Poggio Argentiera

Logo azienda
  • Grosseto (Grosseto)
  • Toscana
  • Strada Banditella 2 Alberese
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1997
  • Superficie vitata: 35.00 ha
  • Bottiglie prodotte: 200000
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: Internazionale
  • Export: Altri paesi europei, America centrale e meridionale, America settentrionale, Oceania e altri territori, Unione Europea
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Gianpaolo Paglia
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
Fondata nel 1997 da G. Paglia, agronomo maremmano, e J. Keeling, marketing manager inglese.
Poggio Argentiera nasce nel 1997 dall 'acquisto del Podere Adua, risalente ai primi del 900, durante la Bonifica Maremmana.

Gianpaolo Paglia, agronomo di origini maremmane, e Justine Keeling, marketing manager inglese cominciano a produrre Morellino di Scansano a partire dai circa 6 Ha di vecchi e pregiati vigneti, ai quali in seguito verranno aggiunti nuovi impianti di moderna concezione e una nuova cantina di vinificazione.

Attualmente l'azienda è composta dall'unione di due Poderi - la tipica fattoria della Maremma - situati in due zone diverse della Maremma grossetana. Il Podere Adua, con il centro aziendale e le cantine, è in prossimità del Parco Naturale della Maremma, lungo la zona costiera del comune di Grosseto, mentre il Podere Keeling si trova nella zona collinare a Nord del comune di Scansano, nel versante che guarda la montagna amiatina.

Nonostante entrambi si trovino all'interno della zona DOC Morellino di Scansano i due Poderi sono in situazioni pedo-climatiche molto diverse: il Podere Adua trovandosi a pochi km dal mare e a pochi metri di altitudine slm risente di condizioni climatiche costiere con elevata insolazione e scarsità di precipitazioni durante il ciclo vegetativo della vite, i terreni sono sabbioso-limosi poveri di scheletro.

Il Podere Keeling si trova in zona collinare (da 150-250 m slm) in terreni argillosi e ricchi di scheletro, con condizioni climatiche in generale più fresche. La presenza di questi due terroirs rende possibile la scelta tra uve diverse e complementari, in grado di creare una combinazione unica capace di esaltare tutte le potenzialità della Maremma. La produzione è per il momento incentrata su vini fortemente territoriali, come il Capatosta ed il Bellamarsilia, due Morellini di Scansano, e il Maremmante e il Finisterre, due IGT Maremma a base di Alicante e Syrah. Sempre maggiore è l’attenzione ai vini bianchi, a base di due varietà tipiche della Maremma, l’Ansonica e il Vermentino, che danno vita al Guazza e al Fonte40 (quest'ultimo con una piccola percentuale di Fiano di nostra produzione). Completa la gamma una piccolissima produzione di vino proveniente da appassimento di uve Alicante, il Lalicante.

L'azienda, pur essendo di recente formazione, ha già ricevuto notevoli consensi a livello italiano ed internazionale dalla stampa specializzata (tre bicchieri Gambero Rosso, Vini dell'Eccellenza dell'Espresso, votazioni sopra i 90 punti da Wine Advocate e da Wine Spectator). I vini sono attualmente distribuiti con rete commerciale propria in Italia e nei maggiori mercati internazionali.
px
Vetrina attiva dal 09/08/2008, 5293 pagine viste, 267 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?