Villa Matilde

Logo azienda
  • Cellole (Caserta)
  • Campania
  • S.S. Domitiana, 18
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1970
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: N/A
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: N/A
L'antica tradizione enologica e la particolarità del terroir campano dell'Ager Phalernus, sono stati riscoperti, da questa azienda a conduzione familiare, nata negli anni sessanta, che ha saputo coniugare:
- cultura e ambiente,
- tradizione e innovazione,
- territorio e persone.

Negli anni '70 l'avvocato Francesco Paolo Avallone, appassionato cultore di vini antichi, riuscì ad individuare dopo anni di ricerche, coadiuvato da un gruppo di ricercatori dell'Università di Agraria, le viti che un tempo davano vita al famoso Falerno, vino decantato sin dall'epoca romana e poi distrutto da un parassita devastante, la filossera, agli inizi del novecento.

Circa tremila anni fa nasceva qui, in Campania, un vino severus, fortis, ardens, che ha attraversato i secoli, un vino, dice la leggenda, donato alla terra del Massico dal dio Bacco, che oggi racconta col suo rosso caldo e il suo sapore intenso il calore e i colori di una terra ricca di contrasti.

Francesco Paolo Avallone ripiantò gli antichi vitigni del Falerno proprio nel territorio del Massico dove un tempo erano prosperati e fondò Villa Matilde, oggi affidata ai suoi due figli, Maria Ida e Salvatore.

La particolarità di quest'azienda vitivinicola solida e affermata è legata a tre fattori d'eccezione:
- il rispetto dell'ambiente
- l'importanza della qualità
- la sintesi efficace di tradizione e innovazione
px
Vetrina attiva dal 22/12/2008, 7865 pagine viste, 263 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?