Aqua Dulza

Logo azienda
  • Como (Como)
  • Lombardia
  • Piazza Giovanni Paolo II, 21
Foto profilo Il Progetto Aquadulza da cosa nasce?
E’ prima di tutto l’amore per questa terra, il Lago di Como, per la sua storia e poi la passione per l’enogastronomia e la birra artigianale che ci hanno spinto a realizzare questo progetto.
Un articolo comparso nel dicembre del 1926 sulla rivista “Rassegna Italiana” recitava: “…Tra il passato nostro e il nostro presente non esiste incompatibilità. Noi non vogliamo rompere con la tradizione: è la tradizione che si trasforma, assume aspetti nuovi, sotto i quali pochi la riconoscono”.
Con queste parole si presentò al pubblico il “Gruppo 7”.
Di lì a poco, forti anche delle spinte “innovative” provenienti dal resto d’Europa, questo gruppo di architetti darà vita al Movimento Italiano Architettura Razionale. Giuseppe Terragni, comasco, ne fu, senza ombra di dubbio, il maggiore esponente. In sintonia con i nuovi principi architettonici propri del Movimento Moderno europeo ed americano, realizzò numerosi interventi anche nel comasco, dando visibilità e fama alla sua terra.
Ci piaceva quindi l’idea di presentare questo nuovo progetto riallacciandoci a questo periodo della storia comasca.
Anche graficamente abbiamo preso spunto dagli Anni’ 30: il logo, le scritte con carattere “Mostra”, il concept grafico che ricorda i vecchi manifesti teatrali, la campagna pubblicitaria dai disegni futuristi, la personificazione del prodotto e i suoi slogan a metà tra il solenne e il giocoso come il nostro “Birra Vera”.
L’attaccamento al nostro territorio, alle tradizioni, dialetto compreso, ci hanno aiutato anche nella scelta del nome: Aqua Dulza. Era nostro obbiettivo realizzare, o meglio produrre, una birra artigianale che fosse strettamente legata al Lago di Como.
px
Vetrina attiva dal 22/10/2015, 1510 pagine viste, 42 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?