Tenuta Roveglia

Logo azienda
  • Pozzolengo (Brescia)
  • Lombardia
  • Loc. Roveglia n.1
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1930
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: No
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Cesare Ferrari
  • Visite in azienda: N/A
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano, Tedesco
vigneti delle colline moreniche sulla riva meridionale del Lago di Garda godono di un microclima del tutto particolare: la natura argillosa del terreno, l'umidità mattutina, la grande disponibilità di acqua, il notevole irraggiamento solare e la limitazione delle oscillazioni termiche nel corso dell'anno, creano, in un'area già celebrata 2000 anni fa da Catullo, condizioni estremamente favorevoli per la maturazione dell'uva, che acquista una straordinaria ricchezza di profumi e di sapori. Al centro dell'area indicata come primo Cru della Lugana, sorgono le mura di un'antica casa rustica lombarda, la Cascina Roveglia. La Tenuta Roveglia, nasce negli anni '30 dalla passione di un industriale tessile svizzero, Federico Zweifel, venuto a lavorare nel veronese dalle montagne di Glarus. Inizialmente, nell'antica cascina, il vino veniva prodotto per amici ed intenditori dai contadini del luogo, usando metodi tradizionali. La Tenuta si ampliava poi negli anni '60 per merito del figlio di Federico, Giusto Zweifel e veniva infine completamente trasformata negli anni '80, con impianti di vitigni ed acquisto di moderne attrezzature.
Attualmente la Tenuta Roveglia copre una superfice di oltre 100 ettari di cui quasi 50 a vigneto: si tratta della più estesa superficie vitata della Lugana, ricca sia di vigneti di antico impianto (e pertanto dotati di apparati radicolari molto estesi) che di vigneti nuovi. Con l'approvazione nel 1996 del nuovo disciplinare la zona del Lugana è entrata a far parte di un'area molto più ampia: quella del Garda DOC. Ciò ha permesso, nei terreni delle colline moreniche, l'impianto di nuove varietà di vitigni, quali Chardonnay, Pinot nero, Sauvignon, Cabernet Sauvignon ed altri. La Tenuta Roveglia ha sempre curato in modo particolare il trattamento dei suoi vigneti, riuscendo così a produrre uve di grandissima qualità per le quali gode di una grande reputazione. La produzione è limitata e selezionata: la quantità viene sacrificata a favore della qualità. Le uve, scelte tra le più mature, subiscono, dopo la raccolta manuale, una spremitura soffice ed una vinificazione controllata, sia negli aspetti fisici che in quelli chimici, in modo da ottimizzare sviluppo e conservazione di aromi e sapori.
Terreno e condizioni climatiche, uniti alla cura ed alla competenza dell'enologo Cesare Ferrari e del direttore Paolo Fabiani, hanno reso famoso il Lugana della Tenuta Roveglia come dimostrato dagli innumerevoli premi. Il più importante di questi è stato la Gran Medaglia d'Oro assegnata, tra oltre 1000 produttori (di cui il 40% esteri), nel terzo Concorso internazionale Vinitaly (1995) sotto il patrocinio dell'Union International des Oenologues, ad una selezione: il Lugana Vigne di Catullo. Oggi il Lugana della tenuta Roveglia è presente in alcuni dei più prestigiosi ristoranti italiani, come "I 12 Apostoli' a Verona e 'L'Albereta' di Gualtiero Marchesi a Erbusco.
La Tenuta Roveglia produce quattro diversi tipi di Lugana: Lugana classico, Lugana selezione 'Vigne di Catullo', Lugana selezione `Filo d'Arianna', Lugana Brut (metodo Charmat). Con l'approvazione del nuovo disciplinare è entrato in produzione anche un Sauvignon Garda DOC.
px
Vetrina attiva dal 13/07/2011, 10573 pagine viste, 445 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?