Varramista

Logo azienda
  • Montopoli In Val D'arno (Pisa)
  • Toscana
  • Via Ricavo - Varramista
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1990
  • Superficie vitata: 14.00 ha
  • Bottiglie prodotte: 55000
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: Internazionale
  • Export: Unione Europea
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Augusto Monaci
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
Varramista è nota nelle ultime decadi per essere stata la residenza di campagna della Famiglia Piaggio, ideatori e costruttori del mitico scooter Vespa.Nel 1953 il dr. Enrico Piaggio acquistò la villa con le sue terre dal marchese Folco Gentile Farinola. Varramista per molti anni fu la residenza di campagna, luogo di caccia e villeggiatura per amici e nomi noti delle cronache del tempo: il conte Emilio Pucci, Mastroianni, il conte Clemente Zileri dal Verme e sua moglie, la contessa Spalletti. La moglie, donna Paola Piaggio, amava montare a cavallo nel maneggio privato ancora all'interno della tenuta.Nel 1959 si tennero a Varramista le nozze di Antonella Bechi Piaggio (figlia di Enrico Piaggio, detto “Riri”),con Umberto Agnelli.
Nel 1996 Giovanni Alberto Agnelli, (Presidente della Piaggio & C. S.p.A),figlio di Antonella Bechi Piaggio,sposata in seconde nozze col duca Visconti di Modrone, replicò la storia materna e si sposò con Avery Howe.Dal 1990 “Giovannino” Agnelli,infatti,fece di Varramista la sua residenza stabile ed iniziò sotto la supervisione dell'enologo e agronomo Federico Staderini la riconversione dei vigneti: analisi e risultati elessero poi il Syrah come vigneto principe che è oggi il fondamentale componente del Varramista,il vino che il Dr. Agnelli aveva ideato per sé e per gli amici.Nel 1998,dopo la scomparsa del Dott. Giovanni Alberto,la Tenuta divenne soggiorno prediletto della madre Antonella Bechi Piaggio duchessa Visconti di Modrone,e da allora,con grande amore ed entusiasmo,promuove la qualità e lo stile che Varramista vuole rappresentare nel mondo.Ma la storia di Varramista inizia nel Trecento.Secondo una delle tradizioni più diffuse, la proprietà di Varramista fu donata dalla Repubblica di Firenze a Gino di Neri Capponi (1350-1421) per la sua vittoria al comando delle milizie fiorentine contro la città di Pisa nel 1406. Gino di Neri Capponi avrebbe eretto la Villa quale solido avamposto contro i pisani.L'edificio principale, così come ci è giunto,fu completato nel decennio compreso tra il 1580 ed il 1589,come recano le cifre incise sugli embrici del tetto.La progettazione della villa padronale sarebbe da ricondursi a Bartolomeo Ammannati (1511-1592) celebre scultore e architetto fiorentino,che eseguì proprio in quegli anni diversi lavori per conto della corte medicea, collaborando alla trasformazione di Palazzo Pitti in villa suburbana e alla realizzazione della Fontana del Nettuno della Signoria a Firenze.La casa Capponi rappresentò una delle famiglie più illustri della storia fiorentina e più in generale italiana a partire dal XII secolo.Il personaggio più illustre e conosciuto della famiglia rimane Gino Capponi (1792-1876),unico figlio del marchese Pier Roberto e della marchesa Maddalena Frescobaldi.Fu storico,senatore,legislatore e soprattutto animatore del mondo letterario,culturale e politico dell'Ottocento.Delle numerose proprietà,che dal 1825 aveva ereditato dal padre,la sua residenza preferita fu quella di Varramista dove ospitò numerosi personaggi del mondo letterario e politico italiano,tra cui Alessandro Manzoni celebre autore de I promessi sposi.Nel 1876 la residenza di Varramista fu ereditata dalla figlia Marianna, vedova dal 1860 del marchese Francesco Maria Gentile Farinola. Alla sua morte nel 1885, Varramista divenne quindi proprietà della famiglia Gentile Farinola,nobile casa di origine genovese.
px
Vetrina attiva dal 31/08/2010, 10314 pagine viste, 331 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?