Le strade del Vino in Terra di Lavoro

Logo azienda
  • Rocca D'evandro (Caserta)
  • Campania
  • SS 430 Km 17.100
Foto profilo Le Strade del Vino in Terra di Lavoro è un associazione di produttori nata nel 2005 con l’intento di tutelare e promuovere il vasto e storicamente unico territorio in cui si producono grandi vini quali il Falerno, il Galluccio e l’Asprinio d’Aversa. Un terra dai tipici connotati mediterranei, in cui il vino, l’olio di oliva e i prodotti tipici locali, come la rinomata mozzarella di bufala, i funghi porcini e tante altre specialità diventano l’ideale compagno di viaggio per il nostro ospite. Tra inattesi scorci di terra e di mare, un passato di grande testimonianza storica, artistica ed architettonica si rivela a chi vorrà visitare questi luoghi naturalmente inseriti in ambienti protetti e di grande suggestione, come il Parco di Roccamonfina, la Foce del Garigliano, la Riserva del lago di Falciano e l’oasi WWF di Monte Massico.
Le Strade del Vino di Terra Di Lavoro si vogliono offrire come un’efficace strumento di conoscenza di un territorio che non a caso i romani definirono duemilacinquecento anni fa Campania Felix.

AREA D.O.C. DEL FALERNO DEL MASSICO

Il territorio del Falerno rientra nei Comuni di Carinola, Falciano del Massico e Sessa Aurunca, ubicati all’estremità nord – occidentale della provincia di Caserta, Cellole e Mondragone , situati invece sul Litorale Domizio. In queste terre, corrispondenti all’antico ager falernus, nasce il vino Falerno, considerato il primo vino a denominazione di origine controllata dell’enologia mondiale. I vini a denominazione di origine controllata prodotti sono: Falerno del Massico rosso, Falerno del Massico primitivo, Falerno del Massico bianco e Falerno del Massico “riserva” o “vecchio”.

AREA D.O.C. DEL GALLUCCIO

Il territorio di produzione del Galluccio, situato nella zona collinare, al margine del confine della Provincia di Caserta con il Lazio, comprende i comuni di: Conca della Campania, Galluccio, Rocca d’Evandro, Mignano Monte Lungo e Tora e Piccilli. L’area, da sempre a grande vocazione vitivinicola, è caratterizzata dal susseguirsi di dolci rilievi dominati dal gruppo vulcanico di Roccamonfina che, con la sua passata attività eruttiva ha reso i terreni, per struttura e composizione, molto adatti alla produzione di vini di notevole pregio. I vini a denominazione di origine controllata prodotti sono: Galluccio bianco, Galluccio rosso, Galluccio rosato e il Galluccio “riserva” .

AREA DELL’ASPRINIO D’AVERSA

L'area di produzione di questo vino, che già nel 1300 deliziava dame e cavalieri della corte di Roberto D’Angiò, include 22 comuni che rientravano nell'antica Contea di Aversa, tra cui Casal di Principe, Carinaro, Casapesenna, Frignano, Lusciano, Parete, S. Cipriano d’Aversa e Teverola. Le viti dell’Asprinio, vengono tradizionalmente coltivate in alberate di sorprendente altezza, uniche al mondo, che producono oltre ad un vino "allegro, leggero, brioso", uno spumante elegante, eccezionalmente buono, molto ricercato per la sua naturale freschezza. I vini a denominazione di origine controllata prodotti sono: L’Asprinio di Aversa e l’Asprinio di Aversa spumante.
px
Vetrina attiva dal 16/09/2009, 2753 pagine viste, 80 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?