Frantoio Oleario Bigucci

Logo azienda
  • San Giovanni In Marignano (Rimini)
  • Emilia Romagna
  • Via dei Faggi, 13
Foto profilo Era il 1954 circa. Nostro babbo aveva più o meno dieci anni quando cominciò con una bicicletta un po' arrugginita a consegnare l'olio per conto di un negoziante. Era piccolo con i suoi calzoncini e le sue ciabatte, ma con la bici e i bottiglioni attaccati di qua e di là arrivava lontano!bigucci Crescendo, con il tempo riuscì a comprare un camioncino e con quello le consegne erano più veloci! Dopo dieci anni arrivò la prima licenza d'ambulante e da lì la ditta BIGUCCI BRUNO acquistò la sua autonomia. Non produceva l'olio il babbo, visto che ancora in Romagna la coltura dell'olivo non era così diffusa. Erano gli anni sessanta, l'Italia stava risorgendo a quasi venti anni dalla guerra e le abitudini alimentari si modificavano. Non erano più lo strutto o il lardo a farla da padroni sulle tavole, i nuovi ritmi di vita richiedevano alimenti più genuini e meno ricchi di grassi animali. L'olio extra vergine d'oliva era destinato a diventare il condimento più diffuso e genuino e questo il babbo lo sapeva. Negli anni aveva imparato a riconoscere l'olio buono e contatti sempre più frequenti lo portarono in Abruzzo, dove i produttori locali si conquistarono la sua fiducia. Merito dei loro mulini, dove grosse pietre in granito giravano macinando quintali d'olive appena raccolte. Allora, il babbo a fine ottobre partiva con il suo camioncino blu con dentro le botti vuote e andava a riempirle con l'olio novello. Loreto Aprutino, Orsogna, Ortona, Poggiofiorito, Arielli diventarono zone conosciute e ricche di buon olio. E con il camioncino tornava e cominciava a riempire bottiglioni, damigiane e lattine che sarebbero finite nelle case di tante famiglie, che, con il tempo si affezionarono a quel ragazzo che ogni mese passava a vedere se c'era bisogno dell'olio. A tutt'oggi una delle nostre clienti più anziane ha quasi novant'anni! Non era un lavoro facile andare a cercare clienti, far provare loro il prodotto, conquistare la loro fiducia e poi una volta a casa lavare le damigiane, i bottiglioni e riempirli per il giorno dopo.
px
Vetrina attiva dal 05/12/2011, 1890 pagine viste, 61 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?