06.11.2010 | Eventi Inserisci una news

SALONE DEL GUSTO, TERRA MADRE, LANGHE, ALBA

Invia un commento

La Condotta Slow Food Avellino ha organizzazto un viaggio a Torino, nelle Langhe e ad Alba per il Salone del Gusto, Terra Madre e la Fiera del Tartufo Bianco. Tra le numerose presenze campane che abbiamo incontrato al Salone del Gusto, si è particolarmente distinta per la cordiale accoglienza e la qualità dei prodotti l'Azienda Agricola Antico Castello di S. Mango sul Calore (AV), che ha offerto in degustazione i 3 DOCG irpini - Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Taurasi - insieme ad uno straordinario distillato di fichi Fioroni di S. Mango ed un altrettanto accattivante liquore a base di Aglianico aromatizzato con amarene.

Le foto allegate raccontano i bellissimi luoghi, gli ottimi cibi e vini che abbiamo conosciuto e degustato, ma soprattutto le persone incredibilmente belle che abbiamo scoperto o riscoperto girando fra gli stand ed all'interno del nostro stesso gruppo. Terra Madre è una festa di colori e passione per prodotti e produttori contadini di tutto il mondo. Il Salone del Gusto si è dimostrato ancora una volta una miniera di prelibatezze nazionali ed internazionali. Le Langhe, territorio non dissimile dall'Irpinia, conservano il fascino cantato dai loro Poeti ed un notevole rispetto per l'ambiente, con produzione gastronomia e vinicola di grande qualità. Particolarmente spettacolare è stata la visita alla storica Cantina Fontanafredda, dopo la quale abbiamo molto gradito quella all'Azienda Agricola Brandini, moderna ed accogliente, ove abbiamo pranzato bene e degustato ottimi vini. Ad Alba abbiamo ammirato la perfetta organizzazione della Sagra del Tartufo Bianco ed una città che presenta, come Cherasco, aspetti turistici molto interessanti. Torino, poi, è piaciuta a tutti coloro che le hanno dedicato il tempo libero, confermando di aver fatto notevoli passi verso una modernizzazione rispettosa della storia e delle tradizioni.

Ma gli aspetti che ci hanno più colpiti sono stati quelli umani, emersi soprattutto da 2 incontri cui abbiamo assistito.

Il primo appuntamento "Generazione T, i giovani agricoltori raccontano", ha visto la partecipazione di Carlo Petrini Presidente di Slow Food Internazionale, Giorgio Ferrero imprenditore agricolo, Tshediso Johannes Youth Agricultural Ambassadors, Elisabetta Savarese della Rete Rurale Nazionale, Roberto Moncalvo Responsabile giovani agricoltori Coldiretti Piemonte e di un giovanissimo apicoltore brasiliano, Francisco Cabeco, che ha raccontato la sua esperienza di ricostruzione ambientale nel cuore dell'Amazzonia deforestata, dove è riuscito a far rinascere il microcosmo biologico originario, evitando la estinzione di una specie di api caratteristica della zona. Questo giovanissimo agricoltore ha detto una frase che ho riascoltato, a 1000 chilometri di distanza, da Carmen Vecchione, giovane imprenditrice dolciaria irpina e Socia della Condotta Avellino: "la nostra è la prima generazione nella storia dell'umanità che non apprende i saperi tradizionali dai genitori, ma dai nonni, e si ritrova a doverli spiegare ai genitori". Questo ha dovuto fare Francisco, che ora è alle prese con suo padre, incredulo di quanto vede rifiorire, per opera del figlio, nella terra che egli aveva per decenni sfruttato freneticamente, fino a renderla quasi improduttiva, imbastardendola con diserbanti e concimi chimici.

Il secondo commovente incontro è stato dedicato all'amatissimo Sindaco Pescatore di Pollica-Acciaroli: "La Rete delle Città Slow ricorda Angelo Vassallo, sindaco per eccellenza". Per non dimenticare Angelo Vassallo e il suo esempio, Cittaslow e Slow Food si sono incontrate nel nome di Terra Madre, ricordando il Sindaco ucciso nella notte fra il 5 ed il 6 settembre 2010. Durante l'incontro è stato proiettato un filmato del regista Piero Cannizzaro con l'ultima intervista ad Angelo, già Vicepresidente internazionale di Cittaslow. Alla presenza di Carlo Petrini, Roberto Burdese Presidente di Slow Food Italia, Gian Luca Marconi Presidente di Cittaslow International, Tommaso Sgueglia Coordinatore di Cittaslow Italia e Vicesindaco di Caiazzo, Silvio Barbero Vicepresidente di Slow Food Italia, Pier Giorgio Oliveti Direttore di Cittaslow International, Sergio Chiamparino sindaco di Torino e presidente dell'ANCI, don Luigi Ciotti Presidente di Libera e Giuseppina Vassallo, sono stati consegnati a Terra Madre i "Fiori di Angelo Vassallo", cioè la somma raccolta dai cittadini di Pollica, con incredibile generosità, in onore del proprio Sindaco e per volontà della famiglia, che è stata destinata da Slow Food ad un progetto a favore dell'agricoltura in Africa, come avrebbe voluto Angelo.

Si poteva desiderare di più da un viaggio di 4 intensissimi giorni?

Grazie a tutti i partecipanti per la simpatica compagnia, in particolare agli amici delle Condotte beneventane ed ai loro Fiduciari, Erasmo Timiteo e Giorgio Del Grosso, che hanno creduto nella nostra organizzazione, unendosi al gruppo della Condotta Slow Food Avellino e rendendo l'esperienza umana ancora più bella e completa.

Per informazioni:

[email protected]

www.anticocastello.com


Tag: Langhe, Barolo, tartufo, gusto, avellino, petrini, nebbiolo, burdese, food, bianco, alba, terra, slow, salone, masre, cittaslow, angelo, vassallo, pollica, acciaroli


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?