dai 90 ai 110 giorni, la pigiatura avviene in botti troncoconiche di rovere da 50 hl. La fermentazione (dove il mosto è per 30-40 giorni a contatto con le bucce) avviene senza l'aggiunta di lieviti grazie all'integrità delle uve.

Maturazione: affinamento in barriques da 350 litri per ca. 16-18 mesi, in botti di rovere da 26 hl per altri 10 mesi e infine in bottiglia per 6 mesi.

Caratteristiche organolettiche: colore rosso rubino carico tendente al granato; profumi molto puliti di frutta a bacche, marmellata e ciliegie sotto spirito; regala sapori di vaniglia, spezie, liquirizia e mandorle amare.

Abbinamenti: si sposa magnificamente con piatti robusti come selvaggina o arrosti, formaggi molto stagionati, ma è anche un ottimo vino da meditazione. Servire a temperatura di 18-20°. 
Stappare almeno due ore prima.

Gradazione alcolica : 16% vol.

Colore rosso rubino tendente al granato ; naso intenso di grande piacevolezza, note tostate, nocciola ; ingresso morbido con una bella beva, tannini morbidi, caldo, lungo .

Un amarone che ha riscosso molto apprezzamento, come tutti gli altri d'altronde, questi i pareri espressi :

9 molto buono/ottimo

5 eccellente

 

4 ) Amarone Corte SAN BENEDETTO 2007

Al colore si presenta in tonalità granato ; naso di buona espressività, intenso, con note tostate , caffè, cioccolato ; in bocca è giustamente caldo, invitante, tannini amalgamati, integrati, medio/lungo nel finale.

4 buono

7 molto buono/ottimo

2 eccellente

 

5 ) Amarone VENTURINI- Campo Masua 2007

Bello fin dal colore in tonalità tra il rubino ed il granato ; naso che si apre piano piano, evolve nel bicchiere, frutta appassita, cioccolato, tabacco, rabarbaro ; in bocca è semplicemente delizioso, tannini setosi ed amalgamati, in equilibrio sensoriale, di grande qualità e finezza, questi i pareri espressi :

4 molto buono/ottimo ;

9 eccellente

1 Top Wine

 

6 ) Amarone 2006 NICOLIS

Il " vecchietto " della serata, anche se come sostengo da anni, l'amarone è un vino che per dare il meglio di se, necessità di almeno 8/10 anni di affinamento in botte e bottiglia :

colore granato scuro ; al naso si apre piano piano, evolve nel bicchiere, note di cioccolato, spezie ; in bocca ha ancora tannini vivi in evoluzione, intenso nel centro bocca, lungo nel finale. Un vino che durerà molti anni a venire se ben conservato in cantina.

Questi i pareri espressi :

3 molto buono/ottimo

8 eccellente

3 Top Wine

 

La tabella per decodificare i pareri espressi è questa :

http://www.winetaste.it/ita/anteprima.php?id=259, ovvero :

 

0-60 scadente o difettoso

61-70 passabile o corretto

71-75 medio e senza pretese

76-80 piacevole o franco

81-85 buono

86-90 molto buono/ ottimo

91-95 eccellente

96-100 Top Wine

I vini sono stati accompagnati ai deliziosi piatti preparati dal giovane chef Luca, coadiuvato dalla famiglia, che ogni volta ci stupisce con le sue preparazioni, ricche di fantasia e creatività. Questi i recapiti del Ristorante Alla Cueva :

Ristorante La Cueva
347 874 2694

Indirizzolocalità pomposa centro n°2444021 Abbazia di Pomposa, Italy

Provincia FERRARA E-mail [email protected]

Una bella serata, durante la quale sono state proiettate alcune slide sulla Valpolicella, le uve che compongono questo vino strepitoso, una bella esperienza sensoriale che conto di ripetere in altri luoghi italiani ed esteri. Ripropongo a tal proposito il video/intervista che ho girato due anni orsono al V.Presidente del Consorzio Tutela Valpolicella e direttore tecnico alla cantina di Negrar, Daniele Accordini, dove ci spiega la vera origine dell'amarone.

http://youtu.be/kqLlnP8VrKU

 

Alla nostra salute con i magnifici 6 amaroni degustati in questo bella ed entusiasmante serata.

Roberto Gatti

Novembre 2012


Tag: winetaste, valpolicella, amarone, antolini, venturini, nicolis, roberto gatti, codigoro, cueva pomposa, pomposa, corte canella, i scriani, corte san benedetto


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?