Caseificio Torricelle

Logo azienda
  • Capaccio (Salerno)
  • Campania
  • Via Torricelle, 1
Foto profilo La parola Mozzarella deriva certamente dal termine “mozzare”, operazione di formatura praticata tradizionalmente a mano (con l’indice e il pollice) nella fase finale della lavorazione.
La storia di questo formaggio è strettamente legata alla comparsa del bufalo in Campania, nell'Italia meridionale. La Mozzarella è un Tipico formaggio dell'Italia meridionale, che viene classificato come formaggio a pasta filata di consistenza molle. È uno dei formaggi più famosi, reso ancora più famoso da molte preparazioni culinarie
Tecnicamente si definisce mozzarella un formaggio fresco, a pasta molle, cruda e filata a sfoglie sovrapposte dalla crosta sottilissima. Oggi viene prodotta in forme tondeggianti di diverse dimensioni, bocconcini, pani o trecce.La prima fase della lavorazione della mozzarella parte dal latte, filtrato per togliere tutte le impurità e pastorizzato per eliminare gli eventuali germi patogeni, quindi viene fatto coagulare mediante l'aggiunta di caglio di vitello. Successivamente il composto viene scaldato alla temperatura ottimale di 34-38° C. La massa che costituisce la cagliata viene quindi spezzata in parti piuttosto grandi e posta a riposare.
Il periodo di conservazione di una mozzarella dipende dalla qualità della materia prima e dalla lavorazione. Generalmente si conserva immersa nel liquido di governo per 3 o 4 giorni ad una temperatura di circa 10-15°C senza perdere le sue caratteristiche. Dopo tale periodo il prodotto inizia a perdere consistenza, la parte esterna comincia a sfaldarsi, perde la sua caratteristica struttura a sfoglie e comincia ad avere una consistenza più “burrosa”, di conseguenza va consumata cotta.
La Disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Protetta della mozzarella definisce in maniera rigorosa quali devono essere i requisiti del formaggio fresco per essere definito "Mozzarella di Bufala Campana". Caratteristica fondamentale è il latte di bufala che deve essere crudo, eventualmente termizzato o pastorizzato, proveniente da aree geografiche preventivamente stabilite. L’area di produzione è stabilita dalla Disciplinare di Produzione n. 258 del 6.11.2003 all’articolo 2.
Il Caseificio Torricelle inizia la sua storia diversi anni fa e decide di investire nel settore dei prodotti tipici locali (Cilento, Salerno, Campania) per far degustare ai propri clienti prodotti di alta qualità adatti ad ogni palato.
Mozzarelle, Bocconcini, trecce, scamorze, ricotte, burro, ciliegine e altri prodotti da provare al caseificio Torricelle Paestum Comune di Capaccio (SA).
px
Vetrina attiva dal 19/07/2011, 1018 pagine viste, 48 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?