Ronco di Prepotto

Logo azienda
  • Prepotto (Udine)
  • Friuli Venezia Giulia
  • Via Brolo, 45
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1901
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Macorig
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
L'azienda vitivinicola "Ronco di Prepotto" appartiene alla famiglia Macorig dal 1901 ed è situata su un territorio particolarmente vocato alla viticultura: Prepotto in provincia di Udine.
Bisogna salire a piedi o in fuoristrada per vedere das vicino i vigneti piantati sulle alture di Prepotto, a sud-est di Cividale, nei Colli Orientali del Friuli. Tra boschi e prati, percorrendo strade sterrate e tortuose, si incontrano i terrazzamenti dei vecchi e nuovi impianti. Qui, da sempre, si coltiva la vite, come la famiglia Macorig, fin dal 1901.
Giuseppa Macorig, infatti, aveva in Prepotto la casa e un piccolo vigneto, passati poi al figlio Gino, quindi ad Annibale papà di Giampaolo, attuale conduttore (con il genitore a fargli da valida spalla). La passione gestionale è tanta e la voglia di crescere pure. Dai Macorig, tra i colli di Prepotto, su terre forti e belle esposizioni dunque, non si può non parlare di qualità dei vini. Cura del vigneto, dell'uva, dell'appassimento, della cantina e del vino. Così, i vigneti sono stati tutti risistemati e, per un buon 35%, completamente rinnovati (quasi tutti governati a Guyot con una fittezza di 4500/5000 viti per ettaro). La gestione è a basso impatto ambientale: niente diserbanti o disseccanti, concimazioni chimiche in dosi omeopatiche (meglio optare per quelle organiche con la distribuzione del buon vecchio letame ...), trattamenti per la difesa solo se strettamente necessari. La vendemmia, naturalmente, è completamente manuale e in cassetta, effettuata in più riprese per raccogliere tutti i grappoli alla giusta maturazione. Una parte di uva di tutti i vitigni allevati viene messa ad appassire sul grande granaio, ben arieggiato, della vecchia casa colonica dove i grappoli vengono appesi, uno a uno, a centinaia di ganci messi bene in fila sotto al tetto. Un grande sacrificio che padre e figlio, però, giudicano necessario. In cantina, l'uso della botte di legno è effettuata in maniera estramamente intelligente e a seconda della qualità dei vini espressi dall'annata
Le scelte strategiche dell'azienda hanno portato a diversificare la produzione, e quindi la distribuzione, attraverso la creazione di due linee di prodotto: la "Ronco di Prepotto" uvaggi emozionanti Anatema e Zeus e la "Vigneti dei Monti Sacri" vini autoctoni in purezza lo Schiopettino e il Picolit
px
Vetrina attiva dal 14/05/2014, 2212 pagine viste, 163 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?