Azienda Agricola Borgo Santinovo

Logo azienda
  • Colle Di Val D'elsa (Siena)
  • Toscana
  • Localit`a Santinovo
Foto azienda
  • Dati di produzione e vendita
  • Anno di fondazione: N/A
  • Superficie vitata: N/A
  • Bottiglie prodotte: N/A
  • Vendita diretta: Si
  • Reperibilità dei prodotti: N/A
  • Export: N/A
  • Contatti e Ospitalità
  • Referente: Vittorio Taddei
  • Visite in azienda: Si
  • Lingue parlate: Inglese, Italiano, Tedesco
Il lavoro nelle vigne dell'azienda Borgo Santinovo ha inizio verso la fine di febbraio quando i vignaioli, sotto precise indicazioni dell'agronomo Michele Spalletti, danno inizio al periodo di potatura. I cordoni speronati vengono sistemati in maniera ottimale per essere pronti ad accogliere le gemme nel giro di qualche mese.È verso la prima metà di maggio che la vigna richiede nuove attenzioni, con l'inizio delle lavorazioni per la scelta delle gemme, mai più di due per sperone. Questa operazione delicatissima, che avviene quando sono ancora giovani e tenere, va di solito a sovrapporsi alle lavorazioni di “zappettatura” delle viti. L'azienda dedica a quest'ultima operazione un'attenzione particolare, eseguendola manualmente, e ritenendola fondamentale per la salute sia della vite che dei grappoli, i quali a poco a poco diventeranno maturi.Agosto è invece il mese delle scelte a Borgo Santinovo. Tutto ha inizio da un sopralluogo in vigna eseguito dall'agronomo, l'enologo Giovanni Ercoli e la proprietà dal quale scaturiscono le strategie che porteranno le uve mature a diventare grandi vini, perché “solo grandi uve danno vini di altissimo livello”. Viene deciso in primo luogo quale è ritenuta da tutti le parte migliore dei vigneti di sangiovese, investiti per essere un giorno Chianti Colli Senesi Riserva; inoltre si seleziona la quantità di uve da diradare, il giorno d'inizio dei lavori e le uve da cui iniziare. Ma non solo, viene deciso il periodo in cui dare inizio alle analisi di maturità dei grappoli con le quali costruire il grafico dell'andamento della maturazione nelle diverse parti dei vigneti e prevedere il giusto giorno della vendemmia.È peculiare una lavorazione che nell'azienda Borgo Santinovo viene denominata “secondo diradamento”, questa consiste nel taglio della parte alta e laterale dei grappoli, denomina “ala”, che cresce come fosse a se stante, con maturazione ritardata ed acidità troppo alta. Questa operazione viene affrontata solo da mani capacissime su parte dei vigneti a bacca rossa nella seconda metà di agosto, periodo in cui tutti a Borgo Santinovo iniziano a fare pronostici sulla vendemmia che ormai è alle porte.
px
Vetrina attiva dal 31/08/2010, 4333 pagine viste, 227 click al sito
px
px
px
px
px
px
digital agencyneikos
Entra in MyVinit Chiudi
Email
Password
Mantieni aperta la connessione.
Non sei ancora registrato?