30.01.2010 | Eventi Inserisci una news

Slow Food la nuova Guida ai Vini d'Italia presentata ad Avellino

Invia un commento

Il 29 gennaio 2010, nella sala conferenze dalla Banca della Campania in Avellino, è stato presentato in anteprima nazionale il progetto della Nuova Guida ai Vini d'Italia di Slow Food. Il convegno ha riscosso un grande successo per la qualità dei relatori ed il notevole interesse dimostrato dal folto pubblico presente.

Ha riscosso grande successo il Convegno dedicato alla presentazione in anteprima nazionale del progetto della Nuova Guida Slow Food dei Vini d’Italia.

L’evento si è svolto il 29 gennaio 2010, presso la sala conferenze della Banca della Campania in Avellino, ed ha visto la partecipazione di centinaia fra produttori, ristoratori, sommelier, enotecari, giornalisti, amministratori pubblici, fiduciari e soci Slow Food, rappresentanti di altre associazioni operanti nel mondo dell’enogastronomia, del turismo e dell’agricoltura, numerosissimi appassionati fra cui moltissimi giovani.

I lavori, moderati dal capoufficio stampa di Slow Food Campania Sandro Tacinelli, sono stati aperti da Lucio Napodano, che ha porto a tutti i partecipanti i saluti della Banca della Campania, in qualità di dirigente del Servizio Tecnico, e della Condotta Avellino di Slow Food che ha organizzato la manifestazione, in qualità di fiduciario della stessa.

Il Presidente di Slow Food Campania Nino Pascale ha poi illustrato i principali progetti che l’Associazione sta realizzando, tra cui assumono particolare importanza quello relativo al vino e tutti gli altri che riguardano da vicino il mondo della produzione enogastronomica

Ha preso la parola successivamente Giancarlo Gariglio di Slow Food Editore, che ha illustrato le motivazioni editoriali poste alla base della scelta di presentare una guida ai vini diversa ed autonoma rispetto al percorso seguito insieme da Slow Food ed il Gambero Rosso fino a circa un anno fa.

Le linee guida della pubblicazione sono state illustrate da Luciano Pignataro, recentemente nominato responsabile per il settore vino di Slow Food Campania, il quale ha assicurato che il nuovo libro nascerà dalla realtà del territorio e dal contatto diretto con i produttori, soprattutto i medi e piccoli, e darà rilievo alle produzioni autoctone; il suo intervento si è concluso con la presentazione dei giornalisti che collaboreranno alla guida, la cui uscita è prevista entro il 2010.

Ha chiuso i lavori Roberto Burdese, Presidente di Slow Food Italia che, dopo aver espresso il suo apprezzamento per la riuscita del convegno ed il ringraziamento alla Banca ospitante, ha illustrato dettagliatamente il percorso che Slow Food intende svolgere nei prossimi anni, evidenziando l’importanza che la nuova Guida avrà per il suo compimento. Una pubblicazione, ha affermato il Presidente, nella quale sarà possibile riconoscere e comprendere non solo le caratteristiche organolettiche del prodotto e la sua qualità, ma soprattutto le tipicità del territorio ed il carattere del produttore, che sono i veri messaggi che un vino deve saper esprimere. Sarà perciò una guida non basata esclusivamente su punteggi e graduatorie, ma orientata piuttosto a raccontare il vino per mettere i consumatori (che per Slow Food sono co-produttori) in grado di scegliere autonomamente e secondo i propri gusti. La Nuova Guida ai Vini d’Italia, ha concluso il Presidente Burdese, non nasce in concorrenza o in contrapposizione con le altre, ma con il desiderio di affiancarle per offrire agli appassionati uno strumento nuovo ed originale che li aiuti a comprendere il vino partendo dalla conoscenza del territorio e delle persone che vi operano.

Il convegno ha avuto eco in numerosi articoli giornalistici ed è stato ripreso da emittenti televsive private e nazionali, che hanno riconosciuto e testimoniato il successo della manifestazione di Slow Food, decretato da un pubblico molto attento ed interessato che ha accolto ogni intervento con calorosissimi applausi.

È molto forte la soddisfazione della Condotta Avellino di Slow Food per essere stata incaricata di ospitare, a poco più di un anno dalla sua apertura, questo importantissimo evento che ha annunciato la nascita di una pubblicazione destinata a diventare una delle punte di diamante di Slow Food ed un riferimento nel campo della critica enologica.

[email protected]


Tag: campania, vino, convegno, enoturismo, Vini, enogastronomia, Slow food, TERRITORIO, sommelier, turismo, produttori, irpinia, avellino, condotta, burdese, guida, food, enogastronomico, produttore, slow, pignataro, pascale, conferenza, editore, banca, irpino


px
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?