Frecciarossa

Logo azienda
  • Casteggio (Pavia)
  • Lombardia
  • Via Vigorelli, 141
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: N/A
  • Superficie vitata: 20.00 ha
  • Bottiglie prodotte: 150000
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: N/A
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: N/A
Questa è una storia che comincia nei primi dell’ottocento, quando il Dott. Mario Odero, genovese di nascita, decise di cambiar vita, di abbandonare l’Inghilterra, dove si occupava di commercio del carbone tra Italia e Inghilterra, e di far ritorno in patria.
Tornato a Genova, non volendo vivere in città, individuò la zona dell’Oltrepò Pavese, in particolare la città di Casteggio, come possibile luogo in cui insediarsi, grazie anche alla presenza di alcuni parenti che dal Veneto avevano iniziato un’attività imprenditoriale nel vicino comune di Montebello. Alla fine della prima guerra mondiale acquistò la tenuta Frecciarossa e vi ci si stabilì con la famiglia.
Ciò che spinse Mario Odero a dedicarsi al mondo enologico era l’intenzione di portare il suo vino, e con esso tutto l’Oltrepò Pavese, fuori dai confini nazionali.
La prima intuizione commerciale della famiglia Odero, fu di vendere il vino in bottiglia, vera caratteristica distintiva visto che al tempo era il vino sfuso o in damigiane a farla da padrone.
Se Mario Odero fu il promotore e l’ideatore dell’Azienda vinicola Frecciarossa, suo figlio Giorgio, classe 1901, ne fu il motore. Laureatosi in Agraria presso l’Università di Milano con una sconfinata passione e grande preparazione in campo enologico portò Frecciarossa ad essere una delle grandi cantine italiane del dopoguerra. Appena dopo la laurea Mario Odero lasciò le redini dell’azienda al promettente Giorgio che gestiva non solo la produzione ma anche la commercializzazione dei vini e i rapporti con i clienti esteri. Subito dopo la guerra cominciò un lento adattamento della capacità agricola dell’azienda alla viticoltura, abbandonando la coltivazione di grano o fieno mantenendo però sempre inalterato lo spirito dell’azienda agricola che con animali, coltivazioni e persone fa respirare un’aria particolarmente calda e accogliente.
Già dal 1920 vi fu l’ampliamento delle cantine (il nucleo centrale risale al’700) durato fino al 1930.
Grazie all’attenta politica commerciale di Mario e Giorgio Odero nei primi anni 30 i Vice Re delle Indie fecero di Frecciarossa il loro fornitore ufficiale.
Frecciarossa ottenne anche il Brevetto di fornitore della Real Casa italiana che permetteva di innalzare il suo vessillo sullo stabilimento.
Ad dar sempre maggior prestigio all’azienda furono le partecipazioni ai numerosi Concorsi internazionali, come la fiera di New York o quella di Londra.
Forte dell’esperienza fatta dal capostipite Mario nel Regno Unito con il commercio del carbone i vini Frecciarossa approdarono sulle tavole delle grandi linee di transatlantici che collegavano l’Europa con l’Inghilterra e l’America e dal 1934, finito il proibizionismo, i vini Frecciarossa entrarono negli Stati Uniti con il marchio nazionale di esportazione n°19 (19° prodotto italiano entrato negli Stati Uniti).
Negli anni ottanta la figlia di Giorgio Odero, Margherita dà inizio insieme al marito Ing. Carillo Radici al progetto di rilancio del marchio.
Nel 1990 vengono ristrutturate le cantine e adeguate alle moderne tecniche di vinificazione, con la consulenza del Dott. Franco Bernabei sotto la guida di Margherita Radici Odero, e reimpiantati i vigneti.
È nel 1996 con l’ingresso in famiglia di Pietro Calvi di Bergolo che la linea commerciale dell’azienda subisce una notevole accelerazione, spingendosi nuovamente verso i mercati esteri con grande impulso creativo e produttivo.
La consapevolezza di un passato così autorevole è oggi impulso per tutte le persone che partecipano alla vita di Frecciarossa a dare sempre il meglio, protesi verso risultati sempre più prestigiosi.
px
Vetrina attiva dal 16/02/2009, 5604 pagine viste, 433 click al sito
Etichette
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?