Castello Di Bolgheri

Logo azienda
  • Castagneto Carducci (Livorno)
  • Toscana
  • P.zza Teresa 3
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: N/A
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: N/A
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Francese, Inglese, Italiano
Le origini del Castello di Bolgheri risalgono al 1200. Fin da allora proprietà della famiglia dei Conti della Gheradesca. Nella seconda metà del 1700 vengono effettuati restauri e migliorie al palazzo e la costruzione delle cantine. Nel 1895 viene modificata la facciata del castello, con la realizzazione della torre e dei merli così come ancora oggi essa appare.Per eredità il Castello di Bolgheri con i terreni circostanti si sono trasferiti per successione dalla Contessa Alessandra della Gherardesca alla figlia Contessa Franca Spalletti Trivelli sposata con il Conte Clemente Zileri Dal Verme.Tutta l’azienda agricola si estende intorno al Castello per una superficie 130 ettari, di cui 50 interessati a vigneto; il resto è coltivato con 6.000 piante di olivo, seminativo e bosco. Essa è adiacente da ambo i lati al famoso viale dei cipressi decantato dalla poesia di Giosuè Carducci.A partire dal 1997 i vigneti sono stati piantati con le varietà principali previste dal disciplinare DOC Bolgheri (Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Syrah e Petit Verdot). I vigneti del Castello di Bolgheri si trovano nei pressi dell’omonimo borgo, con esposizione sud-ovest e i filari perpendicolari al mare beneficiano della ventilazione pomeridiana durante le calde giornate stive.I terreni sono prevalentemente sabbiosi-argillosi ricchi di scheletro sassoso a reazione sub alcalina. L’altitudine media è di 70 metri s.l.m. Tutta l'azienda ricade nell'area DOC Bolgheri nel comune di Castagneto Carducci. Nei cru più interessanti il terreno vede una buona presenza di scheletro; ph tendenzialmente basico, questi, insieme ad un carattere calcareo sono la matrice di questi vini. Questa tipologia di terreno dà vini con tannini sottili e morbidi, acidità bassa ben integrata ed una spiccata profondità aromatica.La varietà principale nei tagli di entrambi i vini è il Cabernet Sauvignon che contribuisce a dare un’espressione fitta in cui la speziatura ed il frutto si fondono. In bocca è compatto con una progressione ed una buona persistenza nei blend dal 50% al 60%. Il Merlot frutto coinvolgente, un vino sviluppato in volume e larghezza, rotondo, tannini setosi, dolci nei blend circa dal 25% al 30%. Il Cabernet Franc, cupo ed intenso al naso e così in bocca, un vino grasso, matierico nel blend da una nota di eleganza e finezza circa dal 15% al 25%.L'agronomo ed enologo dell'azienda sono Clemente e Federico Zileri Dal Verme.
px
Vetrina attiva dal 31/08/2010, 5627 pagine viste, 245 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?