Pieriboni

Logo azienda
  • Montebello Vicentino (Vicenza)
  • Veneto
  • Via Mason, 13
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: 1970
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Pieriboni
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano
La storia della famiglia Pieriboni nel settore vinicolo risale ai primi decenni del secolo scorso quando Attilio e Noemi, i nonni degli attuali proprietari, iniziarono a coltivare la vite sulle splendide colline venete del territorio di Gambellara, noto fin dall’antichità per la sua produzione di ottimi vini.
É nel 1970 che Adriano, il figlio di Attilio, con l’aiuto della moglie Milena crea l’azienda agricola Pieriboni acquistando in località Mason di Montebello Vicentino ai piedi delle colline un piccolo casale circondato da non piu’ di 10 ettari di terra.
Nel corso degli anni, abbandonate le consuete attività contadine di antica tradizione, come la semina e l’allevamento del bestiame, l’azienda inizia a subire importanti cambiamenti orientandosi verso la coltivazione della vite.
É così che la vecchia stalla, nel 1980, lascia il posto ad una piccola cantina dove vinificare autonomamente le uve prodotte nei propri vigneti.
Sul finire degli anni ’90 l’azienda acquista nuove proprietà, e grazie alla produzione di vini di grande qualità, si conquista un significativo spazio nel mondo vinicolo.
Oggi l’azienda è nelle mani di Giovanni e Paolo, i figli di Adriano.
Il loro obiettivo è quello di migliorare sempre più la qualità dei propri vini iniziando dalla campagna sino alla cantina; per questo si avvalgono della professionalità di tecnici agrari e di enologi esperti, senza rinunciare però alla cordialità e all’amichevole ospitalità tipica del carattere familiare dell’azienda.
px
Vetrina attiva dal 11/03/2015, 3683 pagine viste, 299 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?